• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, da Shaqiri a Rolando: tutti gli obiettivi in entrata e uscita per gennaio

Calciomercato Juventus, da Shaqiri a Rolando: tutti gli obiettivi in entrata e uscita per gennaio

La società vuole assicurare almeno un rinforzo in difesa ad Allegri


Xherdan Shaqiri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

01/01/2015 11:07

CALCIOMERCATO JUVENTUS ACQUISTI CESSIONI GENNAIO / ROMA - La Juventus si copre: no, non si parla del freddo polare che da qualche giorno sta attraversando l'Italia, ma della strategia per il calciomercato di gennaio dei bianconeri. Il primo posto in classifica con tre punti di vantaggio sulla Roma, il miglior attacco e la difesa meno battuta del campionato, non consentono comunque a Marotta di poter andare in vacanza: il calciomercato Juventus dovrà regalare ad Allegri almeno un difensore per poter allungare una coperta che fin qui per il tecnico bianconero è stata sempre troppo corta nel reparto arretrato.

CERCASI UN RINFORZO PER LA DIFESA: ROLANDO IN POLE

La missione dei dirigenti bianconeri è chiara: trovare un difensore in grado di entrare subito nel turnover di Allegri. Barzagli è ancora fermo ai box, al momento i tempi di recupero non sono ancora precisi, e non basta il ritorno imminente di Caceres per mettere a poso un reparto spesso in difficoltà dal punto di vista numerico. Marotta è al lavoro per assicurare presto un rinforzo per la retroguardia bianconera: il nome più gettonato negli ultimi giorni è quello di Rolando, ex Inter e Napoli, di proprietà del Porto. Quella del centrale portoghese sarebbe un'operazione a basso costo che acconterebbe tutti: la società che non spenderebbe cifre esorbitanti e Allegri che si ritroverebbe un calciatore con alle spalle già un anno e mezzo di esperienza in Italia. Resta però da vincere la resistenza del Porto. I lusitani chiedono 1 milione per il prestito e sei milioni per il riscatto, mentre la Juventus offre 500mila euro subito e 4 milioni a giugno. Più difficili, invece, le piste che portano a Dragovic, Chiriches, Nastasic e Balanta: su quest'ultimo, come rivelato da Calciomercato.it, c'è il forte interesse della Roma

Altra trattativa che riguarda il reparto arretrato della Juventus è quella con il Barcellona per Martin Montoya. Come dichiarato più volte dall'agente ai nostri microfoni, il terzino spagnolo vuole lasciare il club catalano e i bianconeri sono tra le squadre in lista per rilevare il cartellino del 23enne, anche se l'operazione non si preannuncia semplice. Sembra, invece, tutto fatto per il rinnovo di Lichtsteiner

SNEIJDER O SHAQIRI: LA TREQUARTI SI RINNOVA

Altra operazione in entrata al vaglio di Marotta è quella per un trequartista: il passaggio al 4-3-1-2 voluto da Allegri ha di fatto creato una possibilità per un nuovo arrivo. Nella prima parte di stagione, Pereyra e Vidal si sono alternati alle spalle della coppia di attacco (Tevez-Llorente quella preferita dal tecnico), ma per dare l'assalto al quarto scudetto e per fare più strada possibile in Champions League, la società è alla ricerca dell'occasione per dare fantasia al reparto avanzato. Il nome giusto potrebbe essere Shaqiri del Bayern Monaco, nel mirino anche dell'Atletico Madrid dopo la partenza di Cerci e dell'Inter: come anticipato in esclusiva dalla nostra redazione, i tedeschi starebbero considerando la possibilità di cederlo in prestito con diritto di riscatto. Ipotesi intrigante quella di Sneijder: in entrambi i casi, la società di corso Galileo Ferraris non ha intenzione di sborsare cifre elevate a gennaio. 

DAL RINNOVO DI GIOVINCO A MOTTA E PEPE: LE SPINE DI MAROTTA

Ma il mercato della Juventus è in fermento non solo in entrata: in bilico c'è Sebastian Giovinco il cui contratto scadrà a giugno 2015 e per il quale il rinnovo appare lontano. Difficile un suo addio immediato, quasi certa invece la partenza a giugno (la Fiorentina è la destinazione più probabile). Poi ci sono i casi Motta e Pepe, calciatori quasi mai utilizzati da Allegri e destinati a lasciare Torino se dovesse esserci l'occasione. 

Già, un'occasione: quella che Marotta attende per regalare il primo 'botto' dell'anno ai tifosi della Juventus.  




Commenta con Facebook