• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-INTER

Pjanic e' tecnica pura, Holebas forza dirompente. Troppo fragili Ranocchia e soprattutto J. Jesus. Male anche Astori.


Miralem Pjanic (Getty Images)
Stefano Carnevali

30/11/2014 22:40

Ecco le pagelle di ROMA-INTER

 

ROMA

De Sanctis 6,5 – Dopo un avvio del tutto inoperoso, al 25' compie una grande parata su Kuzmanovic. Nulla può sul gol di Ranocchia e su quello di Osvaldo.

Maicon 6,5 – Spinge tanto e bene, costringendo sempre Dodò a stare molto basso. Fonte di gioco costante e sicura. Molto meno propositivo nella ripresa.

Manolas 6,5 – Grande autorità ogni volta che incrocia Osvaldo. E' sempre molto difficile da saltare.

Astori 5,5 – Un po' svagato: non va in vera sofferenza ma si prende dei rischi tutto sommato evitabili. Dormita clamorosa in occasione del gol di Ranocchia. Maldestro anche quando devia alle spalle di De Sanctis il tiro di Osvaldo che vale il 2-2 per l'Inter.

Holebas 7 – Preferito a Cole, gioca un avvio prudente. In avvio i ripresa si inventa un gol di grande potenza, sverniciando i due centrali nerazzurri.

Pjanic 7 – Si vede a sprazzi, ma è sempre determinante: le azioni migliori partono da lui. Concretizza l'assit di Totti e firma il 3-2. La punizione nel finale è un gioiello.

Keita 6,5 – Presidia il centro della mediana con buon passo e tanta attenzione tattica. Alla lunga patisce la forza fisica della mediana avversaria. Dal 63' De Rossi 6,5 – Più vigoroso di Keita, dà maggior peso alla mediana di casa.

Nainggolan 7 – E' il più propositivo del centrocampo giallorosso: tocca tantissimi palloni, da subito. Purtroppo per la Roma, però, è davvero molto poco preciso. Anche nella ripresa commette errori di palleggio che, di solito, non gli sono usuali. Cresce nel finale di gara, quando sembra il più in foma dei 22 in campo.

Gervinho 6,5 – Non è brillantissimo. Girovaga con scarso costrutto ora a destra, ora a sinistra. Al 18' spreca una grande ripartenza, sbagliando l'assit finale per Totti. Tre minuti dopo, però, è lesto a raccogliere l'assist di Ljajic per firmare il vantaggio della Roma. Cala nella ripresa.

Totti 7 – Crea gioco abbassandosi costantemente. Poco preciso al tiro. Fatica a trovare lo spazio giusto, però, riesce a firmare l'assist per il 3-2 di Pjanic. Finale addirittura in crescendo. Dall'86' Iturbe 6 - Si divora subito un gol e ne sfiora un altro. Sta tornando?

Ljajic 7 - Ha la prima occasione, su assist di Maicon, ma la spreca. Impegna il portiere sloveno anche al 19'. Splendido anche l'assist per il gol di Gervinho. E' in ottima forma. Al 41' si divora una grande occasione. Dal 63' Florenzi 6 – Comincia bene, mettendo sempre in difficoltà J. Jesus, poi qualche preziosismo di troppo.

All: Garcia 7 – La Roma fa la partita per lunghi tratti. Dopo il vantaggio c'è qualche leziosismo di troppo e la grande ingenuità sul gol di Ranocchia. In seguito la Roma si perde non poco, ma poi Holebas si inventa un gran gol. Un altro errore difensivo consente il pari di Osvaldo. Il 3-2, però, arriva quasi subito con Pjanic. Non è una Roma molto brillante, ma è più forte dell'Inter.

 

INTER

Handanovic 6 – Tanto impegno, ma anche risposte sempre all'altezza. Incolpevole sul gol.

Campagnaro 5,5 – Riproposto dal 1', controlla la fascia destra con grande prudenza. Dopo un buon primo tempo, viene travolto da Holebas in occasione del 2-1 giallorosso. Grandi problemi nel finale contro Iturbe. 

Ranocchia 5,5 – Quando esce dalla sua zolla sono guai: ammonito dopo poco più di un quarto d'ora, poi soffre. In occasione del gol di Gervinho, è posizionato molto male. Firma, un po' a sorpresa, l'importantissimo gol del pareggio. Brutta figura anche sul gol di Holebas.

