• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI COPENAGHEN-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI COPENAGHEN-TORINO

Martinez fa ammattire Antonsson. Silva confeziona il gol di Amartey


Josef Martinez (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

11/12/2014 21:00

ECCO LE PAGELLE DI COPENAGHEN-TORINO

 

COPENAGHEN

Andersen 6 – Si prende qualche rischio di troppo in fase di rilancio. Non può molto sulle reti del Torino, è costretto ad osservare disarmato gli orrori difensivi dei propri centrali.

Amartey 6,5 – In modo molto fortunoso trova il gol che porta in vantaggio i suoi. Spinge molto su quella fascia e crea non pochi problemi ai granata.

Zanka 4 – Non ci capisce praticamente nulla su Martinez. Riesce a tenere un po’ meglio Amauri, ma alla fine si fa beffare dall’italo-brasiliano e lo abbatte in area regalando al Torino rigore e doppia superiorità numerica. Disastrosa la gara dei due centrali del Copenaghen.

Antonsson 4 – L’ex Bologna soffre maledettamente la velocità di Martinez, che gli parte costantemente alle spalle. Dopo una mezzora passata a rincorrere il venezuelano lo abbatte mentre è lanciato a rete e si fa espellere. Pessima la sua prestazione.

Hogli 5 – Appoggia sempre l’azione di Toutouh ed è una pedina importante nello scacchiere di Solbakken. Va raramente sul fondo. Nella ripresa commette tanti, troppi errori in fase di appoggio.

Amankwaa 5,5 – Nel primo tempo spinge tanto su quella fascia. Nella ripresa non riesce a dare il giusto apporto difensivo ai leoni.

Delaney 5 – Dovrebbe fare filtro a centrocampo, ma non ci riesce molto. Soffre maledettamente la qualità dei centrocampisti granata. Prestazione sottotono.

Claudemir 5 – Dovrebbe costruire la struttura su cui poggiare il palazzo Copenaghen. Non gioca una gran partita e sbaglia numerosi appoggi. Anche lui è protagonista della débâcle dei leoni. Dal 77’ Lindberg s.v.

Toutouh 6 – Spinge tantissimo su quella fascia e spesso tende ad accentrarsi. Finché vi è la parità numerica fa intravedere buoni numeri, poi anche lui cala maledettamente nella ripresa.

N. Jorgensen 5Gioca molto lontano dalla porta e prova a fare delle buone sponde per i compagni. Col passare dei minuti praticamente esce fuori dai radar della partita. Dall’84’ Felfel s.v.

De Ridder 5 – Parte bene creando anche qualche problema al Torino. Si spegne col passare dei minuti e non tocca più palla. Partita pessima. Dall’87’ Olsen s.v.

All. Solbakken 3,5 – Pur volendo dare tutte le attenuanti del caso ai suoi ragazzi è sembrato davvero pessimo l’atteggiamento difensivo dei leoni sin dai primi minuti. In seguito alle due espulsioni era necessario qualche aggiustamento tattico e qualche sostituzione. Se il risultato finale è così rotondo grandi colpe sono di Solbakken.

 

TORINO

Padelli 6,5 – Si prende forse qualche rischio di troppo quando deve rinviare, ma nel primo tempo è bravissimo a salvare la propria porta almeno in un paio di occasioni.

Maksimovic 6,5 – Confeziona il gol di Martinez con un gran lancio dalle retrovie. Gioca un’ottima partita e narcotizza da quel lato i leoni. Dal 66’ Jansson 6 – Gioca una buona partita e non fa correre rischi ai granata da quel lato.

Glik 5,5 – In occasione della rete di Amartey è molto sfortunato nel rinvio. Si riprende dallo svarione con un buon prosieguo di match.

Moretti 5,5 – Anche lui non è esente da colpe sul gol del Copenaghen, si fa trovare infatti impreparato sul retropassaggio di Silva. Nella ripresa praticamente non deve più badare a difendere, i leoni non esistono più.

Darmian 6,5 – Gioca molto basso e bada di più a difendere nel primo tempo. Nella ripresa invece trova un gran gol con uno splendido destro al volo.

