• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-FIORENTINA

Ibarbo ci prova; Farias, che errore! M.Fernandez delizia, Mario Gomez torna al gol


Mario Gomez (Getty Images)
Raniero Mercuri

30/11/2014 17:03

ECCO LE PAGELLE DI CAGLIARI-FIORENTINA

 

CAGLIARI

Cragno 5 – Al 3’ p.t., vola sul destro di Cuadrado. Poi, al 16’ pt, si fa sorprendere come tutta la difesa rossoblu dalla punizione-gol di M.Fernandez, che si infila insidiosa alla sua sinistra. Ci sembra incolpevole anche sugli altri tre gol viola.

Pisano 5 – Il suo compito di spinta lo fa. Spesso però, si fa infilare alle spalle dagli inserimenti di Alonso e Cuadrado.

Ceppitelli 4,5 – Nel primo tempo regge bene contro gli attacchi viola; poi, nel secondo tempo, sbanda totalmente.

Rossettini 6,5 – Leggi sopra. Calvarese lo grazia dal giallo a inizio gara, quando stende Cuadrado lanciato in area. Poi lotta e gioca bene d’anticipo. Ma solo nel primo tempo. Nel secondo, finisce sotto la valanga viola.

Balzano 5 - Chiariamoci: è il più zemaniano di tutti. Un discepolo dai tempi splendidi di Pescara. Spinge con i tempi giusti, ma con i piedi sbagliati. Il voto? Semplice, Joaquìn dalla sua parte fa quello che vuole, trovando spesso praterie sconfinate. Dal 22’ s.t. Capuano 5,5 – Opaco, disattento.

Crisetig 5 – Sembra a disagio nel ruolo di intermedio. Non ha i tempi giusti di inserimento tipici di un centrocampista targato Zeman.

Conti 5,5 – Dirige bene la manovra. Pochi tocchi, tutti doverosamente in verticale, come da dogma del mister.

Ekdal 5,5 – Lotta e si butta sempre negli spazi appena vede un varco giusto. Anzi, lui va sempre, anche quando il varco non c’è. Comunque arrembante. Dal 13’ s.t. Dessena 5 – Sbaglia un gol fatto di testa da pochi passi.

Ibarbo 6 – Il migliore. Si muove molto. Parte largo a destra, ma taglia spesso e volentieri al centro, puntando dritto la porta in più di un’occasione. Come al 43’ p.t., quando sfugge ad Alonso e si invola verso Neto, concludendo di poco a lato. E’ il più pericoloso di tutti, non c’è dubbio.

Cossu 5 – Non sembra trovarsi troppo a suo agio nel ruolo di centravanti, che infatti interpreta in maniera atipica rispetto al calcio dogmatico dell’allenatore. Viene troppo spesso incontro alla palla invece di attaccare la profondità. No, Zeman non avrà gradito.

Farias 4,5 – Il peggiore. Parte largo a sinistra, fa i movimenti giusti. Quando si tratta però di concretizzare o saltare l’uomo, si perde. Volontà mista a confusione. Confusione che lo annebbia al 4’ s.t., quando in modo clamoroso spara su Savic la palla del possibile uno a uno, a porta totalmente sguarnita. Meritando le inconsuete imprecazioni di Zeman, di solito una sfinge. Dal 17’ s.t. Longo 5 – Sbaglia a porta sguarnita il gol della bandiera.

All. Zeman 5 – Ancora una volta non riesce a vincere al Sant’Elia. Sconfitta che brucia. I suoi ragazzi giocano male. Troppi gli spazi concessi alle ripartenze avversarie. Troppi anche però, i gol sbagliati.

 

FIORENTINA

Neto 6,5 – Dà sempre l’impressione di infondere sicurezza a tutta la difesa. Esce spesso con i piedi fuori area, sventando più volte le potenziali occasioni avversarie. Al 27’ p.t., è bravo sul tiro improvviso di Cossu da pochi metri. Poi, al 4’ s.t., si ripete alla grande sempre sul centravanti sardo.

