• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Il punto di CM.IT > TOP & FLOP CM.IT - Zeman rimandato in matematica; Raiola ha ragione

TOP & FLOP CM.IT - Zeman rimandato in matematica; Raiola ha ragione

Il meglio e il peggio della Serie A nel nostro editoriale del lunedì


Mauro vs Zeman, scontro in tv
Eleonora Trotta (Twitter: @elenora_trotta)

24/11/2014 17:00

TOP E FLOP CM.IT / ROMA - Tre top e tre flop per fotografare la giornata di campionato, in attesa di Genoa-Palermo. Al termine di ogni turno di Serie A, Calciomercato.it dedica un editoriale al calcio nostrano che si sofferma sugli episodi del campo, ma anche e soprattutto su quelli di colore, fuori dal rettangolo di gioco, meritevoli di un approfondimento e di un commento.

FLOP

MUNTARI GRAZIATO - Un’espulsione mancata. Sulley Muntari ‘ringrazia’ l’arbitro Guida per non esser stato cacciato a seguito del durissimo scontro con Dodo’, che ha causato la rottura del labbro del terzino brasiliano. Ora, dopo aver visto la scena live e le immagini alla moviola, non possiamo dire con certezza che il contatto sia stato volontario però possiamo, legittimamente, pensare che il centrocampista ghanese (il braccio resta rigido) avrebbe potuto fare qualcosa per evitare di ferire l’ex esterno giallorosso.

INZAGHI E TORRES - Più di un impalpabile e irritante Torres, ci sembra doveroso puntare i riflettori sulla testarda scelta di Inzaghi. Nonostante le numerosi prestazioni negative e il solo gol all’attivo, il giovane tecnico ha continuato, infatti, ad insistere sull’attaccante spagnolo anche nel suo primo derby da mister di serie A. E l'immagine di un Pazzini in panchina con la serie di errori sotto porta della banda rossonera, evidenziano ancora di più come a volte manchi la freddezza della punta…proprio alla Inzaghi.

ZEMAN BOCCIATO IN MATEMATICA - Il buon senso insegna: quando si citano degli episodi, numeri e statistiche bisogna essere precisi. Ecco, per Zeman ieri nel botta e risposta con Massimo Mauro non è stato così. Il tecnico boemo ha infatti replicato all’opinionista di Sky citando una classifica non certificata dai numeri reali come raccontato da un nostro approfondimento.


TOP

LA CLASSE DI POGBA - La sua classe, tecnica, potenza lo eleggono ‘Le Roi’ di questo campionato. L’unico ‘italiano’ in lizza tra i 23 del Pallone d’oro, l’unico ‘giovane’ che merita gli applausi a scena aperta di tifosi ed avversari, rimasti incantati dalla doppietta del centrocampista francese contro la Lazio. "Nessuno oggi è come lui", il pensiero del suo agente Mino Raiola che può soltanto essere condiviso.

IL RISCATTO DI MEXES - E’ stato in naftalina per diversi mesi. Snobbato da Inzaghi, escluso dalla convocazioni, fino al riscatto e alla fascia da capitano nella partita più importante contro l’Inter. Un premio anche alla strategia del silenzio e non polemica, molto apprezzata dal club rossonero, da sempre attento alla comunicazione e all’immagine della società. Ancora più evidente infine l’imbarazzo di Inzaghi: difficile spiegare davanti ai microfoni del post-partita derby come un Mexes così in forma sia stato per lungo tempo scartato.

DI NATALE GOL -  200 gol e non sentirli. Numeri strepitosi per un attaccante di provincia come lui, che non ha mai amato troppo i riflettori delle grandi piazze, i soldi degli arabi e i bonifici degli sceicchi. Una storia da incorniciare, ripensando soprattutto alle dichiarazioni della scorsa stagione e a quell’addio annunciato ma subito dopo rimandato.

 

 




Commenta con Facebook