• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA - EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA - EMPOLI

Verdi illude i toscani, Astori secondo errore consecutivo. Negative le prove di Destro e Pjanic


Esultanza Roma (Getty Images)
Davide Ritacco

20/01/2015 23:34

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-EMPOLI

 

ROMA

Skorupski 6 – Quello che dovrebbe essere il portiere delle coppe (Europa League e Coppa Italia) passa un primo tempo tutto sommato tranquillo. Nella ripresa ha un brivido sulla schiena dopo il tiro di Zilinski ma è Verdi ad anticiparlo sull’uscita che vale il gol del pareggio. Miracoloso nel finale.

Maicon 5 – Crea come sempre la superiorità sulla corsia di competenza ma lo fa sempre ad un ritmo troppo basso. 

Yanga-Mbiwa 5,5 – Tavano è il solito folletto che sguscia via. Rischia tanto su Zielnski a metà del primo tempo supplementare, ci poteva scappare il rosso.

Astori 4,5 – Tutto bene fino a quando, a dieci minuti dal termine, Verdi lo brucia in velocità e sigla il pareggio. Secondo errore grave in pochi giorni per l'ex difensore del Cagliari. Urge il rientro di Manolas.

Cole 5,5 – Deve abbandonare il campo dopo appena 24 minuti per un colpo subito; l’impressione che lascia, però, è quella di non essere ancora entrato negli schemi giallorossi. Dalla sua parte l’Empoli stava crescendo. Dal 24’ Holebas 6,5 – Il suo ingresso in campo intimorisce gli avversari e col passare dei minuti prova anche ad affondare il colpo con un paio di discese interessanti.  

Pjanic 5 – Da lui Garcia si aspettava di più a Palermo, da lui era lecito aspettarsi di più questa sera. Dal 81’ Paredes 6 – Prova in prima persona a cambiare il risultato con un tiro dal limite che però non fa male a Bassi.  

De Rossi 6 – Il rientro di capitan futuro fa capire come la sua presenza in questa squadra sia fondamentale. Le sue chiusure e le sue geometrie in questa partita però sono state appena sufficienti.

Nainggolan 6,5 – Ritorna titolare dopo l’assenza forzata contro il Palermo per squalifica. Anche se nelle ultime uscite non aveva convinto, stasera si è rivisto il solito guerriero ‘ninja’. Per Garcia ora le scelte in mezzo al campo saranno sempre più difficili consapevole di avere un centrocampo di grande livello.

Totti 5,5 – Schierato da trequartista puro cerca di verticalizzare appena possibile per Iturbe e Destro. I risultati però non sempre soddisfacenti. Dal 67’ Ljajic 6 – Entra al posto del capitano e prova a ritornare sui suoi livelli dopo il piccolo problema che ha rallentato il suo magic moment. Sfiora il gol del nuovo vantaggio alla fine del primo tempo di extra time.     

Iturbe 6,5 – Ritorna al gol all’Olimpico dopo quello di inizio stagione in Champions League contro lo Spartak Mosca e non esulta. Un gesto polemico e di sfida verso tutti i suoi detrattori. Ha gran voglia di mettersi in mostra e in qualche occasione la foga lo porta a strafare.   

Destro 5 – Poco incisivo in avanti anche quando gli capita qualche buona occasione. Troppo spesso pescato in offside; ciò determina una scarsa attenzione da parte del centravanti che chiede spazio a Garcia.

All. Garcia 5,5 – Schiera una formazione competitiva con Totti in campo da trequartista, dimostrando di volere delle risposte.  Chiede alla squadra di provare a giocare di più in verticale, ma in questo momento la sua squadra sembra ingolfata e in una condizione atletica che lascia a desiderare.

 

 

EMPOLI

Bassi 6,5 – Punito dal gol in avvio da Iturbe ma per il resto dei minuti si destreggia in maniera egregia su ogni occasione giallorossa.

Laurini 5,5 – Prova a premere sull’acceleratore ma dalla sua parte sia Iturbe che Nainggolan hanno voglia di riscatto. Nell’uno contro uno soffre maledettamente la cifra tecnica degli avversari. Dal 52’ Hysaj 6 – Molto meglio del compagno. Complice anche i minuti nelle gambe degli avversari, si disimpegna senza problemi e prova anche ad affondare.