Juan Jesus 4,5 – La solita esplosività accompagnata da poca concentrazione e poca precisione. Sorpreso in occasione del gol di Gervinho, sbaglia quasi ogni uscita in pressione. Fuori posizione anche quando la Roma torna in vantaggio. Nel finale soffre tantissimo.

Dodò 5,5 – Ha i suoi grattacapi contro Maicon. Ma non per questo rinuncia a spingere. Alti e bassi: assist per il 2-2 si Osvaldo, ma anche 'buco' in occasione del 3-2 per i giallorossi. Dall'82' Icardi SV -. 

Medel 6,5 – Schierato a protezione della difesa, lotta su ogni pallone. A volte determinante, in alcune occasioni litiga un po' troppo con la sfera.. Grande senso tattico. Salva anche su Ljajic al 41'. Dall'82' Obi SV -. 

M'Vila 5,5 – Controlla la mediana, alternandosi con Medel. E' un po' imballato, ma finché tiene, l'Inter non sbanda. Cala molto alla distanza. Dal 67' Kovacic 5,5 – Non si mette mai in condizione di creare qualcosa. Brutta comparsata.

Kuzmanovic 6,5 – Mezz'ala sinistra che, invece di costruire, è costretta più che altro a ripiegare. Alcune chiusure sono sorprendentemente pregevoli. Vicno al gol al 25'. 

Guarin 5 – Parte da destra e cerca di accentrarsi per inventare. Apprezzabile per l'impegno difensivo, non piace molto quando si tratta di ispirare le punte perché incide poco . Con il passare dei minuti si eclissa.

Palacio 5 – Spazia su tutto il fronte dell'attacco, ma non incide. Non pervenuto nel secondo tempo.

Osvaldo 6,5 – Prefertio ad Icardi e fischiatissimo dal suo ex pubblico, non comincia bene: Manolas lo 'schianta'. Al 43' avrebbe anche la prima, grande palla buona ma effettua un controllo inguardabile. Al 53' fa la prima cosa giusta della sua partita: una grande rovesciata a lato. 4' dopo sfrutta una delle poche palle buone che ha e, con la complicità di Astori, segna il gol del pari. Combattente.

All: Mancini 5,5 – Fuori Icardi e Kovacic: mediana più solida, esperienza e cattiveria in avanti, con Palacio e Osvaldo. Guarin a ispirare dietro le punte. Rispolverato Campagnaro dal 1'. E' una mini-rivoluzione. L'Inter non gioca un buon primo tempo, ma regge e, dopo il gol di Gervinho, trova rapidamente un pari tanto importante quanto inaspettato. Il gol-lampo di Holebas, in avvio di ripresa, rimette i nerazzurri nei guai. Il pareggio arriva più per iniziative estemporanee e, quando la Roma torna a spingere, l'Inter non riesce a difendersi. Tanto lavoro ancora da fare.

 

Arbitro: Mazzoleni 6,5 – Al 13' Dodò protesta, dopo una caduta in area. Lui, vicinissimo, lascia correre e non sbaglia. Primo tempo sontuoso per la gestione dei fuorigioco. Ci sono proteste dell'Inter per un presunto fallo di Holebas su Guarin, a metà campo, sull'avvio dell'azione del 3-2 per la Roma, ma Guarin non sembra subire un'irregolarità. Qualche dubbio al 69' per un presunto fallo di J. Jesus in area su Pjanic, ma non sembra essere rigore. Sbagliato fermare Gervinho al 30' della ripresa: l'ivoriano era stato attento ad evitare il fuorigioco.

 

ROMA-INTER 4-2

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, Keita (63' De Rossi), Nainggolan; Gervinho, Totti (86' Iturbe), Ljajic (63' Florenzi). All: Garcia

INTER (4-3-1-2): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, J. Jesus, Dodò (82' Icardi); Medel (82' Obi), M'Vila (67' Kovacic), Kuzmanovic; Guarin; Palacio, Osvaldo. All: Mancini

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Marcatori: 21' Gervinho ( R); 36' Ranocchia (I); 47' Holebas ( R); 57' Osvaldo (I); 61' e 92' Pjanic ( R)

Ammoniti: 16' Ranocchia , 56' Palacio (I); 44' Keita ( R); 91' Guarin (I)

Espulsi: 62' Mancini (I)

Note:  




Commenta con Facebook