• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-UDINESE

Friulani mai domi, sorpresa Jaadi e sicurezza Allan. Benìtez ringrazia Duvan e Andujar


La bestia nera Kone (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

22/01/2015 23:46

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-UDINESE / NAPOLI - Ecco le pagelle della partita di TimCup fra Napoli e Udinese

NAPOLI

Andujar 6,5 - Smarcato da Thereau su quello che era di fatto un rigore in movimento, in altre occasioni risponde presente sventando diversi pericoli alla sua porta. sale in cattedra dai supplementari in poi, parando anche il rigore decisivo. 

Mesto 6 - L'apice della sua gara è quello scivolone che travolge Stramaccioni e mezza panchina avversaria. Scherzi a parte, si propone bene e sfrutta costantemente gli spazi apertigli da Gabbiadini su quella fascia. 

Henrique 4,5 - Anche il brasiliano dimostra qualche difficoltà quando il non irresistibile attacco bianconero si fa vedere dalle sue parti. Il secondo gol è tutto responsabilità sua, che esce in netto ritardo, come dimostra anche la "cazziata" di Benìtez nel break. Dopo una prima (mezza) annata sorprendente quest'anno gira proprio male. 

Britos 4,5 - Sempre malfermo quando il pallone è dalle sue parti, rischia tantissimo in disimpegno ed è in netto ritardo sul gol di Thereau, addirittura disarmante ad inizio supplementari su Aguirre. Forse è il caso di chiudere con qualche mese di anticipo l'esperienza azzurra di questo difensore mai troppo affidabile, che dà l'impressione di aver raccolto in carriera più di quanto dicessero le sue qualità. 

Strinic 6 - Sa sovrapporsi bene e lo fa con impressionante costanza ed efficacia. Cede qualcosa a livello difensivo, complici anche le grandi difficoltà dei centrali. 

Gargano 6,5 - Ormai sono mesi che non tira il fiato, Benìtez sembra aver capito che senza di lui il Napoli non va. Anche stasera è un po' un uomo ovunque, nel primo tempo l'occasione più pericolosa porta la sua firma, con quel palo che grida ancora vendetta. (dal 26' st De Guzman 6,5 - Ingresso molto positivo, restituisce brio alla manovra ed entra in parecchie azioni pericolose).

Jorginho 6 - Regia lucida anche se non molto appariscente, si prende la responsabilità di trasformare il rigore del pareggio, incombenza non facile dopo l'errore di Mertens. Realizza con freddezza e porta il Napoli ai supplementari. 

Gabbiadini 5,5 - L'uomo più atteso riesce a far vedere qualcosa di buono nel primo tempo, pur senza entusiasmare. Nella ripresa sembra scomparire dal gioco, chiamato anche molto meno in causa. Da rivedere. (Dal 36' st Callejòn 5,5 - Nei supplementari potrebbe fare la differenza invece non riesce ad incidere, non arriva mai realmente vicino al gol).

Hamsik 6,5 - Zampetta svogliatamente in mezzo al campo, come ormai gli capita molto spesso, con giusto un paio di sortite offensive che potevano meritare sorte diversa. Poi si inventa quel missile terra-aria, una prodezza balistica che riporta in vantaggio la squadra e libera di un gran peso lui, i compagni e tutti i suoi tifosi. Una vera perla. Alla buon'ora!

Mertens 6,5 - Parte maluccio, al 4' spara un rigore sulla traversa e da lì in poi si eclissa un po'. Va ad intermittenza, ma le sue accelerazioni brucianti mandano al manicomio Widmer, che spende due cartellini e va fuori. L'uomo del cambio di passo, sempre e comunque. 

Duvan 6,5 - Dopo pochi minuti Gabriel Silva deve usare le maniere forti per buttare giù la sua stazza spaventosa. Rigore, che Mertens spreca. Il colombiano comunque è un armadio, praticamente immarcabile sui palloni che arrivano dalle retrovie, come dimostra l'ansia della difesa ogni volta che il pallone arriva dalle sue parti. (dal 5' sts Higuaìn sv)

All. Benìtez 6 - Un buon primo tempo, poi gli azzurri si scoprono alla ricerca del vantaggio e prendono gol su una ripartenza bruciante. Qualche difficoltà nel creare gioco, l'Udinese è una squadra antipatica che tende a chiudere bene gli spazi, e il Napoli queste squadre qui le soffre. Ci vogliono i rigori (nei tempi regolamentari e non) per "salvare" i suoi. 


UDINESE 

Scuffet 6,5 - Chi si rivede. Finalmente titolare dopo sei mesi di panchina, ipnotizza Mertens che spara il rigore sulla traversa, poi si fa valere soprattutto nelle uscite. 

Widmer 5 - Altro prospetto di altissimo profilo della 'cantera' friulana, da terzino puro non convince come da fluidificante. Mertens va a sprazzi ma ogni volta che parte lo massacra. Non ha altra alternativa al fallo, e infatti va fuori per doppio giallo. 

