• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Medel: "Il calcio mi ha salvato. Torneremo in alto"

Inter, Medel: "Il calcio mi ha salvato. Torneremo in alto"

Il centrocampista cileno parla del suo difficile passato e degli obiettivi per il futuro con la maglia nerazzurra


Gary Medel (Getty Images)

27/12/2014 10:48

INTER INTERVISTA MEDEL / MILANO - Parla il 'Pitbull'. Uno abituato a mordere in campo, senza lasciar troppo spazio alle parole. Gary Medel sta cercando di prendersi l'Inter, raccogliendo l'eredità di un certo Cambiasso. Il suo approdo in Italia è avvenuto a luce alternata ma il cileno è determinato a conquistare definitivamente i nerazzurri: "Dobbiamo migliorare ma penso che con Mancini, un grande, raggiungeremo gli obiettivi - dice in un'intervista al 'Corriere dello Sport' -. E' un vincente. Di Mazzarri posso solo dire bene; purtroppo nel calcio i risultati contano e noi vogliamo arrivare in alto e vincere l'Europa League. Kovacic e Cuadrado sono due fenomeni che fanno la differenza. In Italia ho trovato un campionato difficile dove ogni partita è aperta ad ogni risultato. In Inghilterra più fisico e lanci lunghi. Il mio amico Zamarano mi aveva consigliato di venire qui e io non avevo dubbi". 

PASSATO DIFFICILE - "Sono cresciuto in una famiglia povera con 4 fratelli in un quartiere pericoloso. Le pistole erano all'ordine del giorno e c'è chi tra i miei amici si è 'perso' per strada. A scuola ero un po' 'loco' e il calcio mi ha dato una nuova vita".

J.T.




Commenta con Facebook