• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Juventus-Atletico Madrid, Simeone: "Sarà una finale e dovremo avere testa. Pirlo? E' fantastico"

Juventus-Atletico Madrid, Simeone: "Sarà una finale e dovremo avere testa. Pirlo? E' fantastico"

L'allenatore argentino ha parlato alla vigilia della sfida di Champions


Diego Simeone (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

08/12/2014 18:38

CALCIO CHAMPIONS LEAGUE JUVENTUS ATLETICO MADRID / TORINO - Appena sbarcato a Torino, l'allenatore dell'Atletico Madrid Diego Simeone si è presentato in conferenza stampa per parlare della sfida di domani sera di Champions League contro la Juventus di Massimiliano Allegri. Queste le parole del 'Cholo': "La squadra sta migliorando. Stiamo crescendo e si vede. Mandzukic si sta adattando sempre di più ai nostri meccanismi di gioco. Sarà una bella partita contro una squadra dal nome importante e che ha grandissimi giocatori. Sarà importante vedere come finirà per vedere chi passa come primo e come secondo, ma se perdono potrebbero non qualificarsi. La Juventus è molto più forte in casa, ha un altro passo e giocatori di livello. Domani la gara sarà diversa da quella di Madrid, dovremo avere testa. Penso solo a domani, sarà difficilissima con l'atmosfera di una finale. Dovremo essere bravi a interpretare la partita da subito per non avere sorprese. Mi aspetto la miglior Juventus degli ultimi tempi, contro una squadra che ha necessità di vincere e con tantissima grinta. Sarà una grande notte".

PIRLO - "E' un giocatore fantastico. Ha grande velocità mentale e calcia benissimo le punizioni. Dovremo essere molto attenti alla sua visione di gioco. Con lui la Juventus interpreta un gioco verticale, dovremo stare attenti".

ESPERIENZA ITALIANA - "La mia esperienza a Catania è stata forse la più importante. Ho avuto tante difficoltà che non ho avuto in Argentina, anche se ho allenato squadra importanti riuscendo a crescere. In Italia si cambia molto il sistema di gioco. In Spagna si cambia meno, se ne usano sempre uno o due".

LLORENTE E MORATA - "Morata ha più passo in velocità forse e ha meno esperienza. E' un grandissimo giocatore con un futuro enorme. Llorente ha più esperienza internazionale".




Commenta con Facebook