• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-DNIPRO

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-DNIPRO

Handanovic blinda la porta, Osvaldo si esalta. Bene Konoplyanka, Ranocchia ingenuo


Pablo Daniel Osvaldo (Getty Images)
Andrea Della Sala

27/11/2014 23:02

ECCO LE PAGELLE DI INTER-DNIPRO:

INTER

Handanovic 7,5 - Forse rivedibile sul gol di Rotan, la sua respinta corta favorisce il gol degli ucrainI. Ma è proprio il gol subito a dargli la carica. Para l'ennesimo rigore e poi nel secondo tempo tira giù la saracinesca e respinge tutto quello che si dirige verso la sua porta, anche quando l'arbitro ha già fischiato. Anche nel finale chiude lo specchio a Konoplyanka. Monumentale, prestazione da incorniciare.

Nagatomo 5 - In grandissima difficoltà con Konoplyanka. L'esterno della Dnipro è veloce e tecnico e ogni volta che ounta il giapponese lo fa secco. Sul finire di primo tempo Icardi gli serve una palla d'oro che lo mette davanti alla porta, ma lui calcia di potenza e non inquadra la porta. Esce per un problema alla spalla.  Dal 37' Campagnaro 6 - Difficile contenere uno come Konoplyanka, ma sicuramente fa meglio di Nagatomo. 

Ranocchia 4,5 - Spesso in difficoltà, cerca di doppiare dalla parte di Nagatomo, ma fa più bene che male. Rimedia l'ammonizione dopo essersi fatto saltare da Konoplyanka, e dopo meno di un minuto dall'inizio del secondo tempo si fa espellere un po' ingenuamente. Non doveva lasciare in 10 la sua squadra.

Juan Jesus 5 - In questa difesa a 4 mostra molta meno sicurezza. Non impeccabile in marcatura, ma i problemi maggiori li crea quando ha la palla tra i piedi. Pasticcia più volte in fase di impostazione e su un suo errore in disimpegno arriva il gol della Dnipro. 

Dodò 5,5 - Dalla sua parte la Dnipro spinge molto meno che dalla parte di Nagatomo. Si perde Rotan, più veloce di lui a gettarsi sulla respointa di Handanovic e il suo contri uto in fase offensiva  è praticamente nullo. 

Guarin 6 - Il solito Guarin, va a intermittenza. Alterna buone idee, buone accelerazioni a inenuità clamorose. Spesso gioca con troppa superficialità. In ogni caso dimostra di poter essere una pedina importante in questa Inter, deve cercare di disciplinarsi un po' di più.

Medel 5,5 - Prima della squalifica che gli ha fatto saltare il derby aveva dimostrato un po' di stancehzza. Al rientro oggi, non sembra di aver recuperato ancora la migliore condizione. Fatica a contenere gli inserimenti della mediana ucraina, è impreciso nei passaggi, ma se manca la sua presenza in fase di interdizione, il suo contributo diventa inutile. 

Kuzmanovic 6,5 - Continua il suo momento positivo. Trova il gol che scuote l'Inter risolvendo una mischia in area e regalando il pareggio ai nerazzurri. Non solo il gol, perché in mezzo al campo è lui a cercare di limitare i danni quando l'Inter soffre. 

Hernanes 6,5 - Si vede che non è ancora al top, ma quando parte palla al piede, ha classe da vendere. La sua tecnica serve come il pane a questa Inter. Con un bel filtrante manda in porta Osvaldo che non sbaglia. Esce dal campo acciaccato. Dal 61' Obi 6 - Entra per dare un po' di freschezza alla squadra nerazzura rimasta in 10, ed è proprio quello che fa. 

Osvaldo 7 - Primo tempo da spettatore, poi alla prima palla che gli arriva la butta dentro e da lì va in crescendo. L'uscita di Icardi gli regala maggiore spazio e lui inizia a giocare a tuttocampo, lanciandosi in contropiede, ma sacrificandosi anche in ripiegamento. 

Icardi 5,5 - Poco presente in area, preferisce girare su tutto il fronte d'attacco. Si allarga spesso a destra, si abbassa a prendere palla, ma alla fine combina poco. Bello il passaggio con cui manda in porta Nagatomo, che non trova la porta. Dal 55' Andreolli 6 - Entra quando l'Inter rimane in 10 per l'espulsione di Ranocchia e mette a posto la difesa.

All. Mancini (squalificato, in panchina Nuciari) 6,5: Primo tempo brutto, la squadra soffre e fatica in difesa. Grande reazione nella ripresa, quando rimane in 10 la squadra nerazzurra tira fuori il carattere. Con la vittoria trova qualificazione e primo posto, proprio nel giorno del suo compleanno.

