• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, modello Bayern e un triumvirato di grandi ex: ecco il piano di Berlusconi

Milan, modello Bayern e un triumvirato di grandi ex: ecco il piano di Berlusconi

Fiducia ad Inzaghi, con il presidente rossonero che vuole richiamare anche Sacchi, Capello e Ancelotti


Silvio Berlusconi © Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

06/12/2014 08:50

MILAN MODELLO BAYERN MONACO BERLUSCONI SACCHI CAPELLO ANCELOTTI / MILANO - Sta nascendo il Milan del futuro, il nuovo Milan di Silvio Berlusconi. Un nuovo modello societario, un grande piano tecnico e lo stadio di proprietà. Il presidente rossonero ha dato il via libera ad un imponente programma di rilancio che affonda le radici nell'immissione di soldi freschi, si ipotizza circa 100 milioni di euro a stagione secondo il 'Corriere dello Sport', attraverso un nuovo assetto societario sulla scia di quello del Bayern Monaco: non più due soci con un mega esborso economico, ma tre con spese più contenute e poi un ulteriore allargamento attraverso un azionariato popolare diffuso. Ma non ampio come quello dei bavaresi, raccontano le ultime news MilanEscluso, poi, il passaggio del pacchetto di maggioranza ad un proprietario straniero, contrariamente a Inter e Roma. 

A livello tecnico, invece, si va avanti con la fiducia a Filippo Inzaghi, supervisionato e magari consigliato da tre grandi 'saggi': Arrigo Sacchi, Fabio Capello e Carlo Ancelotti. Berlusconi sogna di riportare a Milanello i tre grandi tecnici della storia recente milanista in veste di strateghi, consulenti, scout e ambasciatori del Milan nel mondo. Un triumvirato con il quale intende scovare i migliori talenti e ridare lustro a livello internazionale al club.

Per lo stadio, intanto, si viaggia spediti: ieri l'annuncio di Barbara Berlusconi, che auspica la costruzione del nuovo impianto di proprietà entro il 2020.Che quasi certamente sorgerà nella zona di Casa Milan, diventando sempre più un quartiere rossonero e lasciando 'San Siro' ai cugini nerazzurri.

Nell'immediato, però, l'obiettivo da centrare è il terzo posto in campionato. Che vorrebbe dire un posto nei play-off di qualificazione alla prossima Champions League e, soprattutto, una fondamentale iniezione di contanti che permetterebbe al Milan di avviare i grandi investimenti già dalla prossima stagione, soprattutto sul calciomercato.




Commenta con Facebook