• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-MILAN

Manolas e' granitico ma Totti, Ljajic e Destro sono spenti. Mexes una sicurezza, Menez combattivo. Armero ingenuo. Negativo Rizzoli


Partita dura, a Roma (Getty Images)
Stefano Carnevali

20/12/2014 22:49

PAGELLE TABELLINO ROMA-MILAN / ROMA – Ecco le pagelle di Roma-Milan.

 

ROMA

De Sanctis 6 – A sorpresa, è il primo portiere a essere impegnato. In avvio deve rispondere a Honda (non precisissimo) e a Montolivo. Qualche uscita spericolata e un po' di incomprensioni con i propri difensori. Grane parata su Mexes al 37'. Bravo anche al 50' sul diagonale insidioso di Menez. Bella parata anche al 56' su Bonaventura. 

Maicon 5,5 – Poco propositivo: accompagna l'azione di rado e non con grande efficacia. Bonaventura lo impensierisce sempre, quando spinge. Molto negativo, per la sua superficialità, nel secondo tempo. Dall'80' Torosidis SV -.

Manolas 7 – Primo tempo strepitoso. D'accordo: spesso deve fronteggiare solo l'isolatissimo Menez, ma il francese non è un cliente facile e il difensore greco lo argina a meraviglia. Qualche problema in più nel corso del secondo tempo, ma nel complesso gara positiva. Ancora una volta granitico.

Yanga-Mbiwa 6 – Non ha molto lavoro da fare: il Milan tiene in avanti solo Menez (di cui si occupa quasi sempre Manolas) e lui agisce in tranquillità. Deve più che altro badare agli inserimenti dei centrocampisti. Un po' in crisi nella ripresa, quando la pressione rossonera diventa più efficace, soprattutto durante le ripartenze. Quando i rossoneri cominciano a fare la partita, è prezioso soprattutto di testa. 

Cholevas 5,5 – Meno incisivo di quanto ci si potrebbe aspettare: aggredisce solo di rado Bonera. Un po' in affanno sul possesso di palla di Honda. Poca qualità nel finale, con la Roma in superiorità.

Keita 6,5 – Costretto spesso ad allargarsi, fa un po' più di fatica del solito. Prova ne sia l'elevato numero di falli commesso. Nel secondo tempo prova ad alzarsi un po', per fa saltare la 'Maginot' rossonera. I risultati, però, non sono molto apprezzabili. Con il passare dei minuti, però, diventa il centrocampista-ovunque della Roma, in grado di sopperire alla serata non brillantissima dei compagni di reparto. 

De Rossi 6 – Positivo in fase di recupero e, soprattutto, di filtro. Poco coinvolto, invece, nell'impostazione e anche poco efficace. Dal 74' Destro 5,5 - Entra per cercare di sfruttare la superiorità numerica. Si piazza al centro dell'area e, più che altro, litiga con tutti. 

Nainggolan 5,5 – Meno travolgente rispetto al recente passato, è comunque in condizione strepitosa. Fatica a trovare la giusta posizione le corrette distanze rispetto ai compagni. Tanti errori di palleggio. 

Florenzi 6 – Aggressivo, ingaggia un bel duello con Bonera. Svaria un po' su tutto il fronte dell'attacco e risulta più che positivo. Cala moltissimo nel secondo tempo, quando è spesso costretto a rincorrere i milaisti. Dal 66' Ljajic 5 - Nessun guizzo. Entra per dare il cambio di passo, ma non si attiva mai. 

Totti 5 – Non parte benissimo: all'8' sbaglia un controllo nel cuore dell'area, sprecando la prima palla gol per la Roma e non riuscendo a servire Gervinho. Si vede molto poco, dando l'impressione di soffrire un po' gli spazi intasati dai rossoneri. Si muove poco e male per tutto il secondo tempo, anche dopo l'espulsione di Armero. 

Gervinho 6,5 – Il più efficace del tridente della Roma, durante i primi minuti. Via via si fa ingabbiare con un po' troppa facilità dalla difesa del Milan. Quando passa a sinistra, contro Bonera, torna protagonista. Al 29', dopo un'azione travolgente, calcia in mano a Lopez. Non è sufficientemente costante. Nella ripresa sbaglia davvero troppo, ma resta il più produttivo: ha l'ultima occasione in pieno recupero, ma centra ancora Lopez.

All. Garcia 5,5 – Dopo un po' di apprensione iniziale, la Roma diventa padrona del campo anche se non riesce ad alzare il ritmo della partita. Il Milan è molto accorto e la Roma fatica a trovare spazi. Male nell'avvio del secondo tempo, quando le ripartenze del Milan fanno più paura. Via via, i rossoneri riescono addirittura a prendere la partita in mano. Acquisita la superiorità numerica, la sofferenza finisce, ma arriva solo un'occasione vera nel recupero. Per la prima volta senza gol in casa. Serata difficile. 

 

MILAN

Diego Lopez 7,5 – Tanti buoni interventi - su conclusioni ravvicinate - , anche se nessuna vera 'paratona'. Bravo soprattuto al 29', su Gervinho. Nella ripresa non ha motlo da fare, ma è anche un po' meno preciso. Bene anche negli ultimi minuti, ancora su Gervinho.

