• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > VIDEO CM.IT - Lazio-Milan, Mexes: "Comportamento inaccettabile il mio. Siamo con Inzaghi"

VIDEO CM.IT - Lazio-Milan, Mexes: "Comportamento inaccettabile il mio. Siamo con Inzaghi"

Il difensore si è scusato a fine gara dopo l'aggressione a Mauri


Mexes prende per il collo Mauri (Sky Sport)

24/01/2015 23:42

LAZIO MILAN MEXES / ROMA - Chiede scusa Philippe Mexes. Il difensore del Milan è stato protagonista, in negativo, scagliandosi e prendendo per il collo il capitano della Lazio, Mauri: "Quando sbagli è normale prendersi delle repsonsabilità. Chiedo scusa alla società, ai compagni e ai tifosi - ha detto Mexes a 'Sky Sport' - Non è un comportamento accettabile, spesso sono stato protagonista di questi gesti nella mia carriera. Non è un buon esempio per un padre, ho quattro figli. Ho reagito in maniera sbagliata, ma non ho scuse: ero nervoso, ma è solo colpa mia. Non deve più ricapitare, è sempre una partita di calcio, non si deve arrivare a queste cose. Provocato? Ho sbagliato io e basta".

FUTURO INZAGHI - "Adesso dobbiamo reagire, non abbiamo scelta - ha poi aggiunto Mexes - Siamo in ritiro fino a martedì: siamo con Inzaghi al mille per mille, dimostreremo chi siamo".

ZONA MISTA - In zona mista, dove erano presenti anche gli inviati di Calciomercato.it, Mexes ha proseguito: "Mi scuso con tutti, la mia reazione è stata esagerata. Sono un professionista, il mio futuro non dipende da quello che è successo in campo. Mi prendo le mie responsabilità come ho sempre fatto: chiedo scusa a tutti e finisce qui, non è successo nulla. Prenderò una sanzione e spero che guardino bene le immagini. Ho avuto una reazione sbagliata, ma non mi sembra una cosa molto grave. Se sono stato provocato? Si e no: abbiamo sbagliato tutti e due".

G.M.




Commenta con Facebook