• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-LAZIO

Finalmente F.Anderson! Parolo giornata no. Bene Palladino, Galloppa un fantasma


Felipe Anderson (Getty Images)
Raniero Mercuri

07/12/2014 17:04

ECCO LE PAGELLE DI PARMA-LAZIO

 

PARMA

Iacobucci 5 – Così e così. Al 19’ pt con uscita avventata regala palla a De Vrij, che però conclude male. Poi è bravo e deviare in angolo la conclusione di Basta al 46’ pt. Sbaglia il passaggio corto dal quale nasce poi il gol partita di Felipe Anderson.

Santacroce 6,5 – Copre bene sugli inserimenti sia di F.Anderson che di S.Mauri. Soprattutto, al 44’ pt è suo l’assist per il colpo di testa di Palladino, che porta momentaneamente il Parma in vantaggio. Dal 18’ st Mendes 5,5 – Sembra sempre molto incerto in fase di copertura.

Lucarelli 6,5 – Tra i migliori dei suoi. Lotta come un leone contro Djordjevic, cliente più che scomodo. Dirige con autorità i movimenti dei compagni di reparto. Al 25’ pt poi, su cross di Lodi, tira al volo di sinistro offrendo a Costa la palla giusta, che spedisce però sulla traversa.

Costa 6 – Bene anche lui nel trio arretrato, anche se a volte commette qualche errore di concentrazione. Al 25’ pt, su tiro-cross di Lucarelli, devìa la sfera sulla traversa, a due passi da Marchetti.

Rispoli 5,5 – Garantisce spinta e corsa sulla fascia. La tecnica? Altra domanda, grazie.

J.Mauri 5,5 – Soffre un po’ lì in mezzo, non riesce quasi mai a tamponare e ripartire velocemente. Al 10’ st ha la palla per il due a uno, ma spreca. Dal 31’ st Belfodil 5,5 – Non incide per niente.

Lodi 5,5 – Ci aspettiamo sempre qualcosa in più da uno dotato della sua tecnica. Si limita a dirigere il gioco con sufficiente fluidità, prendendosi però troppe pause.

Galloppa 4,5 – Il peggiore. Non si vede quasi mai a centrocampo. Dovrebbe lottare, tamponare e ripartire. Non fa nessuna delle tre cose. Per sua fortuna anche Parolo, suo diretto rivale, non è in grande giornata. In più, è assolutamente latitante in fase offensiva, non trovando mai spazio per il suo buon sinistro. Dal 23’ st Acquah 6- Almeno lui lotta su ogni palla. Anche troppo.

Gobbi 5 – Gli annullano un gol buono al 10’ pt, quando con un piattone sinistro infila Marchetti, dopo un assist d’oro di Cassano. Poi, al 13’ st, il pasticciaccio: dopo uno scambio avventato con Iacobucci, regala palla a Djordjevic, che serve a F.Anderson la palla per l’uno a due.

Cassano 5 – Da lui ci aspettiamo sempre che faccia la differenza. Spesso appare abulico, assenteista per larghi tratti di gara. Al 10’ pt il cadeau per il vantaggio di Gobbi, poi annullato, è suo. Troppo poco...

Palladino 6,5 – Il migliore. Non una prestazione da strapparsi i capelli, chiariamoci. Però si muove molto, pressa, e soprattutto porta momentaneamente in vantaggio il Parma al 44’ pt, con un gran colpo di testa su assist di Santacroce, che va ad infilarsi all’incrocio dei pali alla sinistra di Marchetti.

All. Donadoni 5,5 – Il Parma non gioca neanche malissimo. E’ abbastanza ordinato, volitivo. Ma commette sempre errori madornali (vedi Gobbi), che finiscono per costargli partite e punti. La classifica è drammatica, inutile nasconderlo.

 

LAZIO

Marchetti 6 – Incolpevole sul vantaggio parmense al 44’ pt: il colpo di testa di Palladino va ad infilarsi proprio all’incrocio dei pali. Per il resto, dà tranquillità alla difesa.