Savic 7 – Se la vede con Farias. A volte gli sfugge, poi prende via via le misure. Soprattutto, al 4’ s.t., salva il vantaggio viola respingendo in scivolata la conclusione di Farias a colpo sicuro, e a porta sguarnita. Dal 29’ s.t. Tomovic 6 – Attento ed ordinato.

G.Rodriguez 6 – Comanda i tre difensori viola. A volte sbanda un po’ sui tagli degli attaccanti cagliaritani.

Basanta 6 – Buona prova. Certo, a volte è davvero dura tenere a bada le accelerazioni di Ibarbo.

Joaquìn 7 – Molto bene l’esterno spagnolo. Nel primo tempo in particolare, spazza via Balzano in più di un’occasione, offrendo alcuni ottimi assist per gli attaccanti viola, che spesso non sfruttano a dovere.

M.Fernandez 7,5 – Il migliore. Pregevole doppietta per il fantasista argentino. Il primo gol lo sigla al 16’ p.t., con una punizione insidiosa che si infila alle spalle di Cragno. Raddoppia al 10’ s.t., con un preciso destro dal limite che si insacca alla destra dell’incolpevole estremo rossoblu. Tecnicamente perfetto, come la sua domenica. Dal 24’ s.t. Aquilani 6,5 – Si muove tanto e bene.

Pizarro 6,5 – Dirige il centrocampo viola con la solita qualità e geometria.

B.Valero 6 – Nel primo tempo fatica a trovare la posizione giusta in mezzo al campo. Nel secondo invece, affonda più volte in contropiede nella friabile difesa rossoblu.

Alonso 6,5 – Spinge sempre molto. E quando lo fa, crea sempre pericoli alla difesa avversaria.  Va un po’ troppo in difficoltà nel primo tempo, quando Ibarbo gli scappa via in un paio di occasioni.

Cuadrado 7 – Come sempre imprendibile, quasi indomabile. Poi, quando nel secondo tempo il Cagliari gli spalanca ampie praterie, si diverte come un pazzo, siglando lo zero a quattro al 28’ s.t. Dal 32’ s.t. Vargas 6 – Buona spinta in avanti.

M.Gomez 6 – Senza il terzo gol viola siglato al 23’ s.t., sarebbe stato probabilmente il peggiore dei suoi. Opaco, impreciso. Che questo gol rappresenti un nuovo inizio, questo l’augurio di tutti i tifosi viola.

All. Montella 7 – Con un secondo tempo da applausi demolisce Zemanlandia. La squadra concede a volte un po’ troppo agli attaccanti rossoblu. Ma questo oggi non conta davvero.

Arbitro Calvarese 5 – Dirige una gara intensa che gli crea quale problema nella distrubuzione delle ammonizioni. Un esempio? Il mancato giallo al 3’ p.t. a Rossettini, che stende Cuadrado al limite dell’area. Rimane qualche dubbio sull'azione divorata da Farias, nella quale Neto frana su Balzano: il direttore di gara lascia proseguire. Forse in fuorigioco, infine, Cuadrado nel gol dello zero a quattro.

 

TABELLINO

CAGLIARI-FIORENTINA 0-4

Cagliari (4-3-3): Cragno; Pisano, Ceppitelli, Rossettini, Balzano (Dal 22’ s.t. Capuano); Crisetig, Conti, Ekdal (Dal 13’ s.t. Dessena); Ibarbo, Cossu, Farias (Dal 17’ s.t. Longo).  All. Zeman

Fiorentina (3-5-2): Neto; Savic (Dal 29’ s.t. Tomovic), G.Rodriguez, Basanta; Joaquìn, M.Fernandez (Dal 24’ s.t. Aquilani), Pizarro, B.Valero, Alonso; Cuadrado (Dal 32’ s.t. Vargas), M.Gomez.  All. Montella

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (sez. Teramo)

Marcatori: 16’ p.t. M.Fernandez (F), 10’ s.t. M.Fernandez (F), 23’ s.t. M.Gomez (F), 28’ s.t. Cuadrado (F)

Ammoniti: 6’ p.t. B.Valero (F), 30’ p.t. Alonso (F). 35’ p.t. Ibarbo (C), 7’ s.t. Ceppitelli (C)

Espulsi: -




Commenta con Facebook