• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS, SPECIALE 2014 - Pellè il migliore, delusione Balotelli

ITALIANS, SPECIALE 2014 - Pellè il migliore, delusione Balotelli

I voti all'annata solare dei giocatori italiani all'estero e la classifica dei cinque migliori e peggiori ex stranieri della Serie A


Graziano Pellè (Getty Images)
Hervé Sacchi

31/12/2014 20:00

ITALIANS SPECIALE 2014 PAGELLE FINE ANNO GIOCATORI ITALIANI EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Ultimo appuntamento del 2014 con la rubrica di Calciomercato.it che ha subìto una variazione di formula da settembre in poi. Siamo passati dall'analizzare gli ex giocatori della Serie A, italiani e stranieri assieme, a soffermarci più specificatamente sui calciatori italiani all'estero, senza guardare quando sono stati ceduti.

La lente d'ingrandimento si è fatta più stretta attorno agli Italians, soprattutto in questo avvio di stagione 2014-15, nel corso della quale Graziano Pellè ha confermato di essere un attaccante di primo livello, mentre Mario Balotelli di essere ancora 'incompiuto'. Croce e delizia del calcio 'azzurro' all'estero, i due bomber della Nazionale sono stati il meglio e il peggio che l'Italia del calcio ha offerto al di fuori dai confini nazionali.

Nonostante il cambio di formula non ci siamo dimenticati degli ex stranieri del massimo campionato di calcio nostrano. Da settembre abbiamo varato i Top 5 e i Flop 5 di ogni settimana ed è così anche in questa edizione di fine anno: Ibrahimovic sale in cima alla classifica come miglior straniero, seguito da Alexis Sanchez e Thiago Silva. Tra i Flop, invece, figurano diversi elementi del Galatasaray: l’ex viola e bianconero Felipe Melo, più gli ex Napoli Pandev e Dzemaili.

 

 

GRAZIANO PELLE' (Attaccante Southampton): 8 - Nettamente il giocatore italiano che si è maggiormente distinto all'estero nel corso di questo anno solare. Dopo aver contribuito al piazzamento del Feyenoord nelle parti alte della classifica (con 23 gol in 28 partite di Eredivisie), è ora uno dei trascinatori del Southampton, dove sta facendo sognare i suoi nuovi tifosi con 8 gol in 19 presenze in Premier League. Se pensiamo che ha trovato anche la Nazionale maggiore nel corso di questo 2014, certamente non si può non premiarlo.

MARIO BALOTELLI (Attaccante Liverpool): 5 - Insufficiente la sua prima parte di annata con il Liverpool. E' ancora fermo a quota zero gol in Premier League e questo dice abbastanza sull'entità del suo apporto alla causa dei 'Reds'. Prestazioni negative e quasi mai sopra la sufficienza, l'oramai ex 'SuperMario' è diventato un giocatore normale, probabilmente addirittura sovrastimato. C'è chi ancora conta su di lui e vuole dargli una nuova chance, ma a Liverpool ha fatto ben poco per meritarsela.

FABIO BORINI (Attaccante Liverpool): 6 - Sufficienza di stima. Si è ripreso dall'infortunio dello scorso anno ma non parte in cima alle gerarchie di Rodgers. Quasi mai titolare, riesce a trovare spazio soltanto a gara in corso. Ma per tornare ad essere importante, e magari guadagnarsi la Nazionale, ha bisogno di giocare con maggiore continuità.
 
DAVIDE SANTON (Difensore Newcastle): 6 - Sufficiente per quanto si è visto nel corso della scorsa stagione. Senza voto per quanto riguarda la prima parte dell'annata 2014-15, condizionata dagli infortuni.

VITO MANNONE (Portiere Sunderland): 5 - Era partito titolare, ma qualche errore di troppo gli ha fatto perdere il posto. Gli auguriamo di ritornare protagonista, ma per quanto visto in questa prima parte di stagione è bocciato.

