• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato, da Nainggolan a Edmundo: i colpi e i flop di gennaio

Calciomercato, da Nainggolan a Edmundo: i colpi e i flop di gennaio

Il mercato di riparazione tra acquisti indovinati e autentichi bidoni


Radja Nainggolan (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

01/01/2015 11:00

CALCIOMERCATO GENNAIO COLPI E FLOP / ROMA - C'è il colpo alla Cavani, ma anche il flop alla Edmundo: il calciomercato di gennaio da quando è stato istituito in Serie A ha riservato sorprese amare ed altre un po' più dolci. Così capita che dalla calza della Befana esca fuori un cioccolatino come Edinson Cavani, portato in Italia dal Palermo nel gennaio 2007, ma anche un carbone con le sembianze di Josè Mari, attaccante spagnolo pagato a suon di miliardi dal Milan ma capace di mettere insieme in tre anni 52 presenze e appena 5 gol. 

Nella storia del calciomercato invernale di top e flop se ne contano a decine: nel passato recente è sicuramente da mettere tra i primi Radja Nainggolan che la Roma lo scorso gennaio ha soffiato ad una folta concorrenza per farlo diventare un perno fondamentale del centrocampo di Garcia. Colpo a metà quello messo a segno dal Milan con Balotelli nel 2013: per sei mesi 'SuperMario' ha trascinato i rossoneri verso la Champions assumendo le sembianze di un vero affare di calciomercato, per trasformarsi poi in flop nella stagione successiva e arrivare alla separazione di quest'estate. Ma Galliani può vantarsi di uno dei colpi più importanti del mercato di riparazione: era la stagione 93-94 (le trattative si tenevano a ottobre e non a gennaio) quando Marcel Desailly divenne un calciatore rossonero, contribuendo poi nello stesso anno alla conquista di scudetto e Champions League

E ancora, passando in carrellata i colpi più importanti messi a segno nel calciomercato di gennaio si possono fare i nomi di Stankovic (dalla Lazio all'Inter), Candreva (dal Cesena alla Lazio), Ronaldo (il passaggio al Milan nel 2007 con 7 gol in 14 apparizioni), ma anche Andrea Barzagli (dal Wolfsburg alla Juventus nel 2009). Nell'elenco dei flop, invece, trova posto anche un campione come Batistuta (il suo passaggio dalla Roma all'Inter non fu fortunato), un talento come Edmundo (Napoli 2002). E tra i 'bidoni' come non inserire Maniche (Inter 2008), Gilberto (sempre Inter 1999), Esnaider (Juventus 1999), Edu Vargas (Napoli 2012), Maxi Lopez (Milan 2012) o ancora Anelka approdato allo Juventus a gennaio 2013 senza riuscire mai a incidere in bianconero.

Insomma, gennaio può essere il mese dei grandi colpi come delle grandi delusioni. Il 2015 è pronto ad iniziare e da tempo ormai si rincorrono i sogni di calciomercato: da Cerci a Gabbiadini, chi arricchirà l'elenco dei top e chi quello dei flop? La sentenza, come al solito, la darà il campo.




Commenta con Facebook