• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Paulo Dybala, il tesoro del Palermo

I CRAQUE DEL MOMENTO - Paulo Dybala, il tesoro del Palermo

Il giovane attaccante argentino protagonista dell'avvio di campionato rosanero


Paulo Dybala (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

01/12/2014 16:11

CRAQUE DEL MOMENTO DYBALA PALERMO / PALERMO - L'anno di Paulo Dybala: il talentino del Palermo sta convincendo tutti in questo avvio di stagione: sei gol realizzati, un pericolo costante per le difese avversarie e l'investitura del presidente Zamparini che lo ha definito un fuoriclasse e ha pronosticato per lui un futuro in una grande d'Europa, spalancando le porte a trattative di calciomercato. Dopo un paio di stagioni di ambientamenti, per l'argentino sembra arrivato finalmente il momento della consacrazione: gol e prestazioni da grande che hanno attirato anche l'attenzione di Antonio Conte che ha provato a fargli vestire la maglia dell'Italia, ricevendo un rifiuto. 

Paulo Dybala nasce a Laguna Larga in Argentina, il 15 novembre del 1993. Fa tutta la trafile delle giovanili nell'Instituto di Cordoba, squadra con la quale fa il debutto nel calcio professionistico nel 2011, segnando il suo primo gol alla seconda presenza. In totale realizza 17 reti in 38 presenze. Dopo un anno approda in Italia, acquistato dal Palermo: il suo approccio con i rosanero non è dei migliori e nell'anno della retrocessione in Serie B riesce a realizzare appena tre gol. Il periodo negativo dura anche nella stagione successiva, fino a marzo quando finalmente trova la via del gol: da allora, Dybala non ha smesso di segnare realizzando 5 reti nel rush promozione dei rosanero e sei nel campionato in corso. Quello della consacrazione. 




Commenta con Facebook