• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Mauri: "La prigione mi ha cambiato. Champions? Non deve sfuggirci". E sul rinnovo...

Lazio, Mauri: "La prigione mi ha cambiato. Champions? Non deve sfuggirci". E sul rinnovo...

Le parole del capitano biancoceleste, fin qui miglior marcatore della formazione di Pioli con sei reti


Stefano Mauri (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

19/12/2014 07:51

LAZIO MAURI PRIGIONE CHAMPIONS RINNOVO DERBY / ROMA - Un nuovo Stefano Mauri, più forte di prima. Dal calcioscommesse al derby, dal carcere alla Champions, il capitano della Lazio racconta la sua rinascita in una lunga intervista concessa a 'La Gazzetta dello Sport': "Questa vicenda mi ha cambiato. La squalifica sportiva e soprattutto il carcere sono cose che mi hanno segnato profondamente e mi resteranno dentro. Continuerò a proclamarmi innocente, fiducioso che la verità verrà a galla. Molti dicono che dopo l'esperienza in carcere il mio rendimento è migliorato, ma non ne sono sicuro. Forse tutta questa storia mi ha fatto apprezzare ancora di più quanto sia bello giocare a calcio".

GOL - "Non mi era mai capitato di arrivare ad essere a questo punto della stagione il miglior marcatore della squadra. Merito dell'esperienza, di Pioli che mi fa giocare più avanti e dei consigli di Klose. Lui e Baggio i più forti con cui abbia mai giocato".

CHAMPIONS - "Il terzo posto nel 2007? Sono qui dal 2006 e posso dire che quella di quest'anno è la Lazio più forte in cui io abbia giocato. Non so se basterà per arrivare terzi, ci sono tante grandi squadre, ma noi ci siamo. Siamo in grado di centrare questo piazzamento. Il ciclo di ferro che ci aspetta può essere decisivo, vogliamo battere l'Inter e restare terzi alla sosta. Quest'anno la Champions non deve sfuggirci".

DERBY - "Manca meno di un mese ed a Roma già non si parla d'altro. Il momento più bello della mia carriera? La Coppa Italia alzata da capitano sulla Roma nel 2013".

RIMPIANTI - "Non con la Lazio, ma in Nazionale, non sono mai riuscito a trovare la continuità".

RINNOVO - "Non ho intenzione di smettere, ma al 'dopo' inizio a pensare. Vorrei fare l'allenatore. Ho il contratto in scadenza, di rinnovo non abbiamo ancora parlato. Ma non c'è fretta. Mi vedrò in primavera con la dirigenza e decideremo".




Commenta con Facebook