Bonera 6 – Comincia con buona personalità, nonostante debba fronteggiare la rapidità di Florenzi. Quando dalla sua parte arriva Gervinho sono davvero dolori, ma è ben protetto.

Mexes 7 – Un po' svagato in avvio: si fa spesso tagliare fuori ed è impreciso quando si tratta di liberare l'area. Al 37', quasi da centrocampo, costringe alla gran parata De Sanctis. Via via cresce. Si esalta negli spazi stretti del finale. 

Zapata 6,5 – Comincia bene e con tanto lavoro lavoro da fare. La sua velocità, contro un attacco come quello della Roma, è importantissima. 

Armero 5  – Sicuramente la miglior prova da quando è al Milan: è attento in difesa ed efficace nelle ripartenze. Non concede molto nemmeno alla velocità di Gervinho. Rovina tutto con un 'mani' ingenuo, che gli costa il secondo giallo. 

Montolivo 6 – Compito delicato: deve cercare di dare un po' di supporto a Menez, ma soprattutto deve guardarsi alle spalle. Si sacrifica e sfodera una prova coraggiosa.

de Jong 6 – Serata difficile: la mediana della Roma è fortissima e lui è costretto a chiudere un po' su tutti. La vera sofferenza, però, è quando si trova in possesso di palla: la Roma pressa e i suoi compagni non si propongono per favorire gli 'scarichi'. Meglio nel secondo tempo, quando tutto il Milan cresce. 

Poli 6 – Svolge il compito con grande prudenza, cercando di rischiare il meno possibile. Al 34', da lontanissimo, cerca di scavalcare de Sanctis, dopo la brutta uscita del portiere giallorosso, ma calcia molto male. Cresce nella ripresa: tanta corsa, tanto sacrificio. Dall'80' Muntari SV -.

Honda 6 – Molto più 'pimpante' rispetto al recente passato: gioca di prima e trova anche con facilità spazio per il tiro. Con il passare dei minuti è costretto a un grande impegno difensivo, che svolge con la consueta generosità. Dal 72' Alex 6 - Torna al centro della difesa per comandare il fortino nel finale di gara.

Bonaventura 6 – Si sacrifica con generosità in copertura, ma non rinuncia a proporsi in avanti quando c'è da ripartire. Nel cuore della gara, con il Milan positivo, è protagonista.

Menez 6,5 – Primo tempo difficilissimo: gioca da solo in mezzo alla difesa della Roma. Manolas non gli concede nulla. Quando retrocede in difesa, rischia con dei disimpegni da brivido. Sua la priam palla gol della ripresa, ma non riesce a dare forza al diagonale. Gran lavoro nel finale, con il Milan in 10. Dall'88' El Shaarawy SV -.

All. Inzaghi 6,5 – Un buon approccio alla partita da parte del Milan che, nei primi minuti, riesce a stare alto e a impensierire la Roma. Il piano di Inzaghi, però, è quello di tenere la squadra bassa e compatta, per non concedere spazi alla velocità giallorossa. Nel secondo tempo il Milan si fa molto più pericoloso, prima con delle ripartenze, poi conducendo addirittura il gioco. Nessuna grande sofferenza nemmeno dopo il 'rosso' ad Armero.

 

Arbitro: Rizzoli 4,5 – Non un grande avvio: non vede un mani di Bonera sul lato corto dell'area e inverte un fallo di Manolas su Menez mentre il Milan riparte. Manca un giallo piuttosto evidente, al 25', per Bonera. Al 31' proteste della Roma: su un cross da sinistra de Jong salta a mano alta assieme a Gervinho. Pare proprio che sia la mano dell'olandese – e non la spalla dell'ivoriano – ad arrivare sul pallone. Al 10' del secondo tempo ferma una pericolosa azione del Milan per un dubbio mani di Bonaventura (forse il controllo era con la spalla). Manca anche un netto fallo di Nainggolan su Montolivo al 14' del secondo tempo, in mezzo al campo. Severo il secondo giallo ad Armero. Nell'occasione sembra anche farsi influenzare dalle proteste di Keita. Al 33' della ripresa Destro protesta per un contatto con Mexes, ma qui Rizzoli lascia giustamente correre. 

 

ROMA-MILAN 0-0

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon (80' Torosidis), Manolas, Yanga-Mbiwa, Cholevas; Keita, De Rossi (74' Destro), Nainggolan; Florenzi (66' Ljajic), Totti, Gervinho. All: Garcia

MILAN (4-3-2-1): D. Lopez; Bonera, Mexes, Zapata, Armero; Montolivo, de Jong, Poli (80' Muntari); Honda (72' Alex), Bonaventura; Menez (88' El Shaarawy). All: Inzaghi

Arbitro: Rizzoli di Bologna

Marcatori:

Ammoniti: 39' Armero, 67' de Jong, 86' Mexes (M); 60' Maicon, 68' Florenzi, 74' De Rossi, 86' Destro(R)

Espulsi:

Note:

 




Commenta con Facebook