• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Roma-Manchester City, Rossi: "Ljajic potenziale fuoriclasse, Jovetic è un Totti giovane"

Roma-Manchester City, Rossi: "Ljajic potenziale fuoriclasse, Jovetic è un Totti giovane"

L'ex allenatore della Fiorentina ha parlato dei suoi due ex attaccanti


Adem Ljajic (Getty images)

09/12/2014 09:23

MANCHESTER CITY CHAMPIONS LEAGUE ROSSI LJAJIC JOVETIC / ROMA - Roma contro Manchester City è anche la sfida a distanza tra Adem Ljajic e Stevan Jovetic, entrambi allenati da Delio Rossi ai tempi della sua militanza alla Fiorentina. "Garcia dispone di una squadra fantastica, che può giocare alla pari contro qualsiasi avversario. In più, la carica dell'Olimpico avrà un peso fondamentale. 1-0, con gol di Ljajic? Ci metto la firma! - le parole del tencico a 'La Gazzetta dello Sport' - Ho sbagliato a scagliarmi contro di lui. Per questo ho chiesto scusa a tutti, anche a lui. E ho pagato il conto. Sta compiendo un altro passo fondamentale per la sua carriera. Rispetto a Stevan, è più ragazzino ma, trovando continuità di rendimento, può sprigionare quel talento straordinario che gli consente ormai di essere un trascinatore nella Roma. Lo vedo più fiducioso, è consapevole delle sue doti e con Garcia ha trovato più sicurezza e coraggio. Neppure Ljajic sa quanto può diventare forte e devastante. Mi ricorda un po' Menez, anche se ancora non ha la forza del francese: è destinato, comunque, a imporre qualità e numeri da potenziale fuoriclasse".

JOVETIC - "Stevan è stato condizionato da infortuni gravi, eppure resta un protagonista di assoluto livello, in un club tra i più quotati nel panorama mondiale. Arrivando in una società come il Manchester City, rischiava di essere schiacciato dalla concorrenza di campioni come Aguero, David Silva e Dzeko. Invece Jo-Jo ha spalle larghe, cresce ancora. Quando lo vedo giocare mi ritorna in mente Del Piero, ovviamente con le dovute proporzioni. E poi Stevan sembra, per movenze, guizzi e genialità, il Totti giovane: è un tipo tosto, sa farsi valere sul piano fisico e resiste ai trattamenti dei marcatori avversari".

 

M.D.F.




Commenta con Facebook