EMANUELE GIACCHERINI (Centrocampista Sunderland): s.v. - Anno molto sfortunato per lui, con un lungo infortunio che non gli ha permesso di essere protagonista nella formazione inglese. Anche a lui un augurio di pronta guarigione.

FEDERICO MACHEDA (Attaccante Cardiff City): 5,5 - Nella Championship inglese ha avuto discreto spazio, anche se i numeri non sono propriamente esaltanti (3 gol in 16 presenze). Sufficiente per l'impegno profuso. Ma da lui ci si aspetta qualcosa in più.

MIRCO ANTENUCCI (Attaccante Leeds United): 6,5 - Si è calato nella realtà inglese con grande professionalità, risultando importante per la sua squadra: per lui 8 gol in 20 presenze fin qui. Peccato che il Leeds non navighi in zone più tranquille della classifica.

 

MARCO VERRATTI (Centrocampista Paris Saint-Germain): 6,5 - E' stato importante per il suo PSG sia nella passata annata che in questa prima parte di stagione, con un gol (in Champions League) e ben cinque assist (tutti in Ligue 1). Resta un talento importante del calcio francese ma soprattutto della nostra Nazionale, per il presente e per il futuro.

THIAGO MOTTA (Centrocampista Paris Saint-Germain): 6 - Quantità e qualità, praticamente in tutte le gare. Passi qualche ammonizione di troppo, ma il suo contributo l'ha sempre dato.

SALVATORE SIRIGU (Portiere Paris Saint-Germain): 6,5 - L'anno scorso aveva davanti a sé aveva una difesa composta da Thiago Silva e Alex. Da agosto si è trovato David Luiz al posto dell'attuale giocatore del Milan. Insomma, cambiano i compagni ma quando è chiamato in causa fa sempre bene.

ANDREA RAGGI (Difensore Monaco): 6,5 - Classico esempio di giocatore che ha bisogno, come Pellé, di uscire dai confini nazionali per trovare la sua dimensione. Col Monaco ha giocato la Champions League e forse nemmeno lui si aspettava di avere una chance così grande. Ha sempre svolto il suo compito in maniera impeccabile. Una bella riscoperta.

GIULIO DONATI (Difensore Bayer Leverkusen): 6,5 - Rendimento sempre sufficiente per il terzino destro italiano che in stagione ha condiviso la scena con l'ex romanista Jedvaj. Per lui anche una rete in Champions League.

CIRO IMMOBILE (Attaccante Borussia Dortmund): 5,5 - Lo abbiamo ripetuto spesso e volentieri: se giocasse sempre di mercoledì avrebbe uno score di primissimo livello. Nei weekend ha spesso faticato a trovare la via del gol. Klopp lo ha voluto ma lo ha considerato piuttosto poco fin qui, preferendogli Aubameyang nel ruolo di punta. Per l'ex granata appena 3 reti in 13 presenze di Bundesliga, ma uno score di tutto rispetto in Champions League, con 4 gol in 5 gare del girone eliminatorio.

LUCA CALDIROLA (Difensore Werder Brema): 5,5 - Il voto riflette l'andamento della sua squadra, attualmente nelle ultime posizioni del campionato tedesco. Anche l'anno passato ha avuto diversi momenti nebulosi. Può far meglio.

ALESSIO CERCI (Attaccante Atletico Madrid): 5 - Certamente deludente la sua parte di stagione in Liga con la maglia dell'Atletico: per lui solo sei presenze in campionato, senza mettere a segno un gol. Simeone non lo ha mai praticamente considerato. Nelle poche apparizioni concessegli, ha comunque avuto un'alternanza di rendimento. Proverà a rifarsi con la maglia del Milan.

FAUSTO ROSSI (Centrocampista Cordoba): 5,5 - Ha avuto la possibilità di rimanere in Liga spagnola, ma al Cordoba ha trovato meno spazio. Ha fatto meglio l'anno scorso al Valladolid.

