• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Napoli-Cagliari, battibecco Mauro-Zeman: il boemo 'tradito' dalle statistiche

Napoli-Cagliari, battibecco Mauro-Zeman: il boemo 'tradito' dalle statistiche

La verità sul botta e risposta tra il tecnico dei sardi e l'opinionista di 'Sky Sport'


Mauro vs Zeman, scontro in tv
Silvio Frantellizzi

24/11/2014 08:30

NAPOLI CAGLIARI MAURO ZEMAN STATISTICHE/ ROMA - Al termine di Napoli-Cagliari, spettacolare match che ha visto i sardi fermare sul 3-3 gli uomini di Benitez al 'San Paolo', è andato in scena un siparietto negli studi di 'Sky Sport' tra Massimo Mauro e Zdenek Zeman. L'opinionista, con un passato da giocatore, ha ricordato al boemo, noto allenatore votato all'attacco, che "a vincere gli Scudetti sono sempre le squadre che prendono meno gol di tutti". Una tesi subito 'confutata' da Zeman, che ha risposto prontamente a Mauro: "Non è così, io quando sono arrivato secondo con la Lazio ho preso meno gol della Juventus". 

Le statistiche, ad onor del vero, condannano il boemo. Quello preso in esame è il campionato 1994/1995, vinto dalla Juventus di Lippi davanti alla Lazio allenata da Zeman e al Parma di Nevio Scala. Dopo aver analizzato i numeri di quella stagione, sarebbe facile per chiunque 'smascherare' Zeman: la Juventus campione d'Italia incassò 32 reti, due in meno della sua Lazio che chiuse il campionato con il miglior attacco (ben 69 gol all'attivo) ma con 34 reti al passivo.

Vittoria di Massimo Mauro su Zdenek Zeman? Solo in parte. Le statistiche citate dal boemo non sono veritiere, ma la tesi sostenuta da Mauro, quella secondo la quale a vincere i campionati sono sempre le squadre con la miglior difesa, non vale per quella stagione. Nel campionato 1994/95, infatti, la compagine che chiuse con il minor numero di reti al passivo fu addirittura la Roma allenata da Carletto Mazzone: i giallorossi si piazzarono al quinto posto in classifica, ma chiusero con sole 25 reti al passivo. I capitolini fecero molto meglio del Parma che incassò 31 gol, di Milan e Juventus che ne subirono 32, e della Lazio che chiuse con 34 reti al passivo. Il ragionamento di Zeman, allora, vince su quello di Mauro: peccato solo che il boemo abbia citato una statistica errata. Per chiarirsi, i due non dovranno far altro che aspettare il prossimo incrocio televisivo.




Commenta con Facebook