Bovo 5,5 – Gioca in una posizione non sua e non si mette molto in luce. Recupera qualche buon pallone, e nonostante abbia dei piedi discretamente educati per essere un difensore non fa granché in fase d’impostazione.

Gazzi 6,5 – Randella palloni e ci mette il fisico quando c’è bisogno. Si piazza davanti alla difesa e orchestra la manovra granata con geometrie semplici, ma efficaci.

El Kaddouri 6,5 – Nella prima frazione di gioco è un po’ in ombra e non riesce a far vedere tutte le sue qualità sul malandato manto erboso di Copenaghen. Nella ripresa cresce e regala a Martinez l’assist per la rete del 3-1. Dal 66’ Graziano 6 – Il giovane proveniente dalla primavera del Torino si disimpegna bene con una partita ordinata.

Silva 5,5 – Pesanti colpe sulla rete del Copenaghen, ritarda eccessivamente il rilancio e sbaglia il retropassaggio. Spinge molto su quella fascia, ma sulla sua valutazione pesa tanto l’errore commesso nei primi minuti. Nella ripresa in parte si riscatta con un gran gol di sinistro al volo.

Martinez 8 – Qualche big presto busserà alla porta del Toro per questo ragazzo. Corsa, dribbling e velocità, il venezuelano ha tutto per sfondare. Aggiusta la partita con un gran gol di sinistro ad incrociare. Regala ai granata la superiorità numerica facendosi abbattere da Antonsson mentre è lanciato a rete. Ad inizio ripresa con un gran cucchiaio trova anche la personale doppietta. Senza ombra di dubbio il migliore in campo. Dal 58’ Quagliarella 6 – Entra quando la vittoria ormai è acquisita, si ritaglia qualche buona occasione da gol e non demerita in fatto di voglia.

Amauri 6,5 – Nel primo tempo non compie giocate trascendentali e si limita a fare il compitino. Sul crepuscolo del primo tempo, con una giocata delle sue, tutto fisico e sportellate si guadagna il penalty e fa espellere Zanka.

All. Ventura 8 – Il suo Torino scrive una piccola pagina di storia con una prestazione maiuscola in casa del Copenaghen. Davvero ottima la gara del giovanissimo Martinez che a suon di gol sembra richiedere a gran voce più spazio tra le fila granata.

Arbitro Bezborodov 6,5 – Tanti gli episodi chiave da valutare. Nella prima frazione di gioco Martinez lanciato a rete viene abbattuto da Antonsson, giusta la decisione di espellere l’ex Bologna. Sempre nel primo tempo, Amauri fa a sportellate con Zanka, il fallo comincia fuori area e si concretizza all’interno, l’italo-brasiliano viene atterrato mentre è ormai a tu per tu con Andersen, sembra giusto sia il penalty che l’espulsione. Mancano diverse ammonizioni, ma nel complesso buon arbitraggio.

 

TABELLINO

COPENAGHEN-TORINO 1-5

COPENAGHEN (4-4-1-1): Andersen; Amartey, Zanka, Antonsson, Hogli; Amankwaa, Delaney, Claudemir(dal 77’ Lindberg), Toutouh; N. Jorgensen(dall’84’ Felfel), De Ridder(dall’87’ Olsen). Felfel, Brandur Olsen, Lindberg, Christensen, Bay. All. Solbakken.

TORINO (3-5-2): Padelli; Maksimovic(dal 66’ Jansson), Glik, Moretti; Darmian, Bovo, Gazzi, El Kaddouri(dal 66’ Graziano), Silva; Martinez(dal 58’ Quagliarella), Amauri. Gillet, Jansson, Quagliarella, Rosso, Graziano, Caronte. All. Ventura.

Arbitro: Vladislav Bezborodov

Marcatori: 6’ Amartey (C), 15’ Martinez (T), 42’ Amauri (T), 47’ Martinez (T), 49’ Darmian (T), 53’ Silva (T)

Ammoniti: 

Espulsi: 30’ Antonsson (C), 40’ Zanka (C)




Commenta con Facebook