• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Viaggi > Viaggi: in Irlanda arriva la crociera in treno, a Venezia vietati i trolley

Viaggi: in Irlanda arriva la crociera in treno, a Venezia vietati i trolley

Il gruppo Belmond inaugurerà nel 2016 un treno extra lusso simile al ‘Royal Scotsman’ in attività in Scozia


In viaggio (Getty Images)

22/11/2014 11:34

VIAGGI IRLANDA CROCIERA TRENO VENEZIA STOP TROLLEY / ROMA – Dall’Irlanda arriva la notizia dell’inaugurazione, tra due anni, del ‘Belmond Gran Hibernian’, treno extra lusso del gruppo Belmond che accompagnerà i suoi ospiti lungo intensi percorsi che si snodano tra i più affascinanti paesaggi del Paese. Venezia, invece, dice stop ai trolley: il nuovo provvedimento (ancora in fase di approvazione), vieta nel Centro Storico della Città Antica e delle isole l’uso di mezzi di trasporto per materiali, cose o persone su ruote, che non siano su gomma o pneumatico gonfiato ad aria o liquidi.

CROCIERA IN TRENO – L’idea alla base della decisione è: i viaggiatori devono riappropriarsi del proprio tempo, gustare i luoghi che attraversano, assaporandone ogni sfumatura. Così il gruppo Belmond, compagnia che possiede e gestisce diversi hotel di lusso, crociere fluviali e ben 45 treni turistici in oltre 22 Paesi nel mondo, ha deciso di dare i natali al ‘Belmond Gran Hibernian’. Il nuovo treno extra lusso comincerà i suoi viaggi nell'estate del 2016 e attraverserà un po’ tutto; dalle struggenti coste alle città più caratteristiche, seguendo le orme degli scrittori più celebri e passando tra i verdi campi che dell'isola. Il Belmond Gran Hibernian sarà dotato di 20 elegantissime cabine ricavate nelle 10 carrozze acquistate dalla Iarnród Éireann Irish Rail i cui interni sono stati progettati dallo studio James Park Associates che ha realizzato ambienti raffinati e super accessoriati. Quattro suite sono comunicanti, due carrozze verranno riservate alla ristorazione, dove si potranno gustare piatti tipici della tradizione culinaria locale e ovviamente ci sarà anche un bar. Si potranno scegliere diversi percorsi: si potrà prenotare per 2, 4 o 6 notti alla scoperta dei territori dell'Irlanda del nord e di quella del sud e come per le crociere in nave si potranno fare escursioni giornaliere. I prezzi ufficiali? Non sono stati resi noti, ma si pensa che potranno posizionarsi tra i 3.200 euro a persona per due notti ai 5.900 euro del pacchetto per 4 notti. Inoltre la compagnia prevede di effettuare ben 50 partenze all'anno, trasportando fino a 1500 passeggeri in totale. Il servizio sarà simile, per lusso e qualità, a quello del ‘Belmond Royal Scotsman’, in attività dal 1985 tra le Highlands della Scozia.

A VENEZIA INVECE… - La città lagunare dichiara guerra ai trolley, carretti, carrettini, e qualsiasi mezzo di trasporto abbia rotelline di plastica. Il nuovo provvedimento che è ancora in fase di approvazione, prevede un’ammenda dai 100 ai 500 euro, e tenta di arginare l’annoso problema dell’inquinamento acustico che ha portato all’esasperazione i cittadini, i quali hanno più volte segnalato il problema al Comune, ma anche di logorio materiale, causato dalla mobilità di una città che sposta merci e cose senza automobili. Già nel 2009 l’ex sindaco Massimo Cacciari vietò l’uso, sul Ponte Calatrava, di questo tipo di mezzi, ma oggi la proposta viene ripresa ed estesa: ha l’obiettivo di risolvere le criticità correlate al degrado urbano e all’intensivo uso turistico di Venezia in un’azione di protezione della città, e serenità per chi vi abita, che spesso alle prime ore dell’alba o la sera tardi convive con questo trottare di ruote e rotelline.
Maurizio Dorigo, Direttore Sportello Unico Edilizia del Comune di Venezia, ha commentato: “La pressione turistica è raddoppiata rispetto al 2009: il sentimento che ci ha spinto ad emanare questo provvedimento è di protezione e rispetto verso questa città. Una riflessione che vuole anche essere da stimolo verso altre città turistiche con i nostri stessi problemi, come Assisi per esempio”. Ma non è tutto. “C’è la possibilità di adeguamento di tutti i mezzi attraverso adattatori -  ha spiegato Dorigo - La norma comunque non andrà in attuazione subito, e comunque quando si capisce che fumare fa male, bisogna smettere: Venezia è una città piuttosto fragile, e i turisti devono entrarci con un po’ di attenzione e rispetto”. 

S.C.




Commenta con Facebook