• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-BRESCIA

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-BRESCIA

Ottimo Bergessio, Cacciatore in difficoltà. Andrea Caracciolo c’è, Antonio no


Gonzalo Bergessio © Getty Images
Raniero Mercuri

04/12/2014 22:59

ECCO LE PAGELLE DI SAMPDORIA-BRESCIA

 

SAMPDORIA

Viviano 6 – Non lo impegnano quasi mai. Giusto al 17’ Benali gli scalda i guanti. Ma giusto un po’.

Cacciatore 6 – Il peggiore dei suoi. Soffre un po’ troppo sulla sua fascia di competenza sia Sestu che Benali, che spesso e volentieri gli danno qualche grattacapo con qualche inserimento pericoloso. Chiariamo: non gioca malissimo, diciamo che non è nella sua miglior serata.

Fornasier 6 – Ordinato, fa il suo compitino lì dietro. E lo fa bene.

Gastaldello 6 – Comanda la difesa con esperienza e il solito agonismo. Duella spesso e volentieri con And.Caracciolo. E spesso ha la meglio.

Regini 6 – Scende spesso e volentieri sull’out sinistro, arrivando più volte al cross. Peccato per l’inutile giallo che gli commina Baracani al 43’.

Obiang 6,5 – Lo vedono come un muro lì in mezzo. Tampona e riparte, ruba palla con le sue lunghe leve. In un’occasione gli si aggrappano addosso in due per buttarlo giù. Ce la fanno, ma lui è già in piedi. Dall’ 86’ Lulic s.v.

Marchionni 6 – Dirige bene il cuore del centrocampo blucerchiato. Non ruba l’occhio, ma dà ordine e geometrie.

Krsticic 6,5 – Bene sia in fase di spinta che di copertura. Su tutti però, l’assist perfetto che manda in porta Sansone al 31’, poi steso da Arcari con conseguente rigore-gol di Gabbiadini. Per il resto, sbaglia davvero poco.

Sansone 7 – Mihajlovic lo sistema dietro le punte. E lì cambia la gara. Al 31’ si invola solitario verso Arcari, dopo l’assist filtrante di Krsticic. Lo punta, lo salta. L’altro lo stende. E’ rigore: uno a zero Samp. Decisivo. Dal 46’ Fedato 6,5 – Al 57’ offre a Bergessio l’assist per il due a zero.

Bergessio 7,5 – Il migliore. Molto bene il centravanti argentino. In due minuti capisci subito che è in serata: al 18’ spara da fuori area, Arcari alza in angolo. Un minuto dopo, dagli sviluppi di un corner, sforbicia verso l’estremo bresciano, che gli dice ancora no. Poi, al 57’, il gol tanto atteso: Ant.Caracciolo si addormenta, regala palla a Fedato che l’appoggia all’argentino. Non può sbagliare. E non sbaglia.

Gabbiadini 7 – Sigla l’uno a zero al 32’ su calcio di rigore: botta di sinistro, Arcari intuisce ma non può nulla. Per il resto, è sempre un punto di riferimento per i compagni, consapevoli della sua pregiata tecnica individuale e spiccata visione di gioco. Dal 65’ Djordjevic 6,5 – Si muove tanto e bene.

All. Mihajlovic 6,5 – La mossa iniziale decide la gara: Sansone non largo a sinistra come di consueto, ma dietro le punte. Il vantaggio nasce lì. La Samp è agli ottavi. All’83’ si fa espellere inutilmente.

 

 

BRESCIA

Arcari 5 – Parte bene. Al 18’ devia in angolo una sventola di Bergessio. Al 19’ ancora, rovesciata dell’argentino e il portiere che vola in corner. Poi, il fattaccio; al 31’, Sansone gli si presenta a tu per tu, lui lo stende: è rigore e vantaggio blucerchiato. Incolpevole sul raddoppio di Bergessio.

Zambelli 5,5 – Grande temperamento e agonismo. Tuttavia, concede un po’ troppo in fase di copertura.

Ant.Caracciolo 4,5 – Il peggiore. Perché? Semplice. Minuto 57’, probabilmente in pieno clima natalizio, a due passi da Arcari regala palla a Fedato, che serve Bergessio per un raddoppio facile facile. Prima di questo, non aveva giocato neanche male, coprendo il possibile sugli attacchi blucerchiati.

Di Cesare 5,5 – Soffre un po’ troppo gli inserimenti degli attaccanti sampdoriani.

Scaglia 6 – Sufficiente la sua prova. Scende spesso, soprattutto nel primo tempo, mettendo in mezzo qualche cross interessante.

Bentivoglio 5,5 – Si muove molto, dà compattezza al centrocampo bresciano. Ma non incide mai.

Olivera 6 – Al 61’ di testa sfiora l’uno a due. Tiene vivo il Brescia finchè può. Dall’80’ Razzitti s.v.

Benali 5,5 – Tanto fumo e poca sostanza. Un lampo al 93’, quando spizza la traversa con un tiro da lontano.

Sestu 5 – Corre spesso a vuoto. Era uno di quelli da cui ci saremmo aspettati di più. Dal 48’ Morosini 5,5 – Evanescente.

H’Maidat 5 – Il talento si intravede, ma solo a sprazzi. Al 70’ rischia grosso per una manata sul viso di Obiang, non ritenuta sanzionabile da Baracani.

And.Caracciolo 6 – Finchè gioca è il migliore dei suoi. Detta sempre il passaggio ai compagni, caricandosi da solo tutto l’attacco bresciano sulle spalle. Duella spesso con Gastaldello, avversario ostico. Senza di lui, il Brescia sembra davvero poca cosa. Dal 55’ Valotti 6 – Qualche buon inserimento in zona gol.

All. Iaconi 5 – Squadra lenta e compassata, soffre troppo gli attaccanti blucerchiati. La struttura c’è, ma il resto è tutto da rivedere.

Arbitro: Baracani 6,5 – Perfetto al 31’, nell’occasione del rigore sampdoriano: Arcari stende Sansone lanciato in porta. Giusto il penalty. Giusto anche il giallo al portiere, perché l’attaccante si stava decentrando sulla sinistra. Una pecca: al 70’ non giudica volontaria la manata di H’Maidat sul viso di Obiang. Dubitiamo.

 

TABELLINO

SAMPDORIA-BRESCIA 2-0

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Cacciatore, Fornasier, Gastaldello, Regini; Obiang (Dall’86’ Lulic), Marchionni, Krsticic; Sansone (Dal 46’ Fedato); Bergessio, Gabbiadini (Dal 65’ Djordjevic).  All. Mihajlovic

Brescia (4-3-2-1): Arcari; Zambelli, Ant.Caracciolo, Di Cesare, Scaglia; Bentivoglio, Olivera (Dall’80’ Razzitti), Benali; Sestu (Dal 48’ Morosini), H’Maidat; And.Caracciolo (Dal 55’ Valotti).  All. Iaconi

Arbitro: Leonardo Baracani (sez. Firenze)

Marcatori: 32’ Gabbiadini rig. (S), 57’ Bergessio (S)

Ammoniti: 31’ Arcari (B), 43’ Regini (S), 49’ Olivera (S)

Espulsi: 83’ Mihajlovic All. (S)




Commenta con Facebook