• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > L'ALTRO CALCIO - Sant'Egidio contro il razzismo. Paternò: presidente chiude la curva

L'ALTRO CALCIO - Sant'Egidio contro il razzismo. Paternò: presidente chiude la curva

La rubrica di Calciomercato.it che approfondisce la passione del calcio dilettantistico


Il comunicato del Paternò (Sito ufficiale Paternò)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

20/01/2015 17:17

L'ALTRO CALCIO SANT'EGIDIO POGGESE RAZZISMO PATERNO' ULTRAS / ROMA - Il calcio è passione, a qualsiasi livello. Il mondo del pallone non è costituito solamente dalla ricca cornice degli scenari professionistici. La sublimazione di questo sport la si trova anche dalla Serie D in giù, dove di soldi ne girano pochi ma di storie interessanti ce ne sono a volontà. Nuovo appuntamento per la rubrica di Calciomercato.it alla scoperta di quello che abbiamo rinominato 'L'Altro Calcio', per dar visibilità anche a chi, mediaticamente, ne ha molta meno.

SANT'EGIDIO CONTRO IL RAZZISMO

La lotta al razzismo può e deve anche passare attraverso la solidarietà. L'esempio migliore arriva da Poggio Rusco, in provincia di Mantova. Durante la partita di Coppa Faveri (categoria juniores) tra i padroni di casa della Poggese ed il Sant'Egidio-San Pio è andata in scena una clamorosa protesta da parte degli ospiti. Nel secondo tempo un giocatore della Poggese (che conduce per 4-0) viene atterrato con un fallo da un avversario di colore. La reazione del ragazzo porta ad un insulto di matrice razzista che non viene udito dall'arbitro. L'allenatore ospite, amareggiato, protesta e prende la via della tribuna. In campo i giocatori del Sant'Egidio si lasciano andare ad una gesto più unico che raro. Già ridotti in 8 per tre espusioni, il portiere commette volontariamente fallo da ultimo uomo mentre il capitano applaude platealmente il direttore di gara che estrae il rosso per entrambi. Il Sant'Egidio-San Pio rimane in sei uomini e la partita viene interrotta per mancanza di numero legale. Un gesto di solidarietà da parte dei giocatori e dell'allenatore verso il proprio compagno. Un comportamento che va oltre il mero risultato sportivo, tanto che gli autori della protesta hanno dichiarato di non aver più interesse né a finire la gara né a perderla. Ora la palla passa all'arbitro che con il suo referto sarà decisivo per le conclusioni del giudice sportivo.


PATERNO': PRESIDENTE ESCLUDE GLI ULTRAS

Stefania Amato, presidente del Paternò, ha deciso: gli ultras non potranno più andare allo stadio, con la curva che sarà chiusa per tutto il prosieguo della stagone. Una presa di posizione forte e coraggiosa che deriva da un fatto increscioso. Dopo la brutta sconfitta con il Città di Scordia (4-0 il risultato) infatti i tifosi più accesi della compagine siciliana hanno minacciato i giocatori, arrivando ad intimare di togliere la maglia (pratica già tristemente nota nel nostro calcio) in quanto non 'degni' di indossarla. La reazione della presidente Amato è forte e si può leggere in un comunicato stampa comparso sul sito ufficiale della società. "La Curva Sud rimarrà chiusa fino a fine stagione - si legge - Certi comportamenti sono assolutamente censurabili e non meritano di essere esibiti nei campi di calcio e per di più aggravati perché avvenuti nei confronti di una donna come la presidente Stefania Amato". Nella nota si legge anche che il Paternò si riserva di agire in sede legale contro i responsabili di tale gesto. Un reazione forte ma necessaria da parte della presidente Amato che diventa un esempio di come il calcio non debba essere strumentalizzato da facinorosi che nulla hanno a che vedere con questo sport.




Commenta con Facebook