• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI VALENCIA-REAL MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI VALENCIA-REAL MADRID

Straordinario Otamendi, Orban in difficoltà. Ronaldo segna sempre, J. Rodriguez irriconoscibile


Nicolàs Otamendi (Getty Images)
Valerio Sesti

04/01/2015 18:53

Ecco le pagelle di VALENCIA-REAL MADRID:

 

VALENCIA

Diego Alves 7 – Sicuro nelle uscite, non può nulla sul rigore. Stringe i denti nel primo tempo nonostante un problema alla caviglia. Nella seconda frazione miracoloso su Isco a cinque minuti dalla fine.

Otamendi 7 – Prova a reggere la spinta continua degli avversari limitando gli errori e rischiando il meno possibile. Decisiva la sua scivolata che disturba Bale al 58' a pochi passi da Diego Alves. Gran gol del 2-1 con uno stacco imperioso. Leader vero il “Muro”.

Mustafi 6 – Spesso si trova uno contro uno vs. Cristiano Ronaldo e sono dolori: il portoghese palla al piede è immarcabile e lui arranca come può. Nonostante sia sotto pressione, non lesina una grinta straordinaria. Positivo.

Orban 5,5 – Questo pomeriggio ha un cliente scomodissimo di fronte, ossia Bale e spesso deve ricorrere al fallo per fermare la freccia gallese. Non mostra grande sicurezza e dalla sua parte il n. 11 del Real trova spazi insperati. Frastornato.

Barragan 6 – Buona corsa, ma molta poca qualità con il pallone tra i piedi; ha una buoan occasione a fine primo tempo sciupando tutto con un tiro velletario. Nella ripresa però si riscatta siglando, anche con un po' di fortuna, un momentaneo pareggio preziosissimo. A metà secondo tempo sbaglia la palla clamorosa del 3-1 (nonostante fosse in netto fuorigioco). Dal 73' Feghouli 6 – Si cala subito nella partita dando il suo importante contributo.

Gomes 6,5 – Il talentuoso centrocampista dei padroni di casa offre grande sostanza in mezzo al campo e precisione in fase di costruzione. Sfiora il pareggio a fine primo tempo con un gran sinistro (deviato) che colpisce il palo. Vicino nuovamente al vantaggio ad inizio ripresa con un gran sinistro al volo che esce di qualche centimetro. Giocatore dal futuro assicurato.

Parejo 6,5 – Il capitano è il metronomo del centrocampo valenciano; ottima determinazione e gestione del pallone, le sue folate danno il là alle occasioni più pericolose dei padroni di casa. Leader.

Enzo Perez 5 – Il nuovo acquisto subito schierato in campo dal tecnico portoghese del Valencia e a tratti sembra spaesato. Fatica a trovare le giuste misure, a tratti nervoso e troppo falloso.

Alcacer 5,5 – Non è pungente come siamo abituati a vederlo; sciupa a pochi minuti dal termine del primo tempo un tap in decisivo. Giocatore di grande classe e talento purissimo: oggi però è schiacciato tra Pepe e Sergio Ramos. Quando si accende fornisce assist decisivi ai compagni.

Negredo 6 – Ingenuo il fallo di mano che consegna il vantaggio su rigore degli ospiti; tanto lavoro sporco, ma quasi mai pericoloso in area di rigore madrilena. Lotta comunque come un leone essendo il primo difensore del Valencia. Generoso. Dall'80' Rodrigo s.v.

Piatti 5,5 – Esce a metà primo tempo a causa di un infortunio muscolare. Nei primi 20 minuti soffre la spinta di Bale. Dal 23' Gayà 6,5 – Ingrana subito il terzino classe '95. Coraggio e voglia di fare bene le qualità migliori. Compie egregiamente entrambe le fasi.

All. Espirito Santo 8 – I suoi ragazzi sono aggressivi fin da subito dimostrando grande intensità e gioco maschio (forse anche troppo). Il Valencia, però, è squadra vera e coraggiosa che non disdegna mai a giocare ed a fare la partita anche al cospetto di una corazzata come il Real. Il cambio Barragan-Feghouli è l'emblema del suo credo. Complimenti.

 

REAL MADRID

Casillas 6,5 – Sempre criticato, ma sempre decisivo quando viene chiamato in causa: perfetto nell'uscita con la quale stoppa Paco Alcacer nel primo tempo. Nella ripresa non può nulla sulle reti dei padroni di casa.