FEDERICO PIOVACCARI (Attaccante Eibar): 6 - E' stato uno dei migliori cannonieri italiani all'estero. Alla Steaua Bucarest ha lasciato il segno (10 gol in 25 presenze di campionato, più 4 gol in 12 partite di coppe europee), all'Eibar non ancora (3 gol in 11 presenze in Liga). É chiaro che la Serie A rumena è meno difficile rispetto alla Liga spagnola: la sufficienza è la media tra quanto si è visto nelle due parti diverse di annata.

BRYAN CRISTANTE (Centrocampista Benfica): 5,5 - Obiettivamente ha avuto poche chance per dimostrare il suo valore (2 presenze in campionato e 3 spezzoni in Champions). Nel poco spazio concessogli, tuttavia, non ha mai fatto benissimo. E' un classe 1995 e dunque ancora molto giovane. Arriverà la sua occasione.

DOMENICO CRISCITO (Difensore Zenit San Pietroburgo) 6,5 - Con il suo Zenit ha sempre fatto bene, salvo qualche errorino in rare occasioni. Ma ci sta. Sebbene i russi non siano riusciti a passare il girone di Champions, l'ex Genoa ha sempre dato il suo contributo.

SALVATORE BOCCHETTI (Difensore Spartak Mosca): s.v. - Poco utilizzato in questa parte di stagione, stavolta potrebbe veramente decidere di tornare in Italia.

ALESSANDRO DEL PIERO (Attaccante Delhi Dynamos): 6 - Bene in Australia, ci si aspettava qualcosina di più nel campionato indiano (1 gol in 10 presenze). Non sempre titolare, l'ex numero 10 juventino ha avuto anche qualche acciacco che ha condizionato la sua esperienza nella ISL.

MARCO MATERAZZI (Difensore Chennaiyin): 6,5 - Dopo aver smesso è tornato in campo nel campionato indiano nella doppia veste di allenatore e giocatore. Ha sfiorato l'impresa con il suo Chennaiyin, ma alla fine il campionato è sfumato nei minuti finali dell'ultima gara di playoff. Insomma, tanta sfortuna ma esame comunque decisamente superato.

ALESSANDRO NESTA (Difensore Montreal Impact/Chennaiyin): 6 - Canada e India. Da un emisfero all'altro del globo, l'annata dell'ex Lazio e Milan è stata comunque positiva. La sua esperienza vale molto. A parte qualche acciacco, ha dimostrato di poter ancora dire la sua.

BRUNO CIRILLO (Difensore Pune City): 6 - In questa avventura esotica, era l'uomo di maggiore esperienza nel reparto difensivo. Ha avuto alti e bassi come tutta la sua squadra, ma si tiene comunque stretto la sufficienza.

EMANUELE BELARDI (Portiere Pune City): s.v. - Praticamente mai impiegato nella sua formazione nelle poche giornate di campionato.

ALBERTO GILARDINO (Attaccante Guangzhou Evergrande): 6,5 - Ha dato il suo contributo al successo nazionale della formazione cinese, totalizzando 14 presenze e 5 gol.

ALESSANDRO DIAMANTI (Centrocampista Guangzhou Evergrande): 6 - Rendimento a tratti, ma qualità da vendere. Specie nel campionato cinese. Ha chiuso la sua annata con 4 gol e 9 assist in 24 presenze.

MATTEO FERRARI (Difensore Montreal Impact): 6 - Stagione negativa per la formazione canadese ma non per il difensore italiano, che ha svolto sempre i suoi compiti in maniera onesta.

MARCO DI VAIO (Attaccante Montreal Impact): 7 - E' stato il suo ultimo anno da calciatore. Ha lasciato il segno anche in MLS, ultima soddisfazione di una carriera ricca di gol.

