• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Calcio e social > SPECIALE CM.IT TWITTER – Le dichiarazioni più forti del 2014

SPECIALE CM.IT TWITTER – Le dichiarazioni più forti del 2014

Passiamo dai tweet del Mondiale alle polemiche tra club. Con qualche cinguettio 'fatale'...


Massimo Ferrero su Twitter
Matteo Torre (@torrelocchetta)

31/12/2014 22:15

TWITTER DICHIARAZIONI TWEET RETWEET 2014 / ROMA - Quest'anno più che mai Twitter è stato veicolo di dichiarazioni che hanno fatto il giro del globo. Specialmente in virtù del Mondiale di Brasile 2014, infatti, il social network dei 140 caratteri ha regalato momenti da grandi protagonisti ai personaggi più svariati. E in vetta, nel bene e nel male, ci sono gli italiani. Calciomercato.it vi porta a ripercorrere velocemente quest'anno a colpi di tweet.

LA REGINA E IL MORSO DI SUAREZ DI BRASILE 2014

Il tweet calcistico più ritwittato dell'anno è stato di Mario Balotelli: “Se batteremo la Costa Rica vorrò un bacio, ovviamente sulla guancia, dalla Regina d'Inghilterra”. Risultato: l'Italia perde la gara d'anticamera all'eliminazione dal Mondiale. Ma c'è anche un lato elegante in vetta a questa speciale classifica: Giorgio Chiellini, dopo il morso subito da Luis Suarez, ha scritto all'uruguaiano: “E' tutto dimenticato. Spero che la FIFA ridurrà la tua squalifica”. Un gesto che gli è valso il plauso mondiale.

ROMA-MANCHESTER CITY, SCAMBIO DI BATTUTE SU TWITTER

Scambio di 'gufate' molto apprezzato su Twitter anche tra Roma e Manchester City. Prima della gara d'andata i 'Citizens' hanno punzecchiato: “Un giocatore leggendario come Totti non ha mai segnato in Inghilterra, vero?”. E il gol è arrivato. Ma i giallorossi non si sono morsi la lingua: “Voi non avete mai vinto una gara europea in Italia, vero?”. Be', il risultato lo sapete.

BVB ÜBER ALLES

Il Borussia Dortmund è una miniera d'oro su Twitter. Vi consigliamo di sfogliarne la pagina per scoprire una società che sa essere informale, scrivendo non in giacca e cravatta ma dando del tu ai tifosi, come se stessero chiacchierando con un amico al bar. In stile Klopp, insomma. Il nostro tweet preferito, fuori classifica, riguarda un momento in cui il Dortmund andò a un passo dal gol, sbagliando una clamorosa occasione. Il messaggio recitava all'incirca così: “ansfnavntljtjò3o3pkpeh,qo6prfgt”. Tornando a una lingua umana, è divertente anche il BVB in modalità banco informazioni. A un utente dalle idee confuse replica: “Noi non siamo la band che stai cercando. In realtà, ecco, non saremmo neanche una band. Siamo una squadra di calcio”.

LITIGARE TIRA

Molti dei tweet più condivisi e riproposti riguardano accese discussioni. Basti pensare a Radja Nainggolan, alle prese pressoché con una polemica a settimana per difendere le ragioni della sua Roma. Ne ha avuto per tutti i tifosi che sono venuti a criticarlo, prendendoli a muso duro con le sue parole. Ha attaccato gli episodi dubbi della Juventus, discussso coi sostenitori del Napoli, chi più ne ha più ne metta. Dani Osvaldo, dopo Roma-Inter 4-2, ha dato dei 'poveretti' ai suoi ex tifosi; e il giornalista Paolo Bargiggia, dopo pochi giorni dallo sbarco su Twitter, non ha preso bene le aspre critiche di alcuni utenti, additandoli come 'invidiosi' e 'brutti come una scimmia'. I messaggi, poi, sono stati rimossi.

CINGUETTIO DI CALCIOPOLI

Enorme eco ha avuto uno scambio di battute tra la Juventus e l'Atletico Madrid. L'account ufficiale bianconero, infatti, ha voluto correggere i 'Colchoneros', che 'ingenuamente' si sono tenuti al conteggio ufficiale degli Scudetti: “E' una lunga storia... ma noi contiamo 32 titoli in Serie A”. Apriti cielo.

VIVA SAMPDORIA 

Tante chiacchiere in appena 140 caratteri. Universi di polemiche, scambi di battute, frasi che si ritorcono contro. Noi, in tutto questo, diamo l'ultima parola a patron Massimo Ferrero: “Ngiorno italia, scusate il francesismo, alcune persone non solo dovrebbero andare affa...ma dovrebbero pure prendere la rincorsa! Forza Samp”. Grazie, Presidente.




Commenta con Facebook