• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-CESENA

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-CESENA

Zaza-gol dischetto, Taider impalpabile. Ze Eduardo all'ultimo tuffo, Carbonero disperso


460718024.jpg
Raniero Mercuri

20/12/2014 20:11

ECCO LE PAGELLE DI SASSUOLO-CESENA

SASSUOLO

Pomini 6,5 – Nel primo tempo non interviene quasi mai. Nel secondo, al 43’, vola a deviare in corner un gran sinistro di Defrel. Incolpevole sul pareggio ospite.

Vrsaljko 6 – All’inizio sembra soffrire troppo le discese sulla fascia di Mazzotta, suo diretto rivale. Poi, pian piano inizia a spingere anche lui. Rimedia un rigore inesistente al 30’ st, poi realizzato da Zaza.

Terranova 6 – Tiene facilmente a bada H.Almeida, soprattutto nel gioco aereo.

Acerbi 6,5 – Controlla con ordine e concentrazione sia gli spunti di Defrel, sia le rarissime giocate di H.Almeida.

Peluso 6 – Anche lui, come Vrsaljko, soffre un po’ l’inizio veemente del Cesena, nel suo caso di Giorgi, suo dirimpettaio a sinistra. Poi, quando l’undici neroverde inizia a macinare gioco, crea anche lui qualche grattacapo alla difesa ospite.

Taider 5,5 – Il peggiore tra i neroverdi. Non convince. Non per dinamismo ed impegno sia chiaro. Per imprecisione: troppi stavolta gli appoggi sbagliati. Latitante sia in fase di copertura e sostegno a Magnanelli, fulcro del gioco, che in quella di spinta. Sofferente. Dal 24’ st Floccari 5,5 – Si vede poco o nulla.

Magnanelli 6,5 – L’equilibratore difficilmente sbaglia partita. D’altronde, se gira lui, gira tutto il Sassuolo. Certo, spesso non si fa notare molto, ma è proprio lì che detta i ritmi alla squadra. Essenziale.

Missiroli 6 – Parte malino, quasi soffocato dalla partenza sprint degli ospiti. Poi, si mette a giocare. E lo fa bene. Sua la più pericolosa palla gol del primo tempo, quando al 40’ Leali devìa in angolo la sua staffilata dal limite.

Berardi 5,5 – Non c’è dubbio che quando ha palla tra i piedi accende la luce. Lo fa a tratti però, come in fondo fanno i geni. Al 38’ pt ha di testa una palla facile da spingere in rete: la spreca. Offre qualche assist ai compagni, finendo però per non incidere sulla gara. Dal 26’ st Biondini 5,5 – Evanescente.

Zaza 6,5 – Il migliore dei suoi. Non fa una grande gara, chiariamolo subito. Però, dà sempre l’idea di essere un punto di riferimento per tutti i compagni, che pendono dalle sue giocate, dalle sue invenzioni. Al 31’ st realizza il rigore (inesistente) del vantaggio neroverde. Per il resto, lotta con la solita grinta contro Lucchini e soci, qualche volta ha la meglio, altre volte no.

Floro Flores 5,5 – Corre, suda, dà l’anima. Come ogni volta in cui è chiamato in causa. Incide poco però, quasi per niente. Dal 16’ st N.Sansone 5,5 – Corre tanto ma spesso a vuoto.

All. Di Francesco 5,5 – I suoi ragazzi, forse stupiti dall’inizio veemente del Cesena, non entrano subito in gara. Poi, piano piano, prendono in mano il pallino del gioco, creando qualche buona occasione, pur senza concretizzandola.

 

CESENA

Leali 6,5 - Salva più volte la porta bianconera dalla capitolazione. Qualche esempio? Minuto quaranta del primo tempo, Missiroli ci prova dal limite, il giovane estremo ospite vola alla sua sinistra e devìa in corner. Ancora, 6’ st, sinistro da fuori di Zaza, Leali si allunga alla sua destra e mette in angolo. Nulla può sul rigore di Zaza.