 

ITALIANS TOP 5 - I CINQUE MIGLIORI EX STRANIERI DELLA SERIE A NEL 2014

ZLATAN IBRAHIMOVIC (Attaccante Paris Saint-Germain): 8 - E' stato sempre uno dei migliori in tutti gli appuntamenti settimanali trattati in questo 2014. A differenza di Cavani - che soffre ancora troppo la presenza dello svedese in campo - Ibra è sempre stato determinante, praticamente in tutte le gare che ha disputato: un gol, un assist, una giocata, qualcosa inventa sempre.

ALEXIS SANCHEZ (Attaccante Barcellona/Arsenal): 7,5 - Ha rischiato di regalare l'ennesimo successo in Liga al Barcellona. Così non è stato. Il trasferimento estivo all'Arsenal gli ha permesso di trovare una continuità che gli mancava dai tempi dell'Udinese. Dopo un Mondiale eccellente ha così iniziato a segnare a raffica in Premier League, divenendo l'uomo più importante della formazione di Wenger.

THIAGO SILVA (Difensore Paris Saint-Germain): 7 - Una garanzia sempre e comunque. Magari nelle ultime partite non è stato al top, ma il difensore ex Milan resta una sicurezza per il reparto del PSG.

PHILIPPE COUTINHO (Centrocampista Liverpool): 7 - E' stato un anno particolare ma ricco di soddisfazioni per l'ex Inter, capace di trovare in quel di Liverpool la giusta dimensione. Rodgers gli ha dato una certa continuità, il brasiliano ha ripagato tale fiducia dando un notevole contributo per centrare un posto in zona Champions nel corso della scorsa annata. Il trend è rimasto circa lo stesso anche in questa prima parte di stagione.

SHKODRAN MUSTAFI (Difensore Valencia): 6,5 - Una rivelazione in questa classifica. Ha lasciato l'Italia nel corso della sessione estiva e si è ritrovato a Valencia dopo aver disputato - anche un po' a sorpresa - il Mondiale brasiliano. Dopo aver smaltito l'infortunio, è diventato titolare contribuendo, anche con diversi gol, a lanciare la sua squadra nelle primissime posizioni della Liga.  

 

ITALIANS FLOP 5 - I CINQUE PEGGIORI EX STRANIERI DELLA SERIE A NEL 2014

FEDERICO FERNANDEZ (Difensore Swansea City): 5,5 - Dopo aver lasciato Napoli, l'ambientamento in Premier League è stato piuttosto difficoltoso. Qualche errore a inizio stagione e qualche panchina di troppo hanno caratterizzato la sua prima parte di stagione. Può far meglio.

GASTON RAMIREZ (Centrocampista Southampton/Hull City): 5 - Da talento della Serie A con il Bologna a flop nel giro di pochi mesi. In Inghilterra non si è ambientato e con il Southampton non ha reso come ci si sarebbe aspettato. Anche nella nuova avventura all'Hull City non ha ancora pienamente convinto.

FELIPE MELO (Centrocampista Galatasaray): 5 - Un po' meglio di chi verrà dopo di lui, solo perché nella scorsa stagione ha avuto più alti che bassi. Incostante, alterna prestazioni di cuore e sacrificio ad altre in cui prevalgono nervosismo ed errori marchiani.

GORAN PANDEV (Attaccante Galatasaray): 4,5 - Doveva essere uno dei colpi estivi dei giallorossi di Turchia. Invece è risultato un flop totale. Prandelli ha creduto in lui ma solo fino a un certo punto. Quando la situazione è degenerata è stato proprio messo da parte. Impalpabile.

BLERIM DZEMAILI (Centrocampista Galatasaray): 4,5 - La media voto è pari a quella del collega. Dopo essere stato un buon gregario nel centrocampo del Napoli, non ha saputo integrarsi nel Galatasaray di Prandelli. Disastrose quasi tutte le prestazioni da settembre a oggi, gli si augura di tornare a essere un giocatore importante nel 2015.




Commenta con Facebook