• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Video > VIDEO CM.IT - Roma-Empoli, Sarri: "Coppa Italia antisportiva. Garcia dice rigore? I suoi giocatori n

VIDEO CM.IT - Roma-Empoli, Sarri: "Coppa Italia antisportiva. Garcia dice rigore? I suoi giocatori no"

L'analisi dell'allenatore dei toscani dopo la sconfitta di misura


Maurizio Sarri (Getty Images)
Matteo Torre (@torrelocchetta)

21/01/2015 00:10

ROMA EMPOLI SARRI POSTPARTITA RIGORE / ROMA - Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni di 'Rai Sport' al termine di Roma-Empoli 2-1. Ecco le dichiarazioni dell'allenatore azzurro: "Potete capire il mio sentimento. Sono dispiaciuto per i ragazzi, che hanno dato tutto. Negli spogliatoi in molti piangevano perché oggi stavano sognando il passaggio del turno. A me non piace la Coppa Italia nella maniera più assoluta: è una manifestazione antisportiva, ci sono squadre che entrano in ballo adesso. Non mi interessava assolutamente niente di questo torneo, mi spiace molto per i miei giocatori. Mi hanno chiesto di non commentare gli episodi arbitrali ma si commentano da soli".

EMPOLI - "Difficilmente ci mettono sotto, abbiamo sempre fatto ottime partite. Ci manca chiaramente la concretezza delle squadre di Serie A. Siamo una mosca bianca nel panorama italiano".

RIGORE - "Secondo Garcia c'era il rigore? Secondo i suoi giocatori no. I due con cui ho parlato mi hanno detto questo".

MIX ZONE - Poi Sarri ha parlato anche in mixed zone, dove era presente anche l'inviato di Aclciomercato.it: "Il rigore? La società mi ha chiesto di non commentare gli episodi, ma credo sia inutile chiedermelo… La Roma credo che possa vincere lo scudetto. Rispetto alla gara di campionato è stata una partita molto diversa. Quelle infrasettimanali sono molto delicate dal punto di vista mentale. Probabilmente a metà settembre era molto più brillante di ora, ma ci può stare. Non si possono fare dieci mesi a tutta. Il calciomercato? Io lo chiuderei, è ingiusto sportivamente. Mi tocca giocare due volte con l’Inter bis, che è molto più forte, e questo condiziona la regolarità del campionato".

 




Commenta con Facebook