• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Salute, nuova frontiera della dieta: digiunare per 12 ore

Salute, nuova frontiera della dieta: digiunare per 12 ore

In questo modo si regolarizza il metabolismo e si evita l’accumulo di grasso e la tendenza al diabete


A tavola (Getty Images)

21/01/2015 19:24

SALUTE DIETA 12 ORE DI DIGIUNO / ROMA - 12 ore di digiuno per regolarizzare il metabolismo, evitare accumulo di grasso e la tendenza al diabete, perdere i chili in più e il tutto senza modificare il menù. E’ questa la conclusione al quale sono giunti ricercatori americani del Salk Institute for Biological Studies di San Diego dopo un ampio studio sui topi i cui risultati sono stati pubblicati dalla rivista specialistica Cell Metabolism e poi ripresi dalla stampa americana e non. A supporto della teoria anche i risultati degli studio durato oltre trent’anni sulle popolazioni longeve delle cosiddette zone blu del pianeta che hanno in comune alcuni aspetti alimentari fermi nel tempo. Tra questi, mangiare sempre alle stesse ore e nello stesso arco di tempo; 12 ore circa.

MEZZA GIORNATA SENZA CIBO: LO STUDIO – Oltre agli spuntini di mezzanotte assolutamente da vietare bisogna mangiare ad intervalli di 12 ore. Durante lo studio, ai topi è stato impedito di mangiare a tutte le ore e il risultato è stato la diminuzione della possibilità di obesità e problemi metabolici, anche quando la loro dieta non è stata sempre salutare. I ricercatori hanno nutrito gruppi di topi adulti maschi con quattro diverse diete: un gruppo ad alto contenuto di grassi, il secondo ad alto contenuto di fruttosio (zucchero meno diabetogeno), un terzo ad alto contenuto di grassi e di saccarosio (zucchero normale) e l’ultimo con normali crocchette per topo. Nel corso dell’esperimento durato 38 settimane, l’apporto calorico per tutti i topi era lo stesso, ma ad alcuni degli animali di ogni gruppo è stato consentito di mangiare quando volevano durante le ore in cui erano svegli, altri invece sono stati limitati a periodi di alimentazione di nove, 12 o 15 ore. Infine ad alcuni topi dei gruppi con tempo di alimentazione limitato è stato concesso di sgarrare nei fine settimana, mangiando ogni volta che volevano e a metà dello studio qualche topo che poteva mangiare in qualsiasi momento è stato spostato ai periodi limitati di alimentazione. I risultati finali? I topi che mangiavano (anche poco) a tutte le ore sono risultati generalmente obesi e metabolicamente malati mentre chi mangiava in un arco temporale di nove o 12 ore è rimasto agile e sano, anche se di tanto in tanto sgarrava durante il week end.
Il segreto di una dieta corretta sarebbe quindi quello di rispettare l’orologio biologico. E anche nelle persone accade lo stesso. Si può quindi dimagrire se si mangia sempre alle stesse ore e con pasti scaglionati solo in 12 ore su 24 e per le altre 12 si digiuna. Alla luce di questi risultati si può affermare che non la dieta di per sé ma il modello alimentare basato sul tempo che sembra equilibrare il metabolismo, evitando l’aumento di peso e le malattie metaboliche: l’ipotesi più accreditata è che il momento in cui si mangia il cibo influenzi l’orologio interno del corpo.

LA PAROLA AGLI ESPERTI – “Mangiare in un intervallo di tempo limitato non solo ha agito sulla prevenzione, ma ha anche fatto perdere peso a persone che già avevano qualche chilo di troppo - ha spiegato Satchidananda Panda, uno dei ricercatori del Salk che ha partecipato allo studio - Gli orari dei pasti hanno maggior effetto sul ritmo circadiano dei cicli di luce e buio”. E il ritmo circadiano (ritmo caratterizzato da un periodo di circa 24 ore) a sua volta influenza il funzionamento di molti geni nel corpo che sono noti per coinvolgere ormoni e metabolismo.

S.C.




Commenta con Facebook