• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Milan, Veretout: 'enfant prodige' del centrocampo

TATTICA DEL MERCATO - Milan, Veretout: 'enfant prodige' del centrocampo

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Nantes


Jordan Veretout (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

26/11/2014 15:23

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO MILAN NANTES GALLIANI INZAGHI VERETOUT / ROMA - Il Milan di Filippo Inzaghi non ha brillato in questi primi tre mesi di campionato e una delle motivazioni è sicuramente la scarsa qualità a centrocampo che influenza in maniera importante la costruzione del gioco rossonero. Ecco perché il calciomercato Milan ruota attorno a rinforzi di qualità sulla mediana, aspettando il rientro (ormai prossimo) di Riccardo Montolivo e puntando forte su Giacomo Bonaventura come mezz’ala. Un nome importante sul taccuino di Adriano Galliani è quello di Jordan Veretout, regista francese del Nantes dotato di talento e personalità. Come rivelato in esclusiva a Calciomercato.it dal suo agente, il Milan lo sta seguendo con attenzione ed il ragazzo è interessato a provare l’esperienza italiana in futuro. Conosciamolo meglio tramite la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.

BIOGRAFIA - Jordan Veretout nasce ad Ancenis, in Francia, l'1 marzo del 1993. Dopo aver mosso i primi passi calcistici nel Belligne passa al settore giovanile del Nantes (uno dei migliori della nazione) all'età di dieci anni. L'esordio da professionista arriva il 13 maggio 2011 in una partita di Ligue 2 persa in casa del Sedan. Sotto la gestione tecnica di Laundry Chauvin diventa un elemento importante per i 'Canaris' già a 18 anni. Con Michel Der Zakarian in panchina diventa fondamentale per il gioco gialloverde e si rende protagonista della promozione in  Ligue 1, arrivata al termine della stagione 2012/2013. Anche nella massima serie si conferma come un elemento prezioso, capace di dare ordine al centrocampo ma anche di segnare una buona quantità di gol. Veretout ha svolto tutta la trafila delle nazionali giovanili francesi arrivando fino all'Under 21 e vincendo, da protagonista, il mondiale Under-20 del 2013 in Turchia insieme a giocatori del calibro di ZoumaPogba, Kondogbia, Sanogo e Digne.

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE - Alto 1,77 per 67 kg, fisico asciutto e longilineo, destro naturale. Veretout fa parte della generazione di talenti che ha trionfato al Mondiale under 20 del 2013, ed è quindi uno dei giovani più importanti del panorama calcistico francese anche perché proviene da un settore giovanile storicamente prolifico come quello del Nantes. E' un centrocampista molto duttile, anche se ha caratteristiche ben precise. Il ruolo che predilige è quello di regista in un centrocampo a tre, grazie alla visione di gioco e alla notevole tecnica individuale, oltre che alla rapidità d'esecuzione (aspetto fondamentale). Può essere impiegato però anche come mezz'ala destra oppure come trequartista dietro un'unica punta in un 4-2-3-1, ruolo in cui riesce a rendere grazie a tempi di inserimento perfetti e alla capacità di servire assist ai compagni, giocando in maniera semplice sia col piede forte che con il mancino. E' dotato di un tiro efficace ed infatti va a segno con regolarità, considerando che è un centrocampista.

E' UN GIOCATORE ADATTO AL MILAN? - Il centrocampo del Milan di Filippo Inzaghi ha assolutamente bisogno di innesti di qualità e Veretout potrebbe essere un investimento molto intelligente. Il ragazzo infatti è molto giovane (classe ’93) ma ha già esperienza, dato che nel Nantes è una pedina importante da diverse stagioni. Senza considerare il Mondiale under 20 vinto da protagonista al fianco di un certo Paul Pogba. Nel 4-3-3 di Filippo Inzaghi potrebbe giocare da regista oppure scambiarsi di ruolo con Montolivo e giostrare come mezz'ala, avendo ottimi tempi di inserimento. In caso di 4-2-3-1 potrebbe occupare anche il ruolo di trequartista dietro al centravanti, garantendo dunque qualità, duttilità ed ampi margini di miglioramento, 'svecchiando' di fatto il reparto.




Commenta con Facebook