• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Thohir: "Vogliamo i migliori giocatori. Niente Champions? Non è un problema"

Calciomercato Inter, Thohir: "Vogliamo i migliori giocatori. Niente Champions? Non è un problema"

Il presidente nerazzurro rilancia le ambizioni della società ed esalta la scelta di Mancini


Erick Thohir © Getty Images
Jonathan Terreni

26/01/2015 13:12

CALCIOMERCATO INTER THOHIR MANCINI / MILANO - La sconfitta col Torino non placa le ambizioni di Erik Thohir, anzi, le rilancia. Il presidente dell'Inter, in un'intervista a 'goal.com' fa il punto sul mercato Inter e sul futuro, anche in caso di mancata qualificazione in Champions: "L’Inter è tuttora il decimo brand più forte al mondo, e i nostri ricavi viaggiano allo stesso ritmo. In caso di mancata partecipazione alla Champions League resterebbero intorno ai 180/200 milioni di euro mentre in caso di qualificazione aumenterebbero di circa 20/30 milioni. Anche la mancata qualificazione in Europa League non rappresenterebbe un problema. Ovviamente dobbiamo pensare in grande. Finire noni o decimi non è da Inter. Stiamo seguendo le regole del Fair Play finanziario. Non ci sono scorciatoie per costruire una squadra forte, è necessario avere un progetto a lungo termine. Quando ingaggiamo i giocatori ci chiediamo se possono essere funzionali alle esigenze della squadra, ma puntiamo sempre ai top. Deve esserci il giusto equilibrio tra aspetto sportivo e aspetto manageriale, per questo abbiamo grandi figure a livello internazionale. Il Manchester United ad esempio non fa la Champions League, ma questo per loro non è un problema. I grandi club come il Barcellona, il Real Madrid, il Manchester United, vedono 50 milioni come il 10% del loro fatturato. La formula della mia Inter sarà lanciare giocatori delle giovanili, comprare le stelle del futuro e affiancare loro gente dalla sicura esperienza. Se arriveranno offerte per i nostri talenti le ascolteremo ma non siamo per niente obbligati ad accettarle. Sono importanti per il nostro presente e futuro. Kovacic e Shaqiri hanno contratti che scadono nel 2019. Ascolteremo, considereremo, decideremo".

NUOVO STADIO - "'San Siro' è uno degli stadi migliori del mondo. Noi vogliamo lo stadio di proprietà ma al momento abbiamo accordi col Milan e con il Comune e non possiamo stracciare contratti firmati. Uno stadio di proprietà dà tantissimi vantaggi a partire dalla gestione diretta dei biglietti e degli sponsor ma al momento è ancora difficile. Presto però bisognerà prendere un’altra direzione".

FIDUCIA MANCIO - "Lo abbiamo ingaggiato per tre anni e mezzo, e se lo vorrà prolungheremo. Non sono vere le voci su fantomatiche clausole. Costruire una squadra è un lavoro che richiede anni e per questo abbiamo puntato su Mancini: è uno universale che condivide la nostra stessa visione, lo stesso desiderio di migliorare la squadra. Non farà il manager all’inglese, ogni trasferimento verrà concordato da lui con me e la dirigenza. Mazzarri? Non avevo alcun problema con lui: ha lavorato duro e ha dato il massimo per la squadra, ma la situazione era insostenibile".

MERCATO INVERNALE - "C’è ancora tempo nel calciomercato e in ogni caso abbiamo già fatto un po' di operazioni con buon anticipo. Ci guarderemo intorno per vedere se ci saranno altre opportunità e faremo di tutto per farci trovare pronti".

EUROPA LEAGUE - "L’Europa League è sicuramente una competizione molto dura; noi vogliamo fare quanta più strada possibile e riuscire ad arrivare fino in fondo. 

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook