• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Spagna > Pallone d'Oro, Real Madrid contro Platini: continua la sfida Messi-Ronaldo

Pallone d'Oro, Real Madrid contro Platini: continua la sfida Messi-Ronaldo

I 'Galacticos' si sono scagliati contro il presidente UEFA, reo di favorire l'argentino


Messi e Ronaldo (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

28/11/2014 16:22

REAL MADRID PALLONE D'ORO MESSI CRISTIANO RONALDO PLATINI / MADRID (Spagna) - Il Pallone d'Oro per alcuni è un sogno, per tanti una semplice fantasia. Per Cristiano Ronaldo e Lionel Messi una questione di principio. La 'Pulce' contro l'asso portoghese, un dualismo che s'intreccia da diversi anni e che si consolida nel 2009, anno in cui l'extraterrestre lusitano decide di approdare nella Liga spagnola per sfidare sullo stesso territorio l'altro alieno, quello argentino, che gioca col Barcellona. CR7 sceglie, forse non a caso, la casacca blanca del Real Madrid per sfidare il suo avversario. Passano gli anni e proprio mentre il 'blaugrana' sembra aver preso il sopravvento sull'ex United mettendo in bacheca 4 palloni d'oro consecutivi, più tantissimi trofei di squadra, il ragazzotto portoghese rinasce come una fenice dalle proprie ceneri e riporta il proprio nome al primo posto nell'Olimpo del calcio. 

PALLONE D'ORO 2014 - Eccoci quindi di fronte ad una nuova puntata della storia infinita Messi-Ronaldo. Il contenzioso è sempre lo stesso, quel pallone d'oro che da qualche anno è passato dalle mani di France Football a quelle più politicizzate della FIFA. Questa volta a fare scandalo sono le dichiarazioni di mister 3 palloni d'oro monsieur Michel Platini, presidente della UEFA, che non riesce a tenere a freno la lingua e dichiara apertamente che quest'anno l'ambito trofeo debba andare nella mani di Messi, abbandonando di fatto la sua dovuta imparzialità. Arriva quindi secca la risposta del Real Madrid, che quest'oggi tramite un comunicato stampa ha espresso tutto il suo dissenso verso tali dichiarazioni, ritenute superflue e fuori luogo, soprattutto se dette da un uomo che in questo momento dovrebbe incarnare assoluta neutralità in merito. I diretti interessati, come quasi sempre hanno fatto sinora, fanno silenzio sulla questione, o meglio parleranno come sempre, già da questo weekend con il campo, deliziandoci con le loro formidabili giocate.




Commenta con Facebook