Carvajal 5,5 – Non è propositivo come le ultime uscite; per lunghi tratti fatica in fase difensiva.

Ramos 5 – Recuperato all'ultimo da Ancelotti, schierato ovviamente dall'inizio; è la vera anima, non solo della difesa, ma dell'intera squadra. Fatica con Negredo e nervoso per tutto il match. Si perde colpevolmente Otamendi in occasione del gol. Errore decisivo.

Pepe 6,5 – Conduce una gara senza sbavature infondendo sicurezza la reparto: sta senza dubbio disputando la sua migliore stagione da quando è al Real Madrid. Sfortunato nella deviazione del pareggio del Valencia. È l'ultimo a mollare.

Marcelo 6 – Subito intraprendente fin dalle prime battute, in fase offensiva è sempre ficcante, stranamente attento difensivamente. Cala nella ripresa. Partita sufficiente.

Isco 5 – Da mezz'ala non dà il meglio di sé e si vede, falloso e poco concreto con il pallone tra i piedi. Sfiora il pareggio di testa all'85'. Spento.

Kroos 6,5 – È il geometra del centrocampo del Real, con la sua tranquillità e classe dà ordine alla squadra di Ancelotti. Compie entrambe le fasi con estrema sicurezza. Giocatore vero.

J. Rodriguez 4,5 – Fatica a trovare le giuste misure nella prima frazione; tocca pochi palloni ed in fase di contenimento è costretto troppe volte a rincorrere gli avversari. Nella ripresa il Real è ancora più sotto pressione e lui soffre tremendamente. Giustamente sostituito. Dal 71' Khedira 5,5 – Inserito in un momento delicato, non riesce pienamente a dare il suo contributo.

Bale 6 – Le sue accelerazioni sono devastanti e creano sempre problemi alla difesa locale. In forma come quest'oggi è praticamente immarcabile. Sbaglia una clamorosa occasione ad inizio ripresa. Giocatore totale. Dal 71' Jesè 5 – non offre la scossa che vorrebbe il suo allenatore.

Benzema 5 – Primo tempo piuttosto anonimo per il centravanti francese, a volte fuori dal gioco e mai servito adeguatamente dai compagni. Nella ripresa la musica non cambia e tocca ancora meno palloni. Sostituito tardivamente. Dall'80' Hernandez s.v.

Ronaldo 6 – Non sbaglia mai: prima occasione al 13' e non fallisce il penalty del vantaggio. Sbaglia poco dopo il 2-0. È un pericolo costante per la difesa valenciana quando cambia passo, anche se non sembra devastante come gli capita praticamente sempre.

All. Ancelotti 6 – Il suo Real è una squadra straordinaria, praticamente senza alcun difetto. Oggi, però, si accendono a tratti e sembrano sotto tono. Neo della partita di oggi: cambi troppo tardi. Nonostante ciò soltanto i suoi ragazzi possono perdere questo titolo che fino ad ora stanno strameritando.

Arbitro: Jil Manzano 6,5 – Giusto assegnare il calcio di rigore al 13' per fallo di mano di Negredo. Sempre abbastanza vicino all'azione, distribuisce correttamente quasi tutte le ammonizioni. Poco chiaro il cartellino giallo a Gayà appena entrato. Ok lasciare correre al 26' su fallo di mano di Orban in area di rigore. Partita molto fallosa, ma il direttore di gara la tiene sempre in pugno. Promosso.

 

TABELLINO

VALENCIA-REAL MADRID 2-1

VALENCIA (3-4-3): Diego Alves; Mustafi, Otamendi, Orban; Barragan (dal 73' Feghouli), Gomes, Parejo, Enzo Perez; Alcacer, Negredo (dall'80' Rodrigo), Piatti (dal 23' Gayà). All: Espirito Santo.

REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Carvajal, Varane, Pepe, Marcelo; Isco, Kroos, James Rodriguez (dal 71' Khedira); Bale (dal 71' Jesè), Benzema (dall'80' Hernandez), Ronaldo. All: Ancelotti.

Arbitro: Jil Manzano.

Marcatori: 14' rig. Ronaldo (RM), 52' Barragàn (V), 65' Otamendi (V).

Ammoniti: 15' Ramos (RM), 23' Gayà (V), 29' Enzo Perez (V), 33' Mustafi (V), 39' Isco (RM), 42' Alcacer (V), 43' Parejo (V), 59' Orban (V), 63' Carvajal (RM).

Espulsi: -




Commenta con Facebook