• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Nicchi: "Quanto piacciono le polemiche. Pronti allo sciopero contro la violenza"

Serie A, Nicchi: "Quanto piacciono le polemiche. Pronti allo sciopero contro la violenza"

Il presidente dell'Aia risponde alle critiche per le partite di ieri e replica alla furia dell'Udinese


Rizzoli e Nicchi © Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

01/12/2014 14:17

SERIE A NICCHI MILAN UDINESE POZZO / ROMA - Errori fisiologici, ma nel complesso buone direzioni di gara: Marcello Nicchi, presidente dell'Associazione Italiana Arbitri, risponde così alla critiche piovute addosso alla categoria dopo le partite di ieri del massimo campionato. Poco calciomercato nelle news Serie A di oggi, ma tanto spazio alle numerose polemiche per gli errori arbitrali accaduti ieri; il numero uno dei direttori di gara italiana replica così alle critiche ai fischietti italiani: "Quanto piacciono le polemiche - le sue parole a 'Gr Parlamento' -. Nessun mi chiama mai per farmi in complimenti per gli arbitraggi di OrsatoMazzoleni ed altri. Interessano solo le polemiche: secondo me ieri gli arbitri hanno fatto bene in partita importante e difficile. Normale che ci sia qualche errore: è fisiologico". 

No comment invece alle dure parole di Pozzo contro Valeri dopo Milan-Udinese: "Alle dichiarazioni di qualcuno che dovrebbe essere tra i primi portatori di regole, culture, valori e serenità preferisco non replicare". Sempre in tema della sfida di 'San Siro', Nicchi approfondisce la richiesta di Galliani di inserire la tecnologia in campo dopo il gol-non gol di Rami: "Se vogliono introdurre un aiuto tecnologico, lo accettiamo: gli arbitri d'area sono però importanti e non hanno mai sbagliato, compreso ieri. Se devono essere tolti per problematiche economiche noi possiamo farci poco, è un problema della Figc. Se invece si vogliono eliminare per un problema tecnico, dico che è un errore farlo: molte nazioni li adottano ed è stato bravo Collina ad introdurli". 

Il presidente dell'Aia prosegue ancora: "Roma-InterTorino-JuventusCesena-Genoa sono state belle partite anche per gli arbitri: sono stati davvero bravi e questo non è certo una novità. Poi è normale che ci scappi anche l'errore: quando arriva però dobbiamo accetterlo, come facciamo con il centravanti che fallisce un gol". 

Nicchi parla poi della possibilità di sciopero per le continue violenze subite dai direttori di gara: "Se ci constringono a farlo significa che il calcio ha fallito. Abbiamo avanzato le nostre richieste, condivise da tutti, sulla violenza e su questo faremo il massimo". 




Commenta con Facebook