Bianchetti 5,5 – Si fa bruciare subito da Iturbe che lo supera con troppa facilità in occasione del gol. Sfiora anche l’autorete sul finire della prima frazione. Per il resto della partita, il capitano dell’under 21, non mostra tutte le sue qualità dando ragione a Sarri che in campionato lo lascia spesso in panchina.  

Barba 6 – Gara del tutto particolare per lui che è nato e cresciuto a Roma ed è un giocatore della Roma. Lui che ha fatto tutta la trafila nelle giovanili giallorosse sente l’emozione di giocare all’Olimpico ma non sfigura.  

Mario Rui 7 – E’ un profilo molto interessante. Il portoghese non solo ha tanta gamba ma è anche bravo nell’inserirsi nei tempi giusti e difendere con ordine nonostante davanti a lui ci sia il treno Maicon. Protagonista anche di un salvataggio sulla propria linea di porta, finisce esausto.

Vecino 6,5 – Regia lucida e senza disdegnare anche sortite offensive personali. L’assist per il gol di Verdi è spettacolare.  

Signorelli 6 – Il giovane venezuelano è forse ancora troppo acerbo per un campionato (coppa) come quello italiano. In difficoltà contro i più navigati e scaltri centrocampisti giallorossi, non molla mai e lotta contro chiunque.  

Laxalt 5,5 – E’ tra i più vivaci dei toscani ma col passare dei minuti la sua verve si spegne anche perché la superiorità fisica e tecnica di Maicon lo costringo spesso a ripiegare all’indietro.

Saponara 6 – Per forza di cose non poteva essere al top della condizione. L’ex Milan ha però fatto vedere sprazzi di classe, mandando in porta Tavano nell’unica occasione confezionata dall’Empoli nel primo tempo. Dal 56’ Zielinski  6,5 – Appena entrato sfiora il gol con un tiro dal limite che supera di poco la traversa. Entra col piglio giusto sprizzando vivacità da tutti i pori. Si rende protagonista del

Tavano 5,5 – La migliore occasione di tutto il primo tempo capita sui suoi piedi ma la spreca. Sembrava potesse essere il riscatto dell’ex ed invece il numero 10 è sparito fra i centrali difensivi giallorossi. All’ultimo respiro spreca il gol del nuovo pareggio tirando troppo centralmente.  

Maccarone 5,5 – Spazia molto su tutto il fronte offensivo restando troppo lontano dalla zona calda. Per questo non è mai pericoloso. Dal 69’ Verdi 6,5 – Meraviglioso taglio con scatto bruciante su Astori che porta al gol del pareggio.  

All. Sarri 7 – All’Olimpico contro la Roma schiera le seconde linee e il risultato sembra scontato. Invece costringe i padroni ai supplementari perchè la sua squadra, anche se rimaneggiata, conserva la stessa idea tattica e organizzazione.

Arbitro: Di Bello 4,5 – Partita semplice per oltre settanta minuti poi il disastro. Yanga-Mbiwa ferma Zielinski lancia a rete: soltanto cartellino giallo. Grave poi l'assegnazione del penalty che regala ai giallorossi la qualificazione: Zielinski tocca la palla e non la caviglia di Paredes. .  


TABELLINO

ROMA – EMPOLI  2-1 d.t.s.

ROMA (4-3-1-2): Skorupski; Maicon, Yanga-Mbiwa, Astori, Cole (dal 24’ Holebas); Pjanic (81’ Paredes), Nainggolan, De Rossi; Totti (dal 67’ Ljajic); Iturbe, Destro. All: Garcia

EMPOLI (4-3-1-2): Bassi; Laurini (Dal 52’Hysaj), Bianchetti, Barba, Mario Rui; Vecino, Signorelli, Laxalt; Saponara (dal 56’ Zielinski); Tavano, Maccarone (Dal 69’ Verdi). All: Sarri

Arbitro: Di Bello

Marcatori: 5’ Iturbe (R), 80’ Verdi (E), 114’ De Rossi (rig.) (R)

Ammoniti: 54’ Bianchetti (E), 99’ Yanga-Mbiwa (R), 113’ Zielinski (E), 113’ Vecino (E)

Espulsi:  




Commenta con Facebook