• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Podolski a Guarin: tutti gli obiettivi in entrata ed uscita per gennaio

Calciomercato Inter, da Podolski a Guarin: tutti gli obiettivi in entrata ed uscita per gennaio

Il club nerazzurro si prepara ad intevenire durante la sessione invernale di mercato


Lukas Podolski (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

31/12/2014 18:00

CALCIOMERCATO INTER 2015 / MILANO - Un esterno d'attacco (se non due) ed un centrocampista più. Magari anche un difensore. Le priorità di calciomercato Inter sono chiare, definite da tempo. Gli obiettivi? Possibilmente low cost, lo impone il bilancio. Ma i recenti sviluppi e la voglia di tornare in Champions League lasciano piccole possibilità di sognare in grande, di pensare che forse un top può arrivare subito. Difficile, tanto, ma non impossibile.

TRA WENGER E LE VOCI: 'GIALLO' PODOLSKI E DOPPIA SFIDA ALLA JUVE

Niente Cerci, in arrivo a Milano ma sponda rossonera: si cambia obiettivo. Anche se, tuona Roberto Mancini, "non c'era alcuna trattativa" per l'ex Torino. E Podolski? "E' un bravo giocatore", spiega il tecnico nerazzurro. Il tedesco piace, anche in società, ma la trattativa pare tingersi sempre più di giallo. L'accordo sembra vicino, con l'Arsenal che chiede 3 milioni fino a fine stagione per il prestito ed il Ds Piero Ausilio che prova a limare le distanze, ma l'ex Bayern spegne gli entusiasmi: "Finora sono soltanto voci". E soprattutto il manager dei 'Gunners' Arsene Wenger continua a fare muro: "Voglio che Podolski rimanga. L'Inter? E' uno scherzo". Sarà, ma Ausilio a Londra ci è volato per davvero e ne ha approfittato per incontrare il Chelsea per Mohamed Salah, come vi abbiamo raccontato in esclusiva. Intanto, in vista della sfida del 6 gennaio, il derby d'Italia s'infiamma anche sul calciomercato. E' Inter contro Juventus, per Shaqiri e per Lavezzi. I bianconeri sono da tempo sulle tracce dello svizzero del Bayern Monaco, così come i nerazzurri che nelle ultime ore avrebbero lanciato una controffensiva. La risposta da Torino non si è fatta attendere: la 'Vecchia Signora' ha virato sul 'Pocho', in rotta totale con il Paris Saint-Germain. In allerta anche Napoli e Roma, insieme a Valencia e Atletico Madrid. Quello che appare ormai certo, però, è che difficilmente Mancini potrà contare su uno di questi nomi alla ripresa del campionato, contrariamente a quanto chiesto nelle ultime settimane. Intanto, come vi abbiamo riportato in esclusiva, dallo Sporting Lisbona arriva a parametro zero il giovanissimo attaccante José 'Turbo' Correia, mentre spunta l'ipotesi Babacar.

NODO GUARIN, DIARRA IN STANDBY

Per il centrocampo l'occasione da cogliere al volo è già stata individuata e sostanzialmente bloccata. Lassana Diarra è vicino, si attende solo il pronunciamento della Fifa sulla querelle con la Lokomotiv Mosca. Ma il francese ex Real potrebbe non essere l'unico innesto in mediana. Krhin è in uscita, M'Vila è stato offerto a Tottenham e Qpr e piace al Rennes. Due possibili partenze che obbligherebbero i vertici interisti ad intervenire nuovamente, magari puntando con decisione su Lucas Leiva, per il quale bisogna convincere il Liverpool, o Etienne Capoué, proposto dagli 'Spurs', con Paulinho, Mario Suarez e Camacho sullo sfondo. Occhi anche su Susic, classe '92 dell'Hajduk Spalato. Su Kuzmanovic restano alcuni club tedeschi, ma il vero ago della bilancia rimane Fredy Guarin: il rapporto con l'ambiente interista non è dei migliori ed in società attendono offerte per cederlo a titolo definitivo. La sua partenza sbloccherebbe l'arrivo di un altro tassello, magari un nome ancora da individuare. Piazzarlo, però, non sarà semplice. Capitolo Kovacic: l'Inter non vuole assolutamente cederlo ed il rinnovo è praticamente cosa fatta, ma le sirene Real Madrid non si placano ed il connazionale Modric chiama il giovane talento croato.

DIFESA: VIDIC E CAMPAGNARO, DIPENDE DA VOI

La difesa sembra numericamente perfetta, c'è però chi non convince dal punto di vista tecnico. E' il caso di Nemanja Vidic, che per prestazioni sottotono e problemi fisici non vede il campo dalla sfida con il Verona. Il Manchester United potrebbe riaccoglierlo dopo pochi mesi, l'ipotesi Juventus, invece, si affievolisce. Su Campagnaro resta in allerta il Parma, mentre Mbaye potrebbe far comodo al Torino. In caso di cessione sarà inevitabile un nuovo intervento immediato: Nastasic, Chiriches e Rolando sono sempre più lontani, piacciono Kaya e Vegas, mentre non scompare dai radar Balanta, come vi abbiamo riportato in esclusiva.




Commenta con Facebook