• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Calciomercato Napoli, da Darmian a Mario Suarez: tutti gli obiettivi in entrata ed uscita per gennai

Calciomercato Napoli, da Darmian a Mario Suarez: tutti gli obiettivi in entrata ed uscita per gennaio

Il punto sulle strategie azzurre per il 2015


Darmian (Getty Images)
Antonio Papa

01/01/2015 10:30

CALCIOMERCATO NAPOLI 2015 / NAPOLI Tutto fatto, ora ci si può concentrare sulle rifiniture. Dopo qualche sessione da cicala, per quest'inverno Riccardo Bigon ha deciso di fare la formica. Il difficile a fari spenti, prima che iniziasse il gelido inverno, prima che la bagarre di gennaio rischiasse di complicare terribilmente le cose. Visite mediche per Strinic, firma imminente per Gabbiadini. Al fischio di inizio del mercato di riparazione il Napoli sarà già bello che riparato. E si punterà agli obiettivi in seconda battuta.

L'OBIETTIVO DEL NAPOLI PER IL 2015: TUTTO SU DARMIAN

Il problema più grave era senz'altro quello del terzino sinistro. Senza Ghoulam (in Coppa d'Africa), con il mistero Zuniga ancora lontanissimo da una soluzione, Benitez rischiava di ritrovarsi a coprire la fascia con Britos. Arriva invece il croato a tamponare, ora starà a lui confermarsi anche per la prossima stagione. Il nuovo obiettivo adesso è sulla destra e risponde al nome di Matteo Darmian, complice anche la difficoltà di arrivare ad Alvaro Arbeloa. Polivalente, Nazionale azzurro, utile anche per le nuove norme FIGC che il prossimo anno vorranno un tetto minimo di italiani, il 25enne del Torino è il primo obiettivo per quanto riguarda le fasce. Il problema è che Cairo ha sparato alto: l'altra metà del cartellino di El Kaddouri, un conguaglio in denaro e il cartellino di Zapata, che il Napoli ora come ora cederebbe solo in prestito, e non è neanche detto. Trattativa complicata ma non impossibile, molto più plausibile per giugno. L'ipotesi che invece prende sempre più quota è quella che coinvolge Ron Vlaar, centrale olandese dell'Aston Villa col contratto in scadenza. Bigon vuole accelerare, probabilmente lo farà se arriva un'offerta concreta dell'Internacional Porto Alegre per Henrique o se Britos (altro uomo in scadenza 2015) davvero accetta la corte del Palermo, magari in uno scambio con l'altro prossimo free-agent Munoz. Chissà.

LE PISTE PER IL CENTROCAMPO AZZURRO DA LUCAS LEIVA A CAMACHO

Niente di nuovo invece in mezzo al campo. I quattro centrali sembrano difficili da smuovere, chi per difficoltà di cessione a prezzi soddisfacenti (gli '84 Inler e Gargano) chi invece per importanza anche in chiave futura (l'89 David Lopez e il '91 Jorginho). L'unico che potrebbe partire è il giovanissimo Radosevic, neanche un minuto quest'anno, ma il buco non sarà coperto di certo con un top player. Diverso il discorso nel caso in cui uno del quartetto facesse le valigie. Nella lista di Benìtez ci sono alcuni dei nomi che tenevano banco anche in estate. Mario Suarez in pole, con Lucas Leiva stavolta più defilato e la new entry Camacho del Malaga. Cedere per comprare, a meno che l'acquisto di Gabbiadini non prevedesse una definitiva conversione al 4-3-3. In quel caso un altro mediano non potrebbe che far comodo.

POCHO (IM)PROBABILE

La notizia degli ultimi giorni è che Ezequiel Lavezzi ha chiuso definitivamente con il PSG. Difficile che dietro questa rottura ci sia il Napoli, operazione nostalgia che sarebbe difficilmente proponibile anche a livello tattico. Più probabile un matrimonio con l'Inter, visto che il Pocho non ha mai fatto mistero di preferire una nuova avventura nella modaiola Milano piuttosto che la caotica partenope. Da tener d'occhio invece l'idea Taarabt, specie se arriva a prezzi di regalo e il Milan non lo prende più, visto il colpo Cerci. Sempre meno probabile invece l'ipotesi di una nuova punta che fare da vice-Higuaìn. La quasi incedibilità di Zapata e l'arrivo di Gabbiadini (che il 9 può farlo senza problemi) rendono la ricerca molto meno impellente. Se cambiassero le carte in tavola con il colombiano (leggi trattativa Darmian) le cose potrebbero evolversi diversamente. Ma per ora fasciarsi la testa sarebbe esercizio inutile e illusorio. Come se gennaio non regalasse già abbastanza voci effimere...




Commenta con Facebook