• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Chievo-Lazio, ESCLUSIVO Certo (RDS Roma): "Ora il rilancio. A gennaio un centrale"

Chievo-Lazio, ESCLUSIVO Certo (RDS Roma): "Ora il rilancio. A gennaio un centrale"

L'analisi di Francesco Certo fatta ai nostri microfoni


Francesco Certo (Calciomercato.it)
ESCLUSIVO
dall'inviato Andrea Corti / M.T.

28/11/2014 15:52

CHIEVO LAZIO ESCLUSIVO CERTO GENNAIO / ROMA - A margine della conferenza stampa di Stefano Pioli per Chievo-Lazio, Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva Francesco Certo di 'Dimensione Suono Roma' per fare un punto sulla squadra biancoceleste: "La Lazio non arriva al match con il Chievo col vento in poppa, dopo la sconfitta pesante con la Juventus", ha esordito Certo ai nostri microfoni. "Si apre però uno spiraglio positivo rappresentato dai prossimi tre impegni che saranno contro tre delle ultime quattro della Serie A: Chievo, Parma e Atalanta. Questo calendario sulla carta non proibitivo potrebbe favorire il rilancio in una classifica ancora molto corta. Il terzo posto è 'solo' a tre lunghezze".

DIMENSIONE - "La dimensione della Lazio la vedremo contro queste tre squadre, che sono alla sua portata a differenza della Juventus. La sconfitta con l'Empoli è stata molto più grave rispetto a quella con i bianconeri: nelle ultime due partite la squadra non è uscita comunque ridimensionata. C'è ancora poco equilibrio, se si guardano i numeri c'è qualcosa che non va in difesa".

CALCIOMERCATO - "Un intervento a gennaio? E' indispensabile, viste le assenze di Ciani e Gentiletti manca un centrale. Già a Verona probabilmente si utilizzerà Radu al centro, ma è una situazione d'emergenza", ha concluso Certo in esclusiva a Calciomercato.it.




Commenta con Facebook