• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > LA MOVIOLA DI CM.IT: Irregolare il braccio alto di El Kaddouri. Honda-Domizzi: il rigore non c'è

LA MOVIOLA DI CM.IT: Irregolare il braccio alto di El Kaddouri. Honda-Domizzi: il rigore non c'è

Orsato vede il fallo del granata sulla punizione di Pirlo. Giornata no per Valeri che scontenta tutti


Daniele Orsato ©Getty Images
Emiliano Forte

01/12/2014 07:54

MOVIOLA EL KADDOURI HONDA TREDICESIMA GIORNATA SERIE A / MILANO - Nella settimana di Juventus-Torino e Roma-Inter, si sono rivelate più che soddisfacenti le prove di Orsato allo 'Stadium' e di Mazzoleni allo stadio 'Olimpico'. Il primo impegnato in un match particolarmente delicato, ha arbitrato con personalità prendendo anche decisioni importanti come nel caso del rigore concesso ai bianconeri ad inizio partita. Lo stesso si può dire di Mazzoleni che nel bel confronto tra giallorossi e nerazzurri si è sempre mostrato all'altezza della situazione. Giudizio di segno opposto invece per Valeri, impegnato in Milan-Udinese: la sua direzione è la nota dolente di giornata con molti episodi discussi che vanno dal gol fantasma di Rami al rigore generoso concesso ai rossoneri con tanto di espulsione per Domizzi.

 

SASSUOLO-VERONA 2-1, arbitro Doveri 5 - Nella ripresa il direttore di gara sorvola su un'entrata maldestra di Marquez su Berardi: il fallo c'era e dunque manca un calcio di rigore in favore dei padroni di casa.

 

CHIEVO-LAZIO 0-0, arbitro Banti 5,5 - Gara che non riserva grosse difficoltà all'arbitro, che lascia a desiderare solo in occasione del calcione che Meggiorini rifila a Basta nel corso del primo tempo. Un intervento falloso che probabilmente meritava il giallo. Banti troppo permissivo anche su un contatto tra Cesar a Djordjevic.

 

CESENA-GENOA 0-3, arbitro Russo 5 - Per il fischietto di Nola non una delle migliori uscite. Entrambi i rigori concessi nel corso della gara lasciano molti dubbi. Il primo viene concesso al Genoa per un presunto mani di Lucchini su un tiro di Bertolacci, il secondo al Cesena per il contatto Burdisso-Rodriguez: in entrambi i casi il fallo non è così evidente. Nel finale l'arbitro sorvola su un intervento in area rossoblu ai danni di Tabanelli che poteva essere sanzionato con la massima punizione.

 

MILAN-UDINESE 2-0, arbitro Valeri 4 - Brutto pomeriggio per il fischietto di Roma, il cui operato lascia a desiderare in più di un episodio. Dopo 6 minuti di gioco proteste rossonere per il contatto Herteaux-Menez, ma l'attaccante rossonero si lascia cadere senza subire fallo. É il 18' quando Rami va a colpire di testa con Karnezis che interviene quando probabilmente la palla aveva già superato la linea di porta: Valeri decide di non concedere il gol e sembra sbagliare. Ad inizio ripresa Armero in area rossonera sgambetta Badu: l'arbitro lascia correre ma il penalty poteva starci. Svista evidente in occasione del rigore concesso al Milan per l'intervento di Domizzi su Honda: l'attaccante giapponese prima controlla con un braccio poi si lascia cadere. Il rigore non c'è e pure l'espulsione ai danni del giocatore friulano per chiara occasione da gol sembra una decisione esagerata. Molto severo, (forse troppo), il rosso ad Essien a pochi minuti di distanza dal rigore che ha permesso ai rossoneri di sbloccare il risultato.

 

CAGLIARI-FIORENTINA 0-4, arbitro Calvarese 5 - Nonostante il risultato netto la gara è stata tutt'altro che agevole per Calvarese, il quale non ha offerto una prestazione impeccabile. Manca all'appello qualche cartellino come nel caso di Rossettini, che nel primo tempo mette giù Cuadrado nei pressi dell'area di rigore. Dubbi anche nell'azione in cui Farias si divora letteralmente il gol del pari con Neto che frana su Balzano. Da rivedere il quarto gol viola con Cuadrado che probabilmente scatta da posizione di offside.

 

EMPOLI-ATALANTA 0-0, arbitro Peruzzo 6 - Sufficiente la prova del fischietto di Schio in un match privo di episodi contestati o di difficile interpretazione.

 

PALERMO-PARMA 2-1, arbitro Irrati 6,5 - Regolare la posizione di Palladino sul gol del momentaneo 1-1. Giuste le espulsioni di Felipe e Barreto entrambe per doppia ammonizione.

 

JUVENTUS-TORINO 2-1, arbitro Orsato 7 - Ottima la sua direzione in un match combattuto e tirato fino allo scadere. La prima decisione importante arriva al 14' quando, su una punizione calciata da Pirlo, El Kaddouri intercetta il pallone con il braccio alto. Per Orsato nessun dubbio, fallo e rigore per i bianconeri. Bravo l'arbitro anche nel far ripetere il primo penalty trasformato da Vidal per i troppi giocatori presenti in area al momento del tiro. Nella ripresa rete annullata alla Juventus per un fuorigioco netto di Vidal che insacca da pochi passi. Nulla da dire sui due gialli che portano all'espulsione di  Lichtsteiner. Infine tutto regolare nell'azione che vale il gol vittoria di Pirlo in pieno recupero: Benassi nel perdere palla non subisce alcun fallo da parte di Bonucci.        

 

ROMA-INTER 4-2, arbitro Mazzoleni 6,5 - Nel corso del primo tempo corretta la decisione di annullare il 2-0 della Roma firmato da Gervinho: sull'invito di Ljajic l'ivoriano scatta in posizione di offside. Vivaci proteste da parte dell'Inter per un possibile fallo di Holebas su Guarin nell'azione che porta al 3-2 firmato Pjanic: per Mazzoleni nessun dubbio, è tutto regolare. Nel corso del minuto 75 viene fermato Gervinho lanciato in contropiede per un fuorigioco inesistente. Giusta la punizione concessa alla Roma nel finale dalla quale è nato il 4-2 definitivo di Pjanic.

 

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook