• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Lazio-Juventus, Allegri: "Non pensiamo alla Champions. Nazionale? Incontriamo Conte"

Lazio-Juventus, Allegri: "Non pensiamo alla Champions. Nazionale? Incontriamo Conte"

Il tecnico bianconero presenta alla vigilia la sfida contro i biancocelesti all''Olimpico'


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Jonathan Terreni

21/11/2014 12:00

LAZIO JUVENTUS CONFERENZA ALLEGRI / TORINO - Si torna in campo. Dalla sala stampa di Vinovo il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, presenta la sfida contro la Lazio di domani sera all''Olimpico'. Calciomercato.it ha seguito la conferenza in diretta: "Dopo la sosta di ottobre non abbiamo ripreso bene e da lì dobbiamo prendere esempio. Bisogna essere pronti da subito perché poi la sfida in Champions in Svezia sarà fondamentale per il passaggio del turno. Contro l'Olympiakos ho scelto di giocare a quattro perché in una partita così importante dovevamo cambiare. Intanto pensiamo a domani poi penseremo alla partita in Europa. La Lazio è un'ottima squadra, fisica e con buona organizzazione. Viene da una sconfitta e sarà arrabbiata. Possono ambire ad arrivare terzi e domani sarà difficile. Per lo Scudetto c'è anche il Napoli, c'è sempre stato. Sette punti sono tanti ma possono essere pochi, lo abbiamo visto".

REPARTO INFORTUNATI - "Vidal sta bene ed è a disposizione. Non so se partirà dall'inizio o dalla panchina perché è rientrato solo ieri. Stesso discorso per Pirlo. Marrone rientrerà con la squadra per la partita col Torino. Speriamo di riavere Barzagli il prima possibile ma sapevamo che era un'operazione delicata. E' importante avere tutti a disposizione, sarebbe molto meglio per ruotare la squadra vista le tante partite. In difesa siamo contati ma per adesso abbiamo fatto bene e questo ci deve confortare. Padoin è un ragazzo intelligente e apprende velocemente. Sa calarsi in ogni ruolo".

NAZIONALE E CONFRONTO  - "Sono contento che i giocatori vadano in Nazionale. Serve a poco far polemiche a distanza. Dobbiamo trovarci tutti insieme noi allenatori a Coverciano, con il ct, per capire dove migliorare, mettendo assieme le nostre competenze calcistiche. Potrebbe essere un buon punto di partenza. Coverciano sforna ottimi allenatori e preparatori atletici. Possiamo sicuramente migliorare a livello di campo, tutto il resto non è compito nostro. Bisogna cambiare un po' il pensiero".

MANCINI 2.0 - "L'Inter è sempre pericolosa. Le qualità non sono andate certo perse in questi mesi. Quando le cose non vanno bene paga sempre l'allenatore, lo sappiamo. Mancini puo' essere un valore aggiunto perché è un grande allenatore e conosce l'ambiente. Non so se lotteranno per lo Scudetto ma sicuramente li ritroveremo nelle prime posizioni".

IN BOCCA AL LUPO CASTAN - "Voglio fare un grosso in bocca al lupo a Castan perché dovrà subire un'operazione delicata. Anche da avversario spero di rivederlo in campo il prima possibile".


Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+




Commenta con Facebook