• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-SASSUOLO

Menez gira a vuoto, Essien e De Sciglio disastrosi. Si salva solo Bonaventura. Berardi illumina, Sansone e Zaza ribaltano la gara


Esultanza Sassuolo (Getty Images)
Stefano Carnevali

06/01/2015 16:59

PAGELLE TABELLINO MILAN-SASSUOLO / MILANO – Ecco le pagelle e il tabellino di Milan-Sassuolo.

 

MILAN

Diego Lopez 6 – All'inizio è totalmente disoccupato, poi subisce un gol senza responsabilità. Quando il Milan soffre, il Sassuolo arriva spesso dalle sue parti, ma senza costringerlo alla parata. Bravo in alcune uscite. Nulla può sul gol di Zaza.

Rami 5 – Recupero lampo e nuovo impegno come terzino destro, ruolo che evidentemente lo diverte. Il francese, infatti, spinge con continuità e propositività. Meno preciso, però, rispetto ad altre prestazioni. Quando il Milan smette di giocare, però, la sua fascia è quella che soffre di più: in ritardo sul pareggio di Sansone è latitante anche in altre occasioni. Secondo tempo con troppi errori in fase di spinta. Dal 74' Abate 6 - Entra in modo molto positivo nella partita, cercando se non altro di dare un po' di ritmo all'azione rossonera. 

Alex 6 – Al rientro, si riprende il controllo della difesa rossonera. Con classe e autorità. Al 25' salva il Milan dopo un errore incredibile di Essien. Scavalcato da Berardi in occasione del parggio del Sassuolo. Anche lui sorpreso sul gol di Zaza.

Zapata 6 – Non commette errori difensivi rilevanti, anche se non appare mai 'granitico'. Più in difficoltà quando si tratta di portare palla. Bravo nel duello con Zaza. Nel secondo tempo passa sul centro destra per aiutare Rami.

De Sciglio 4,5 – Anche lui al rientro dopo il lungo stop. Ancora una volta la sua prestazione è ordinata, ma funestata da troppi errori in fase di palleggio e troppi falli ingenui. Con il passare dei minuti, Berardi sale in cattedra. E vorrà ben dire qualcosa. Zero contributi in fase di spinta.

Poli 6 – Il gol premia l'ottimo momento di forma dell'ex doriano che ha spesso occasioni per segnare, ma altrettanto spesso le spreca. I suoi inserimenti sono sempre importanti, così come il suo dinamismo. Fatica anche lui nella seconda parte di gara. 

Essien 4,5 – Piazzato nel cuore della mediana. Comincia con qualche brivido. Via via cresce nella quantità di palloni giocati e soprattutto recuperati. Gli errori di palleggio, però, sono troppi. A tratti anche gravi. Ma soprattutto inaccettabili, per un giocatore della sua esperienza. Entra anche nell'azione dell'1-1 del Sassuolo, con un intervento difensivo impreciso. Dal 65' Cerci 6 – Ha subito una grande occasione, ma si fa 'mangiare' dall'uscita di Consigli. Dà un po' di vivacità, ma non incide sul serio. 

Montolivo 5,5 – Mezz'ala sinistra, con compiti di regia. Si alza e accentra molto spesso per giocare a ridosso delle punte. Importante anche per le chiusure. Perde un pallone comodo e dà l'avvio all'azione dell'1-1 emiliano. Male anche nella ripresa, soprattutto quando calcia le palle inattive.

Bonaventura 6,5 – Stretto, vicino a Menez e Montolivo. Via via si trova a svariare su tutto il centro-destra dell'attacco. Ed è sempre importante, sia per il ritmo, sia per la qualità che garantisce. A tratti è costretto a lottare da solo.

El Shaarawy 5 – Parte sempre molto largo ed è più che vivace. Il problema è sempre nel momento della rifinitura o del tiro, quando il Faraone è davvero troppo impreciso. La sua generosità difensiva non si discute, così come la sua impalpabilità offensiva. Scompare nella ripresa. Dal 70' Pazzini 6 - Sfiora il gol, ma trova un super Consigli sulla sua strada. 

Menez 5 – E' impressionante come 'non veda' mai nessuno dei compagni in aiuto. Gioca ostinatamente in solitaria, preferendo il tiro da posizione impossibile all'appoggio naturale. Via via si abbassa sempre più e gioca lontanissimo dalla porta, in una zona di campo dove risulta del tutto inutile.

All: Inzaghi 5 – Adesso il Milan è davvero una sua creatura. Nono solo a livello di morale e gruppo. La squadra interpreta un canovaccio ben studiato, che produce un gioco più efficace che spettacolare. Ma in questa fase è questo che serve. Purtroppo per i rossoneri, si tratta di un'illusione temporanea. Il black-out di metà primo tempo (con errori individuali in serie) è però grave. Dopo il pareggio subito, il Milan si smarrisce. 

