• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Rizzoli: "La tecnologia serve, ma la moviola in campo è un'altra cosa"

Serie A, Rizzoli: "La tecnologia serve, ma la moviola in campo è un'altra cosa"

L'arbitro: "Non c'è un metro diverso tra Italia ed Europa, tutto dipende dai giocatori"


Nicola Rizzoli ©Getty Images

15/12/2014 09:38

SERIE A ARBITRO RIZZOLI / ROMA - Nicola Rizzoli è intervenuto questa mattina ai microfoni di 'Radio Anch'io lo Sport. Tanti i temi toccati dall'arbitro dell'ultima finale mondiale tra Argentina e Germania. "Arbitrare oggi è molto difficile, soprattutto per via della velocità del gioco. In pochi sanno quanto gli arbitri lavorino tecnicamente, tatticamente ed atleticamente per essere pronti. - le parole del direttore di gara - Non c'è un metro diverso tra Italia ed Europa, tutto dipende dai giocatori: più sono rispettosi di regole ed avversari e più l'arbitro fa correre il gioco. In questo senso arbitrare in Champions o Europa League è più semplice, da noi anche per pressioni esterne e per le rivalità in campo diventa più complicato. In ambito internazionale si fischia una media di 20 falli, in Italia 32".

MOVIOLA IN CAMPO - "Tecnologia e moviola sono ben diversi. Tutto quello che dà risposte oggettive come la goal-line technology è una cosa, io la ritengo molto utile e molto positiva. Il problema è avere delle tecnologie che diano risposte istantanee e sicure al 100%. La moviola è un'altra cosa: se nel regolamento del gioco del calcio si parla spesso di giudizio dell'arbitro per valutare un'azione, si capisce come sia una cosa molto soggettiva. L'arbitro di porta? Può controllare anche due diverse zone del campo, è una presenza molto importante"

 

M.D.F.




Commenta con Facebook