• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie B > LA MEGLIO GIOVENTU' - Gatto si esalta, per Petagna, riscatto mancato

LA MEGLIO GIOVENTU' - Gatto si esalta, per Petagna, riscatto mancato

Le pagelle dei talenti della Serie B, in prestito dalle big della massima serie


Andrea Petagna con la maglia del Milan ©Getty Images
Hervé Sacchi (@hervesacchi)

20/01/2015 17:05

LA MEGLIO GIOVENTU TALENTI SERIE B IN PRESTITO DA SERIE A / ROMA - Dopo alcune settimane di assenza, complice la sosta, torna la rubrica di Calciomercato.it dedicata ai giovani talenti di Serie B attualmente in prestito da club di Serie A. Il campionato è ripreso con la prima giornata del girone di ritorno: tra i protagonisti di questa settimana troviamo Leonardo Gatto che, contro il Catania, ha saputo trascinare la sua squadra alla vittoria con un gol e tante azioni individuali che hanno pesato positivamente in favore del Lanciano. Anche Ely, Capezzi e Schiavone sono reduci da un buon inizio di anno. Momento meno positivo invece per Andrea Petagna: passato dal Latina al Vicenza in questo mercato di gennaio, si è ritrovato subito di fronte i suoi ex compagni ma, nell'occasione, non ha certamente fatto bella figura.

 


RODRIGO ELY (Avellino - Milan): 6,5 - Va vicino al gol sugli sviluppi di calcio d'angolo. Tiene bene la posizione su Marchi, limitando molto l'attaccante della Pro.

JHERSON VERGARA (Avellino - Milan) - Infortunato.

ALFRED GOMIS (Avellino - Torino): 6 - La Pro Vercelli non trova spesso la via della porta ma riesce comunque a segnargli una rete. Non ha grosse responsabilità sulla girata di Di Roberto.

GIANMARIO COMI (Avellino - Milan): 5,5 - Non preciso. Nel secondo tempo della gara contro la Pro Vercelli ha una grande occasione per segnare ma la sua conclusione finisce larga di molto.

MICHELE CAMPORESE (Bari - Fiorentina): 6,5 - Ci mette un po' a carburare ma poi controlla bene il suo settore di competenza.

DANIEL BESSA (Bologna - Inter): 6 - Entra nella ripresa, dando forza e qualità al centrocampo del Bologna.

GABRIEL (Carpi - Milan): 6 - Fa il possibile e sui due gol del Livorno non ha pesanti responsabilità.

FILIP JANKOVIC (Catania - Parma) - In panchina contro il Lanciano.

ANTONIO BARRECA (Cittadella - Torino): 5,5 - Non stava bene ma Foscarini ha provato comunque a mandarlo in campo. Esce a inizio secondo tempo, senza aver inciso sulla gara.

ANTONIO PALMA (Cittadella - Atalanta) - Non convocato.

STEVE BELECK (Crotone - Fiorentina) - Non convocato.

MIHAI BALASA (Crotone - Roma) - In panchina contro la Ternana.

MIRKO PIGLIACELLI (Frosinone - Parma): 5 - Dopo aver fatto bene a inizio stagione era stato messo da parte nelle ultime gare del 2014. A Brescia torna titolare, ma commette diverse ingenuità. Inevitabile l'insufficienza.

FEDERICO VIVIANI (Latina - Roma) - Non convocato.

STEFANO PETTINARI (Latina - Roma): 5 - Partita piuttosto sotto tono per l'attaccante nerazzurro che, contro il Vicenza, ha una ghiotta occasione da gol ma non la sfrutta. Pur facendo tanto movimento, non riesce a ritagliarsi lo spazio giusto per la giocata.

GABRIEL APPELT PIRES (Livorno - Juventus) - In panchina contro il Carpi.

ANDREA SCHIAVONE (Modena - Juventus): 6,5 - Certamente positiva la sua partita, condita anche dal gol a inizio gara. Si distingue anche in fase di copertura. Completo.

STEFANO BELTRAME (Modena - Sampdoria) - In panchina contro il Cittadella.

MARCO FOSSATI (Perugia - Milan): 5,5 - Non al top come al solito. Fatica a gestire la manovra, mostrandosi un po' troppo in difficoltà.

VALERIO VERRE (Perugia - Udinese): 6 - Partita a due facce. Piuttosto bene nel primo tempo, non riesce a trovare spunti nella ripresa. Al che Camplone lo sostituisce con Parigini, per cercare anche di dare più spinta offensiva.

EDOARDO GOLDANIGA (Perugia - Chievo Verona) - Non convocato.

BRAYAN PEREA (Perugia - Lazio) - In panchina.

VINICIUS (Perugia - Lazio): 6 - Entra nel secondo tempo. A freddo. Cerca di dare una mano alla squadra, in maniera impegnata.

VITTORIO PARIGINI (Perugia - Torino): 5,5 - Prende il posto di Verre. Si vede subito che ha tanta voglia di cambiare le sorti della gara ma allo stesso tempo non riesce a trasformare tale voglia in fatti.

NICCOLO' BELLONI (Pro Vercelli - Inter): 5,5 - In altre occasioni ha saputo rendersi maggiormente pericoloso. Contro l'Avellino non era al 100% e si è visto.

GIACOMO BERETTA (Pro Vercelli - Milan): 5,5 - E' giovane e cerca di mettersi in luce. Ha carattere e personalità, però spesso queste qualità non vengono premiate nonostante l'impegno.

MARKO BAKIC (Spezia - Fiorentina): 5 - Solitamente si rivela uno dei giocatori più importanti per la sua squadra, ma contro il Varese stecca la gara.

LUCA CRECCO (Ternana - Lazio): s.v. - Entra a 15' dalla fine.

MATTIA ARAMU (Trapani - Torino) - In panchina contro il Pescara.

CEPHAS MALELE (Trapani - Palermo) - In panchina contro il Pescara.

LEONARDO CAPEZZI (Varese - Fiorentina): 6,5 - Gran talento, ma lo si sapeva. Molto bene nel primo tempo, cala leggermente nella ripresa ma la sua gara resta positiva.

ANDREA PETAGNA (Vicenza - Milan): 5 - Poteva essere la giornata del riscatto. Dopo essersi trasferito a Vicenza dal Latina, si ritrova subito di fronte ai suoi ex compagni. Viene buttato nella mischia a poco meno di 20' dalla fine e ha in pochi minuti ha due chance per segnare, di cui una colossale. Vengono entrambe sprecate. Insomma, ha mancato l'appuntamento per la vendetta sportiva.

MARIO SAMPIRISI (Vicenza - Genoa): 6 - In miglioramento, contro lo Spezia disputa una gara accorta trovando anche spazio per spingersi in avanti.

POL GARCIA (Vicenza - Juventus): 5,5 - Rimedia l'espulsione nel finale di gara, che sarebbe potuta costare cara alla sua squadra. E invece il Vicenza porta a casa l'intera posta.

MARCO PINATO (Virtus Lanciano - Milan): 6 - Mette sostanza nel finale di gara, quando gli abruzzesi devono mantenere in cassaforte il risultato.

LEONARDO GATTO (Virtus Lanciano - Atalanta): 7 - Ha qualche difficoltà quando Belmonte gli sta addosso. Quando esce Spolli, il difensore viene dirottato e con Coppola dalle sue parti lui ne approfitta: veloce e dinamico diventa assoluto protagonista della gara, segnando anche una delle tre reti con cui il Lanciano batte il Catania.




Commenta con Facebook