• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Roma, Ljajic: il serbo è diventato insostituibile

I CRAQUE DEL MOMENTO - Roma, Ljajic: il serbo è diventato insostituibile

I due gol contro il Sassuolo hanno definitivamente convinto Garcia


Adem Ljajic (Getty images)
Mattia Boscaro

08/12/2014 10:30

I CRAQUE DEL MOMENTO LJAJIC / ROMA - E' partito in sordina e dopo l'arrivo di Iturbe sembrava diventato addirittura il quinto attaccante a disposizione di Garcia: Adem Ljajic però si sta prendendo, a suon di gol e grandi prestazioni, le chiavi dell'attacco della Roma. Il serbo è stato il protagonista assoluto nel pareggio interno con il Sassuolo: la sua doppietta ha salvato i giallorossi, sotto momentaneamente di due reti e di un uomo. Ad inizio stagione il suo ruolo sembrava diventato marginale e l'investimento fatto lo scorso anno non sembrava azzeccato. Le sue qualità non erano in discussione, ma il giocatore sembrava difettare di personalità. Ora, dopo sei gol in stagione, sembra difficile poter fare a meno di lui: anche la sfida decisiva di Champions League dovrebbe vederlo impegnato fin dal primo minuto, per sfruttare al massimo uno stato di forma eccezionale.

Adem Ljajic è nato a Novi Pazar il 29 settembre 1991. Cresciuto nelle giovanili del Partizan Belgrado, nel 2008 entra in prima squadra e mette a segno 9 reti in 38 gare complessive. Nel 2010 viene acquistato dalla Fiorentina, che scommette sulle sue qualità investendo 6,5 milioni di euro. Il giocatore è acerbo, ma mostra subito grandi qualità tecniche e una velocità che spesso lo rende imprendibile ai difensori avversari. Ljajic cresce all'ombra di Jovetic e nel 2012, durante una sfida con il Novara, reagisce male ad una sostituzione del tecnico Delio Rossi, il quale aggredisce fisicamente il giocatore, successivamente messo fuori rosa dalla società. Reintegrato nella stagione successiva da Vincenzo Montella, Ljajic disputa alcune grande partita convincendo la Roma a puntare su di lui. Il trasferimento arriva a fine agosto 2013 per una cifra, bonus compresi, di 15 milioni di euro. Difficile il suo rapporto con la Nazionale: esordio nel 2010, ma esclusione da  parte dell'ex ct Mihajlovic per essersi rifiutato di cantare l'inno nazionale prima di una sfida con la Spagna nel 2012.




Commenta con Facebook