• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Genoa > Genoa, Bertolacci: "Non penso alla Roma. Mi ero lasciato andare, Stramaccioni mi ha lanciato"

Genoa, Bertolacci: "Non penso alla Roma. Mi ero lasciato andare, Stramaccioni mi ha lanciato"

Il centrocampista, in comproprietà con i giallorossi, ripercorre la sua carriera


Bertolacci (Getty Images)

29/11/2014 11:00

GENOA BERTOLACCI ROMA STRAMACCIONI NAZIONALE / GENOVA - Dalla Roma alla Nazionale, passando per Lecce e, soprattutto, il Genoa. Andrea Bertolacci, in comproprietà tra rossoblu e giallorossi, si racconta ai microfoni de 'La Gazzetta dello Sport': "Da piccolo facevo danni in casa, rompevo gli oggetti più preziosi col pallone. Anche un servizio di bicchieri dell'Ottocento che si tramandava la mia famiglia. L'idolo? Roberto Baggio, mi feci crescere il codino ed ero milanista. Poi mio padre mi fece capire che ero romano... Cicciottello ai tempi dei Giovanissimi della Roma? Sì, mi ero lasciato un po' andare e persino i miei mi chiedevano se non fosse il caso di passare nella squadra di quartiere con gli amici. Io però mi sentivo più forte e con l'arrivo di Stramaccioni svoltai. Con lui feci i salti di categoria, poi piacqui a Spalletti e dopo andai al Lecce. Con Luis Enrique invece ho chiesto espressamente io di tornare al Lecce. Con Gasperini qui al Genoa ho fatto il salto definitivo, ora gioco nel vivo. Forse la convocazione in Nazionale l'ho meritata per questo, ora il calcio è intensità, bisogna saper fare tutto. Europa? La meritiamo. Alla Roma ora non penso. Anche quest'anno potevo restare, ma ho scelto di tornare al Genoa. Ed è qui che sono arrivato in azzurro".

L.P.




Commenta con Facebook