• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Milan malato, Inzaghi incerottato: la cura arriva dal mercato?

L'Editoriale di Marchetti - Milan malato, Inzaghi incerottato: la cura arriva dal mercato?

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di SkySport24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

28/01/2015 09:52

EDITORIALE MARCHETTI CALCIOMERCATO MILAN INZAGHI / MILANO - Intanto la notizia più importante, almeno per ieri sera. Filippo Inzaghi è stato confermato sulla panchina rossonera. Direttamente dal presidente Berlusconi. E sul suo futuro in questo momento non bisogna avere dubtti, almeno sul suo futuro imminente. Non è successa alcuna catastrofe biblica, ma è evidente che il Milan non sta bene. Non è stato un Milan impalpabile quello contro la Lazio: ci ha provato. E in campo è sembrato mancare qualcosa.

E Galliani, sempre ieri, ha provato a buttare le basi per cambiare la stagione. O per non buttarla. È evidente che la trattativa di calciomercato più importante è quella di Destro. Accordo raggiunto con la Roma: è il ragazzo che ora deve decidere. Ma non fra il Milan e la Roma, bensì se andare via dalla Capitale (dove non è che ha rotto con l'ambiente) e un trasferimento che non è a titolo definitivo, come invece lui avrebbe preferito. A giugno Destro (se con i giallorossi non dovesse avere più feeling) una squadra la troverebbe uguale, potrebbe esserci anche la fila. E a Roma lui fino a giugno starebbe anche. Ma se la Roma sta prendendo un altro attaccante come la mettiamo? Insomma la decisione non è propriamente semplice, ma allo stesso tempo se dovessi scomettere punterei sul Milan.

Dove Mattia non sarebbe l'unico arrivo. Intanto ecco Bocchetti. Visite mediche già oggi, prestito con diritto di riscatto dallo Spartak Mosca. Un bentornato quasi all'improvviso per chi può giocare sia come centrale che come terzino. E poi ancora: Munoz, per il quale sembra ci sia un'intesa con il Palermo per il difensore che andrebbe via a parametro zero fra qualche mese. Potrebbe arrivare anche lui, trattativa ancora aperta, nonostante Bocchetti.

Ma la giornata di Galliani non si è fermata a questo. Appuntamento con l'Inter per proporre uno scambio Osvaldo-Armero. Nulla da fare. Anche una bella chiacchierata con il Genoa per uno scambio Armero-Antonelli (con conguaglio) ma anche qui la strada sembra essersi interrotta subito. Ergo: il terzino sinistro ancora deve arrivare e il calciomercato Milan si concentrerà su questo da qui a lunedì, Bocchetti o non Bocchetti.

E poi quel filo diretto con Taarabt, che visto l'infortunio di El Shaarawy è tornato di moda e con il quale un'altra telefonata (da dentro o fuori) ci sarà. Basteranno queste operazioni? Per rimettere in carreggiata il Milan, per ridare lustro ad un progetto che si è appannato? Questo lo deciderà il campo. Che finora con il Milan è stato tutt'altro che clemente...




Commenta con Facebook