• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, Lotito: "Balotelli? Non conta solo il talento. Cerchiamo..."

Calciomercato Lazio, Lotito: "Balotelli? Non conta solo il talento. Cerchiamo..."

Il presidente fa il punto della situazione in casa biancoceleste


Tare e Lotito ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

27/01/2015 07:47

CALCIOMERCATO LAZIO INTERVISTA LOTITO TIKI TAKA / MILANO - Ospite di 'Tiki Taka', il presidente della Lazio Claudio Lotito ha concesso una lunga intervista sull'attuale situazione della squadra, al quarto posto in classifica in Serie A e ai quarti di finale (oggi, martedì 27, la sfida contro il Milan) in Coppa Italia. Il numero uno biancoceleste ha parlato anche di calciomercato Lazio: il recente infortunio di Djordjevic (frattura del malleolo) impone la ricerca di un rinforzo nel reparto offensivo da qui alla chiusura del calciomercato invernale (2 febbraio 2015). Come confermato nel corso dell'intervista dallo stesso Lotito, però, il rinforzo in arrivo non è Mario Balotelli.

COPPA ITALIA - "Siamo concentrati sulla partita di San Siro, non facciamo caroselli. Ogni gara è una storia a sé. Il Milan si riprenderà perché è un grande club. Il vero problema è mantenere sempre i nervi saldi. Conta lo spirito di gruppo, l'umiltà, la determinazione".

CALCIOMERCATO - "L'acquisto di Morrison l’ho appreso da voi, non abbiamo ancora stipulato alcun contratto. Noi abbiamo riportato a Roma un giocatore come Perea, che ha tutte le caratteristiche per colmare l’assenza di Djordjevic. Siamo attivi sul mercato per cercare un profilo funzionale. Balotelli? Non è stato attenzionato. Ci sono delle caratteristiche per venire alla Lazio, al di là delle qualità tecniche conta anche il bene dello spogliatoio. Felipe Anderson è una pietra preziosa, non è in vendita". 

LA ROMA - "Siamo abituati a guardare in casa nostra, i risultati non si conseguono attraverso le sventure delle altre squadre. La mia scommessa? In un programma radiofonico volevano farmi dire che la Roma avrebbe vinto lo scudetto. Lì ho sostenuto che dal mio punto di vista tecnico non sarebbe mai avvenuto".  

CLASSIFICA - "Ci sono diverse squadre con potenzialità di arrivare in alto. Siamo all’inizio del girone di ritorno, ci sono diversi fattori imponderabili che incidono sugli episodi, come ad esempio gli infortuni".




Commenta con Facebook