Heurtaux 6,5 - Coinvolto nell'episodio del secondo rigore, che però sembra proprio non esserci. Sarebbe l'unica sbavatura di un'ottima gara, se il penalty ci fosse. 

Danilo 6,5 - Duello senza esclusione di colpi con Zapata, sembra una lotta di gladiatori evidenziata anche dalla presenza dell'acqua. Ne esce spesso vincitore. 

Pasquale 6 - L'Udinese ha un modulo abbastanza flessibile e la chiave tattica è lui, che si alterna da terzino e da terzo centrale a seconda delle esigenze. Una buona prova. 

Jaadi 7 - C'era grande curiosità per l'esordio di questo giovanissimo trequartista marocchino, che non tradisce le attese: nella prima frazione è fra i più propositivi dei suoi e nella seconda orchestra una fantastica ripartenza che porta al gol di Thereau. Da tenere d'occhio. (dal 27' st Kone 7 - Forse Stramaccioni non sa dello strano superpotere che prende il greco quando di fronte ha il Napoli. Dire che questo è il primo sigillo della stagione è dire tutto, ma che sigillo!)

Hallberg 5,5 - Parte subito ad handicap, prendendo un cartellino che lo condizionerà per tutta la gara. Paga qualcosa al dinamismo di Gargano e Jorginho, ma la vicinanza di Allan gli fa bene. (dal 30' st Guilherme 6 - Serve più sostanza in mezzo al campo e Stramaccioni si affida ad una garanzia per averla. Non delude le aspettative).

Allan 7 - Ha la stessa capacità di fare le due fasi, sarà per questo che le big lo seguono e proprio il Napoli lo osserva con particolare attenzione. Non basta il rigore sbagliato, è fra i migliori dei suoi: se questo era un ulteriore banco di prova può dirsi ampiamente superato. Inesauribile. 

Gabriel Silva 6 - Molto ingenuo nel regalare il rigore al Napoli, lo scambio costante con Pasquale è un equivoco tattico che non giova a nessuno dei due. Si rifà nel supplementare con l'azione che porta al gol di Kone. 

Fernandes 6,5 - Gioca una partita di grande sacrificio, più da mediano che da trequartista, ma quando si propone in avanti sa far male, con un paio di conclusioni che impegnano parecchio Andujar. 

Thereau 6,5 - Bravo col pallone fra i piedi, mette in difficoltà i difensori avversari e appena si apre uno spiraglio riesce a far male. Contropiede perfetto seguito benissimo dal francese, che può trafiggere senza problemi Andujar. (dal 27' st Aguirre 6 - Si fa vedere, si rende pericoloso in apertura del primo tempo supplementare, con Andujar che gli neutralizza la conclusione).

All. Stramaccioni 6,5 - L'Udinese viene a Napoli a giocarsi partita e qualificazione, si porta in vantaggio e viene raggiunta da un rigore piuttosto dubbio. I suoi non mollano mai, anche quando il gol di Hamsìk nei supplementari avrebbe tramortito un toro. Si ferma ad un passo dall'impresa. 


Arbitro Orsato 5 - Giusta la chiamata sul rigore del Napoli. L'Udinese protesta per un fallo di mani in area da parte di Gargano, ma anche qui ci vede giusto: testa e poi braccio, a norma di regolamento è involontario. Molti più dubbi sul secondo rigore, dove Zapata sembra lasciarsi cadere. Inutili le proteste dei friulani. 


TABELLINO

NAPOLI-UDINESE 2-2

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Mesto, Henrique, Britos, Strinic; Gargano (dal minuto 71 De Guzman), Jorginho; Gabbiadini (dal minuto 84 Callejòn), Hamsik, Mertens; Duvàn (dal minuto 110 Higuain).
A disposizione: Rafael, Colombo, Maggio, Koulibaly, David Lopez. All. Benitez

UDINESE (4-4-1-1): Scuffet; Widmer, Heurtaux, Danilo, Pasquale; Jaadi (dal minuto 72 Kone), Allan, Hallberg (dal minuto 76 Dos Santos), Gabriel Silva; Bruno Fernandes; Thereau (dal minuto 75 Aguirre).
A disposizione: Karnezis, Di Natale, Bochiewcz, Alves, Faraoni, Vutov, Jankto, Piris, Pontisso. All. Stramaccioni

Arbitro: Orsato di Schio

Marcatori: 58' Thereau (U), 65' rig. Jorginho (N), 99' Hamsik (N), 114' Kone (U)

Ammoniti: Gabriel Silva, Hallberg, Thereau, Widmer, Hertaux, Jorginho, Mesto

Espulsi: al 68' Widmer per doppia ammonizione

SEQUENZA RIGORI: Fernandes GOL, De Guzman GOL, Guilherme GOL, Jorginho GOL, Kone GOL, Mesto GOL, Danilo GOL, Hamsik GOL, Allan PARATO, Higuaìn GOL




Commenta con Facebook