• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Pjanic: "Scudetto? Prima o poi lo vinceremo. Ho rinnovato per i tifosi"

Roma, Pjanic: "Scudetto? Prima o poi lo vinceremo. Ho rinnovato per i tifosi"

Il centrocampista bosniaco torna sulla sua scelta di restare in giallorosso e lancia la volata per il titolo


Miralem Pjanic (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

03/12/2014 15:56

ROMA PJANIC SCUDETTO / ROMA - Un sogno che presto diventerà realtà. Intervenuto ai microfoni di 'Roma Radio', il centrocampista giallorosso Miralem Pjanic ha fatto il punto sulle ultime news Roma suonando la carica per lo scudetto: "Il campionato come la Champions è sempre importante. Dobbiamo sempre essere pronti, ora è una delle poche volte che abbiamo una partita a settimana e possiamo prepararci un po' di più. Con il Sassuolo sarà una partita importante e vogliamo vincere. Lo scudetto è un sogno. La gente qui è fantastica, l'affetto dei tifosi e della città è incredibile. Questo mi ha dato una motivazione in più per firmare il rinnovo. I giocatori vivono per questo e voglio assolutamente vincere qualcosa qua. Nel futuro della Roma c'è uno scudetto perché stiamo lavorando bene, i giocatori lavorano per vincere. Sono sicuro che arriverà.  

Pjanic, poi, prosegue: "Il tiro? Sono un giocatore che preferisce passare la palla agli altri, se capita che posso calciare calcio, ma se mi viene in mente un'altra giocata la faccio. Il mio gioco è così, aspetto sempre l'ultimo. Fa più piacere il gol, ma fare un assist è bello. Punizioni? Sono situazioni che possono sbloccare una partita. Sono situazioni importanti. So come calciare da una certa distanza e ho sempre la sensazione di poter far gol. Ma non calcio come Juninho Pernambucano, il suo è un tiro diverso. Ci vuole solo un po' di ripetizione per avere più feeling. Il gol negli USA è stato il gol più bello che ho fatto probabilmente. Ero molto lontano, ma gli avevo dato la forza giusta, tutto giusto. Peccato fosse solo un'amichevole. Le parole di Totti? Mi hanno fatto molto piacere, quando certi complimenti arrivano da lui valgono doppio. E' giocatore più forte che ho conosciuto. Peccato averlo conosciuto a 36 anni, ma comunque anche ora è impressionante".

Infine un messaggio per Leandro Castan che questa mattina si è operato per rimuovere un cavernoma: "Forza Leo, abbiamo avuto buone novità e appena possiamo lo andremo a visitare. Speriamo che tornerà presto. Ho i brividi. Ci ha dato tanto e spero che gli andrà tutto bene e tornerà più forte. E' un ragazzo d'oro, è molto amato nel club".




Commenta con Facebook