• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Kone sempre più bestia nera: la storia di un'incredibile 'sfortuna'

Napoli, Kone sempre più bestia nera: la storia di un'incredibile 'sfortuna'

Il greco continua ad andare in gol quando vede il Napoli: non è vero ma... voi ci credete?


Panagiotis Kone ©Getty Images
Antonio Papa (@antoniopapapapa)

23/01/2015 10:31

NAPOLI KONE BESTIA NERA / NAPOLI - Voi siete superstiziosi? No, perché a Napoli già lo sono un bel po', poi a guardare Panagiotis Kone il famoso detto finisce per diventare "ci credo ed è pure vero". Una 'sfortuna' iniziata due anni fa, quando il greco militava nel Bologna, e protrattasi fino a ieri: super gol e qualificazione del Napoli in dubbio fino ai rigori. 

PIOLI E IL BOLOGNA - Erano i tempi di Mazzarri, quando il livornese aveva alcuni scogli che proprio non riusciva a superare. Uno di questi era Stefano Pioli, tabù di recente (ri)abbattuto da Benìtez. Pioli nel 2013 allenava il Bologna e il Napoli ci si schiantò ben due volte in pochi giorni. In campionato gli azzurri vincevano 2-1, all'87' vennero ripresi da un'incredibile rovesciata di Kone (candidato poi ai Puskas Awards) e dal successivo gol di Portanova. Qualche giorno dopo, sempre al 'San Paolo', Mazzarri andò fuori dalla Coppa Italia proprio contro il Bologna. Il 'responsabile'? Indovinate un po'. Partita avviata verso i supplementari, al 94' Kone prende palla al limite e trafigge De Sanctis con un destro angolatissimo. Roba da non crederci. 

CON BENITEZ SEMBRAVA RISOLTA... - Da quando Rafa Benìtez è a Napoli diverse bestie nere sono state domate. Pioli, appunto, ma anche il Chievo e lo stesso Bologna. Lo scorso anno addirittura a Napoli finì 3-0, a Bologna 2-2 e il greco fu espulso. Sembrava un'altra delle tante storie a lieto fine da quando c'è lo spagnolo, fino a ieri. Napoli di rimonta fino ai supplementari, il fantastico gol di Hamsik che sembra rompere un altro incantesimo. Neanche per sogno. Passano due minuti, palla a Kone ed ecco l'ennesima prodezza, un bolide che Andujar a stento vede partire. E dire che l'allenatore, in barba ad ogni superstizione, l'aveva lasciato in panchina. I tifosi del Napoli non credono ai propri occhi, quando il greco si presenta ai rigori finali lo fischiano sonoramente. Gol, manco a dirlo, e risposta polemica del calciatore, che zittisce la platea con un gestaccio. Alla fine è il Napoli a zittire lui e l'Udinese, all'ultimo penalty, ma non certo per colpa sua. Anzi, magari è la punizione degli Dei a Stramaccioni per aver sfidato la sorte...




Commenta con Facebook