Basta 6 – Sufficiente la sua prova. Copre e spinge con discreto ordine. Al 46’ pt scalda i guanti a Iacobucci con un destro dal limite.

De Vrij 6,5 – Buona prova del centrale olandese. Comanda la difesa laziale con temperamento e autorevolezza.

Radu 6 – Disciplinato. Comincia da centrale accanto a De Vrij. Poi, dopo l’infortunio di Braafheid, passa terzino. Bene anche lì.

Braafheid 6 – Gioca ordinato, senza strafare. Esce dopo trentasette minuti in seguito a un duro contrasto con Rispoli. Dal 37’ pt Cana 6 – Sempre attento in copertura. Sbaglia poco.

Parolo 5 – Il peggiore. Mai in partita. Non si fa vedere quasi mai né in fase di copertura né in quella di inserimento, offrendo così scarso appoggio sia a Biglia che al reparto offensivo. Si fa anche ammonire al 22’ st, regalando una pericolosa punizione dal limite al Parma, sfruttata male da Lodi.

Biglia 7 – Molto bene il regista biancoceleste. Dirige la squadra con ottime geometrie. Al 10’ pt, centra la traversa con una punizione dal limite. Poi, al 47’ pt, è suo l’assist di testa per il gol dell’uno a uno firmato da S.Mauri.

Lulic 6 – Meno attivo del solito. Tuttavia al 3’ st, con un destro ad incrociare costringe Iacobucci a deviare in angolo.

S.Mauri 6,5 – Al 47’ pt, firma di testa il gol del pareggio biancoceleste. Prezioso come sempre dal punto di vista tattico. Parte esterno, ma in realtà si accentra sempre molto.

Djordjevic 6,5 – Solita gara da combattente. Il classico centravanti di una volta: tutto fisico e grinta da vendere. Al 13’ st offre a F.Anderson l’assist per il gol dell’uno a due. Dal 31’ st Klose s.v.

F.Anderson 7 -  Il migliore. Finalmente. Questo ci sentiamo di dire a F.Anderson, che dopo un anno più che buio, regala e si regala un pomeriggio ottimo. Corre, dribbla, aiuta i compagni. E sigla il gol vittoria al 13’ st, dopo un assist prezioso di Djordjevic.  Dal 18’ st Keita 6 - Aiuta i compagni, pur non creando granchè in avanti.

All. Pioli 6,5 – Buona prova dei suoi, che rimontano agevolmente una gara che non si era messa per niente bene.

Arbitro: Guida 5 – Contestatissimo dai padroni di casa. E come dargli torto, ci verrebbe da dire. Al 10’ st annulla un gol regolarissimo a Gobbi per un’inesistente posizione iniziale di fuorigioco di Cassano (ma qui la colpa è soprattutto del guardalinee Di Fiore). Poi, al 47’ pt, convalida il pareggio laziale quando il recupero era finito da circa venti secondi. Male anche nella distribuzione di qualche cartellino.

 

TABELLINO

PARMA-LAZIO 1-2

Parma (3-5-2): Iacobucci; Santacroce (Dal 18’ st Mendes), Lucarelli, Costa; Rispoli, J.Mauri (Dal 31’ st Belfodil), Lodi, Galloppa (Dal 23’ st Acquah), Gobbi; Cassano, Palladino.  All. Donadoni

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Radu, Braafheid (Dal 37’ pt Cana); Parolo, Biglia, Lulic; S.Mauri, Djordjevic (Dal 31’ st Klose), F.Anderson (Dal 18’ st Keita).  All. Pioli

Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata)

Marcatori: 44’ pt Palladino (P), 47’ pt S.Mauri (L), 13’ st F.Anderson (L)

Ammoniti: 2’ pt Lodi (P), 9’ pt Biglia (L), 32’ pt Santacroce (P), 1’ st Gobbi (P), 12’ st F.Anderson (L), 22’ st Parolo (L), 42’ st Acquah (P)

Espulsi: -




Commenta con Facebook