• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Inter, Inzaghi: "C'è delusione. El Shaarawy? Tranquillo, così li sbagliavo anch'io..."

Milan-Inter, Inzaghi: "C'è delusione. El Shaarawy? Tranquillo, così li sbagliavo anch'io..."

L'analisi fatta dall'allenatore rossonero del suo primo derby in panchina


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Matteo Torre (@torrelocchetta)

23/11/2014 23:17

MILAN INTER INZAGHI POSTPARTITA / MILANO - Pippo Inzaghi ha pareggiato 1 a 1 il primo derby da allenatore della Prima squadra del Milan. Ecco cosa ha dichiarato ai microfoni di 'Sky Sport': "A me dispiace perché eravamo in vantaggio e abbiamo avuto due occasioni clamorose. C'è rammarico ma, come sempre, non posso rimproverare nulla a questa squadra, che ha dato tutto quello che aveva. Queste due occasioni gridano un po' vendetta... El Shaarawy? Deve stare sereno, può capitare, anch'io ho sbagliato gol così. Era normale soffrire contro questa Inter, ora andiamo avanti sapendo di dover crescere, ma si sono visti spirito e buon gioco".

LAVORI IN CORSO - "E' stato un derby tra due squadre in costruzione, si sono viste buone cose con alti e bassi. Abbiamo ripetuto una buona gara dopo quella con la Sampdoria".

OBIETTIVI - "Ora vogliamo recuperare tutti perché con la rosa al completo diventeremo molto competitivi. C'è un po' di delusione perché volevamo vincere, dovremo tornare ai tre punti già da domenica".

TORRES - "Ho il dovere di provarci. Si è dato da fare in una gara complicata. La difesa stasera è stata molto brava, così come tutta la squadra. Penso e mi auguro che Torres presto tornerà al gol, perché ne abbiamo bisogno. Abbiamo preso gol nel momento in cui pensavo che l'Inter avesse esaurito la reazione. E' stato fortuito. Ci è andato un po' tutto storto, però capita. Ho cercato di mettere vicino a Fernando tre giocatori di qualità per favorirlo. Lui dà tutto, non gli si può rimproverare niente. Ricordatevi Crespo: non ha segnato per due mesi, poi è diventato Crespo".




Commenta con Facebook