Capelli 6 – Ordinato e preciso in copertura, sbaglia poco.

Lucchini 6,5 – Stesso discorso fatto per Capelli. In più, comanda la difesa a tre, dettandone molto bene i movimenti. Dal 33’ st Succi – s.v.

Magnusson 6 – Fa il suo. E lo fa benino. Qualche sbavatura, tutto sommato accettabile. Innocente sull’episodio del rigore che Cervellera regala al Sassuolo: non commette alcun fallo su Vrsaljko.

Giorgi 6,5 – Il voto è soprattutto per l’ottimo inizio di gara: spinge sulla destra, affondando spesso e volentieri tra le maglie neroverdi. Poi, cala un po’.

Carbonero 4,5 – Il peggiore. Un fantasma, nel vero senso della parola. Non si vede mai, né in fase di copertura, né in pressing, né in appoggio agli attaccanti. In tre parole? Disperso nella nebbia. Dal 1’ st Brienza 6,5 – Attivissimo, una spina nel fianco nella difesa neroverde.

Zè Eduardo 6,5 –Il migliore. Il gol che segna di testa su assist di Defrel al 48’ st è talmente importante che gli vale il premo di migliore in campo, pur non giocando una grande gara. Di Carlo lo sistema centrale nel centrocampo a cinque. E’ lui che deve dettare i ritmi a tutta la squadra, facendolo solo a tratti.

Cascione 6 – Ci mette corsa, esperienza e tanto agonismo. E’ una delle anime del Cesena, di un Cesena ormai disperato.

Mazzotta 6 – Sulla sinistra parte fortissimo, mettendo in mezzo diversi cross pericolosi. Poi, quando il Sassuolo si mette in moto, finisce anche lui per calare vistosamente.

Defrel 6,5 – Corre tantissimo qua e là. Al 43’ st impegna Pomini con un gran sinistro da due passi. Poi, al 48’ st, regala l’assist vincente a Zè Eduardo, che fa uno a uno.

H.Almeida 4,5 – A volte ci chiediamo se davvero sia lui il centravanti oppure un difensore avversario aggiunto all’ultimo minuto. Inquietante. Dal 33’ Rodriguez 5,5 – Si fa vedere poco.

All. Di Carlo 6 – Il Cesena gioca, lottando fino all’ultimo. Soltanto la clamorosa svista di Cervellera, nella situazione del penalty, gli stava per negare un punto meritato. Poi ci pensa Zè Eduardo, all’ultimo tuffo, a fare giustizia.

 

Arbitro: Cervellera 4 – Clamoroso l’errore che commette al 30’ st, quando concede un rigore inesistente al Sassuolo per un fantomatico tocco di Magnusson su Vrsaljko.

 

TABELLINO

SASSUOLO-CESENA 1-1

Sassuolo (4-3-3): Pomini; Vrsaljko, Terranova, Acerbi, Peluso; Taider (Dal 24’ st Floccari), Magnanelli, Missiroli; Berardi (Dal 26’ st Biondini), Zaza, Floro Flores (Dal 16’ st N.Sansone).  All. Di Francesco

Cesena (3-5-1-1): Leali; Capelli, Lucchini (Dal 33’ st Succi), Magnusson; Giorgi, Carbonero (Dal 1’ st Brienza), Zè Eduardo, Cascione, Mazzotta; Defrel; H.Almeida (Dal 33’ st Rodriguez).  All. Di Carlo

Arbitro: Angelo Cervellera (sez. Taranto)

Marcatori: 31’ st Zaza rig. (S), 48’ st Zè Eduardo (C)

Ammoniti: 10’ pt Defrel (C), 7’ st Peluso (S), 13’ st Berardi (S), 42’ st Missiroli (S), 47’ st Magnanelli (S)

Espulsi: -




Commenta con Facebook