• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Germania > Bayern Monaco, Benatia: "Parole travisate. Basta invenzioni e polemiche sul mio addio alla Roma"

Bayern Monaco, Benatia: "Parole travisate. Basta invenzioni e polemiche sul mio addio alla Roma"

Con una lettera l'ex difensore giallorosso ha voluto fare chiarezza in merito ad un'intervista circolata nei giorni scorsi


Mehdi Benatia © Getty Images

02/01/2015 18:34

BAYERN MONACO BENATIA LETTERA ROMA / ROMA - Una lettera, per dire la sua e fare chiarezza. Medhi Benatia, attraverso il portale 'tuttosport.com', nega di aver mai dichiarato di aver deciso di lasciare la Roma in estate, direzione Bayern Monaco, a causa degli scontri in occasione dell'ultima finale di Coppa Italia che hanno portato alla morte di Ciro Esposito. Ecco il testo integrale della lettera scritta dal difensore marocchino:

"Ho deciso di scrivere queste righe da Dubai, dove sono stato premiato a“Globe Soccer” e dove sto concludendo la mia vacanza prima di tornare al lavoro con il Bayern Monaco, per chiudere una volta per tutte quella che considero una sterile polemica fatta di messaggi twitter, accuse, contro-risposte, articoli manipolati, titoli forzati, ingigantiti, addirittura ribaltati. Colgo l’occasione per ribadire che nel mio tweet di fine anno, nel quale ho espresso un giudizio generico e negativo sui giornalisti, il mio bersaglio non era assolutamente Tuttosport, di cui peraltro nutro grande stima per la cordiale amicizia che mi lega a Massimo Franchi. Io ce l’avevo con alcuni siti internet che hanno completamente stravolto un mio concetto espresso nel forum di Dubai e confermato su 'Sky'. Ho parlato di 'orrori' nella finale di Coppa Italia dello scorso maggio e ho sottolineato la differenza che c’è con la Germania dove puoi tranquillamente portare la famiglia allo stadio, senza alcun timore. Ma non mi sono mai sognato di dire che ho lasciato la Roma, alla quale resto legatissimo e alla quale auspico di vincere lo scudetto, per la tragedia di Ciro Esposito. Questa sì una totale, clamorosa, vergognosa invenzione. Anzi, ne approfitto per mandare un messaggio di cordoglio alla mamma e alla famiglia dello sfortunato tifoso napoletano".

L.P.




Commenta con Facebook