 

SASSUOLO

Consigli 6,5 – Qualche errore di troppo con i piedi. Senza colpe evidenti sul gol di Poli. Poi di parate vere non ne fa. Grande uscita su Cerci al 21' del secondo tempo. Miracoloso al 75' su Pazzini. Bravo anche dopo. 

Gazzola 6,5 – Sempre in difficoltà sulle iniziative del Milan dalla sua parte, entra – pasticciando – nell'azione del gol di Poli, quando El Shaarawy ne 'sporca' l'intervento difensivo. Cresce di molto con il passare di minuti e non sbaglia più nulla, estromettendo il Faraone dalla partita. Nel finale salva il risultato con alucune chiusure determinanti sul secondo palo. 

Cannavaro 6 – Il Milan non concede riferimenti e lui va un po' in difficoltà. Bruciato da Poli in occasione del gol del centrocampista del Milan. Cresce con il Sassuolo perché, progressivamente il Milan diventa statico e prevedibile. Rischia molto con un intervento a braccia larghe in area. 

Acerbi 5,5 – Anche lui patisce l'assenza di riferimenti in marcatura. Piantato a terra in occasione del gol del Milan. Seconda parte di gara più solida, ma rischia sempre qualcosa di troppo. 

Peluso  6 – Il Milan attacca soprattutto dall'altra parte, ma l'azione del vantaggio passa proprio dalla fascia sinistra del Sassuolo. Bonaventura è spesso accentrato, ma quando incrocia con lui lo mette sempre in difficoltà. Meglio nel secondo tempo. 

Biondini 6,5 – Grande lavoro per limitare Montolivo, risultati non incoraggianti. Molto meglio nella seconda parte di gara, quando sembra essere dappertutto. 

Manganelli 6 – Pomeriggio di sofferenza. Il Milan si impadronisce da subito del pallino del gioco e la sua regia ne risente molto: pochi palloni toccati, tanti errori commessi. Quando la partita cambia, però, migliora un po'. Più per efficacia 'bruta', che per qualità.

Missiroli 6,5 – In avvio è tra i meno positivi, poi però le sue giocate cominciano ad essere efficaci e inizia a mettere in difficoltà Rami. Finale in crescendo.

Berardi 7 – Parte molto preoccupato di quello che avviene alle sue spalle, visto che da quella parte la 'cerniera' rossonera è molto propostitiva. Nella seconda parte del primo tempo, però, si scuote: mette sotto De Sciglio e diventa la fonte primaria del gioco neroverde. Cala parecchio nella ripresa. Dal 76' Brighi 6 - Contribuisce a difendere il risultato. 

Zaza 6,5 – Tanta fatica, perché Alex e Zapata lo controllano bene. Quando il Milan comincia a sbandare, però, è importante per come alimenta la manovra. In porta, però, non tira mai e commette troppi errori anche in rifinitura. Poi segna con una grande conclusione, sfruttando il disastro della difesa del Milan. Dall'88' Floccari SV -.

N. Sansone 6,5 – All'inizio è ben controllato da Alex e Rami poi, quando il Milan inanella errori 'in uscita' in serie, trova tanto spazio. Firma il pareggio sfruttando il grande assist di Berardi. Dall'85' F. Flores SV -.

All: Di Francesco 6,5 – Non comincia bene il Sassuolo, che risulta in balia del Milan per oltre 25'. Poi cominciano gli errori di palleggio del Milan e il Sassuolo sale in cattedra con grande verticalità e velocità. Soprattuto, i nerovrerdi sfruttano con cinismo ogni errore del Milan. Il Sassuolo ha tutte le carte in regola per diventare una realtà della Serie A, perché sceglie sempre la via del gioco. 

 

Arbitro: Di Bello 5 – Un buon primo tempo, anche se pasticcia al 34': vede un fallo di mano (dubbio) di Alex e non applica la norma del vantaggio, che avrebbe favorito il Sassuolo. Qualche errore anche sull'assegnazione di alcune rimesse in gioco. Dubbi al 73' per un mani in area di rigore del Sassuolo: la sensazione è che Cannavaro intervenga effettivamente in modo scomposto. 

 

MILAN-SASSUOLO 1-2

MILAN (4-3-2-1): D. Lopez; Rami (74' Abate), Alex, Zapata, De Sciglio; Poli, Essien (65' Cerci), Montolivo; Bonaventura, El Shaarawy (70' Pazzini); Menez. All: Inzaghi

SASSUOLO (4-3-3): Consgili; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Manganelli, Missiroli; Berardi (76' Brighi), Zaza (88' Floccari), N. Sansone (85' Floro Flores). All: Di Francesco

Arbitro: Di Bello di Brindisi

Marcatori: 9' Poli (M); 28' N. Sansone, 68' Zaza (S)

Ammoniti: 34' Alex, 60' Menez (M); 60' Cannavaro , 74' Gazzola (S)

Espulsi: 40' Magni (preparatore portieri Milan)

Note:

 




Commenta con Facebook