 

DNIPRO

Boyko 6 - Nessun errore sui gol dell'Inter, poi viene poco impegnato anche perché l'Inter in 10 arriva poco al tiro. 

Fedetskiy 6 - Dodò dalla sua parte affonda poco e lui si limita a fare il compitino. Nessun errore ion fase difensiva, esce nel finale quando la Dnipro cerca la rimonta. Dal 70' Matheus 5 - Entra per dare il suo contributo in fase offensiva, ma non lo si vede mai. 

Douglas 6 - Qualche sbavatura, ma nel complesso è il migliore in difesa. Provvidenziale il suo recupero su Osvaldo nel secondo tempo. Non si intende a meraviglia col compagno e spesso si fanno sorprendere da qualche filtrante nerazzurro. 

Mazuch 5 - Sulla sua prestazione pesa molto l'errore sul gol di Osvaldo. Palla in profondità di Hernanes e lui si fa infilare dall'attaccante interista. Dall' 82' Seleznyov - sv.

Vlad 5,5 - Mai propositivo si limita alla fase difensiva senza riuscire mai ad arrivare sul fondo. Si fa trovare pronto sulle rare offensive in corsia dei nerazzurri. 

Kravchenko 5,5 - Ottimo primo tempo dove non concede molto a Hernanes e limita gli inserimenti del centrocampo nerazzurro. Nel secondo tempo cresce la prestazione del brasiliano dell'Inter e lui comincia ad andare in sofferenza. Dal 73' Bruno Gama 5,5 - entra quando la Dnipro smette di giocare, la sua squadra ha finito la benzina e lui fa quel che può.

Cheberyachko 6 - Ottimo filtro davanti alla difesa, si propone in fase di impostazione. E' lui il mediano che si dedica di più alla regia. 

Luchkevych 6 - Meno bene di Konoplyanka. Avrebbe lo spazio per offendere dalla parte di Dodò, ma non riesce mai ad affondare e quando lo fa trova davanti Handanovic. La colpa, però, non è sua visto che la formazione ucraina affonda sempre sull'altra fascia. 

Rotan 6,5 - Ottimo l'inserimento e la puntualità con cui si getta sulla respinta di Handanovic, si fa trovare pronto e trafigge il portiere interista. La sua gara procede poi con qualche alto e basso, a volta sparisce per poi riaccendersi all'improvviso. Quando ha palla non è mai banale, la bandiera della Dnipro cerca sempre di inserirsi e di trovare la via della rete. 

Konoplyanka 7 - Sbaglia un rigore, ma quando punta fa sempre male. Maestro del dribbling, nessuno riesce a contenerlo. E' lui l'arma segreta della Dnipro. Dimostra ai avere grandi qualità e si merita pienamente le attenzione di tutte le grandi squadre che lo stanno seguendo. 

Kalinic 6 - Mette in difficoltà i due centrali dell'Inter. Cerca sempre di usare il fisico, di fare la sponda e di far arrivare alla conclusione gli esterni. 

All. Markevych 6 - La sua squadra gioca molto bene nel primo tempo, meritando molto di più di quanto indichi il risultato. Crolla però quando dovrebbe venire fuori. L'Inter rimane in dieci uomini e la Dnipro subisce un gol e non riesce più a raddrizzare il risultato. 

Arbitro: Madden (Sco) 6,5: Tutta la terna non sbaglia praticamente nulla. Vedono tutti i fuorigioco, e lo scozzese giudica bene sia sul rigore causato da Guarin che sull'espulsione di Ranocchia. 

TABELLINO

INTER-DNIPRO 2-1

INTER (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo (dal 37' Campagnaro), Ranocchia, Juan Jesus, Dodò; Guarin, Medel, Kuzmanovic; Hernane (dal 61' Obi); Osvaldo, Icardi (dal 55' Andreolli). A disposizione: Carrizo, Palacio, Krhin, Bonazzoli. Allenatore: Roberto Mancini (squalificato)

DNIPRO (4-2-3-1): Boyko; Fedetskiy, (dal 70' Matheus), Douglas, Mazuch (dall'82' Seleznyov), Vlad; Kravchenko (dal 73' Bruno Gama), Cheberyachko; Luchkevych, Rotan, Konoplyanka; Kalinic. A disposizione: Lastuvka, Leo Matos, Shakhov, Politylo. Allenatore: Myron Markevych

Marcatori: 16' Rotan (D), 30' Kuzmanovic (I), 50' Osvaldo

Arbitro: Bobby Madden (Sco)

Ammoniti: 31' Hernanes (I), 66' Guarin (I)

Espulsi: 46' Ranocchia (I) per doppia ammonizione




Commenta con Facebook