• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Calciomercato Fiorentina, da Neto a Vazquez: ecco le mosse in entrata ed uscita per il 2015

Calciomercato Fiorentina, da Neto a Vazquez: ecco le mosse in entrata ed uscita per il 2015

Ecco come si muoveranno i viola nei prossimi mesi tra rinnovi spinosi e rosa troppo lunga


Norberto Neto (Getty images)
Omar Parretti

25/12/2014 09:30

CALCIOMERCATO FIORENTINA MERCATO 2015 / FIRENZE – Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, ha affermato a più riprese che la parola d'ordine per il calciomercato Fiorentina è 'sfoltire'. Sfoltire una rosa che conta addirittura 33 calciatori, alcuni dei quali hanno giocato un ammontare ridicolo di minuti. In queste settimane però la dirigenza di viale Manfredo Fanti dovrà vedersela anche con delle spinose situazioni contrattuali: Neto, Pasqual ed Aquilani in primis.

RINNOVO SPINOSO: NETO SI ALLONTANA DA FIRENZE

Arrivato dal Brasile nel gennaio del 2011, Norberto Neto ha avuto un adattamento traumatico al calcio italiano: errori in serie e tanto scetticismo sul suo conto. L'estremo difensore verdeoro ha però cambiato marcia da più di un anno, grazie alle proprie capacità finalmente messe in mostra e grazie alla fiducia accordatagli da Andrea Della Valle e dal tecnico dei viola, Vincenzo Montella. Per qualche motivo il rinnovo di contratto non è mai arrivato, e adesso il tempo stringe perché il contratto di Neto scade al termine di questa stagione e tra poche settimane il classe '89 potrà accordarsi con altri club a parametro zero. Nelle ultime ore le parole di ADV sembrano quasi sancire una frattura tra il brasiliano e la Fiorentina: "E' sfuggente. Non vedo bene tutta questa situazione. Se non rinnova il titolare diventa Tatarusanu", a questo punto la candidatura della Roma sul giocatore si fa molto forte.

DIFESA: IL CASO PASQUAL PER MONTELLA

Anche per Manuel Pasqual, giocatore di più lungo corso nella rosa dei viola, il contratto scade a giugno 2015. Il 32enne di San Donà di Piave ha sempre detto di voler chiudere la carriera alla Fiorentina, tuttavia Montella gli sta riservando davvero uno scarso minutaggio in questa stagione, ed in sede di rinnovo la società ed il giocatore non sembrerebbero essere così vicine. La situazione è risolvibile, se gli esiti però non fossero positivi ecco che subentrano il Milan ed Adriano Galliani, che da tempo sono sulle tracce del terzino sinistro 'Gigliato' e ancora una volta la Roma. Alternative? Dal Messico arrivano voci di contatti con Layun dell'Amèrica, e poi c'è sempre l'ipotesi, difficile e costosa, di Donati del Bayer Leverkusen. Spostandosi al centro della difesa arriviamo a Stefan Savic, il montenegrino interessa e non poco alla Juventus, tuttavia è diventato un punto di riferimento del pacchetto arretrato: a gennaio non si parla di una partenza, a fine stagione si vedrà. 

CENTROCAMPO: TROPPE INCOGNITE

Tanta scelta in mediana per Montella, probabilmente fin troppa. Brillante ha giocato solo il primo tempo della prima giornata contro la Roma, per poi sparire dai radar, la Fiorentina lo ha proposto all'Empoli, gli azzurri ci stanno pensando. Octavio è l'oggetto misterioso del calciomercato viola, assolutamente ai margini della squadra, con ogni probabilità non sarà riscattato e al termine della stagione tornerà al Botafogo. Iakovenko è da questa estate sul mercato, l'ucraino è stato accostato a tutte le squadre di bassa classifica italiane, la soluzione più praticabile sembrerebbe la cessione all'estero, ma per adesso non c'è nulla di concreto. Non può mancare anche a centrocampo una spinosa situazione contrattuale: tocca ad Alberto Aquilani. Il 30enne romano è in scadenza a fine stagione ed il suo agente ha dichiarato di non avere contatti con la dirigenza ormai da mesi, inoltre da non sottovalutare, la crescita esponenziale di Mati Fernandez che di fatto gli ha preso il posto a centrocampo. Nonostante tutto ciò la situazione non pare compromessa. Infine Badelj, che non ha convinto nessuno come vice Pizarro e Marko Marin, che sembra non aver convinto a pieno Montella. Il croato rischia di finire sul mercato a giugno, il tedesco - in prestito dal Chelsea - se continua ad essere impiegato così poco potrebbe far ritorno a Londra in via definitiva senza essere riscattato.

ATTACCO: TITOLI DI CODA PER ILICIC 

Josip Ilicic a gennaio dovrebbe lasciare Firenze. Se la Sampdoria ha abbandonato la corsa per lo sloveno dopo l'ingaggio di Correa, il Torino potrebbe essere tuttora una destinazione possibile, assieme ad alcune squadre in Bundesliga. Da escludere la partenza di Mario Gomez, come quella di Babacar, corteggiato dalla Roma, ma sul quale la Fiorentina ha basato un progetto per il futuro assieme all'altro giovane di talento, Federico Bernardeschi. Sul fronte arrivi i nomi sono molti, più o meno credibili: da Muriel, sul quale ci sono i blucerchiati (Ilicic potrebbe diventare un'arma?), a Giovinco (“Forse costa troppo”, parola di Montella), passando per  Vazquez del Palermo (difficilissimo per gennaio), Bergessio, accostato a molti club italiani ed Adrian Mutu, pronto a fare carte false per tornare in riva all'Arno. Ma El Hamdaoui? Due presenze consecutive in campionato, con tanto di gol a Cesena, ma la sensazione è che per l'offerta giusta l'ex Ajax potrebbe lasciare la maglia viola.




Commenta con Facebook