• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Menez: "Battiamo l'Inter e scappiamo. Mancini? Problema loro"

Milan, Menez: "Battiamo l'Inter e scappiamo. Mancini? Problema loro"

Il fantasista rossonero suona la carica in vista del derby di domenica sera


Jeremy Menez (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

21/11/2014 07:22

MILAN INTER MENEZ INZAGHI MANCINI / MILANO - Milan contro Inter, ci siamo. Scatta l'ora del derby, che torna a profumare d'Europa, ed il fantasista rossonero Jeremy Menez, in una lunga intervista concessa a 'Tuttosport', fa il punto sulle news Milan e suona la carica: "Per quello che stiamo facendo meritiamo di vincere, stiamo lavorando per quello. E se vinciamo l'Inter si allontana in classifica. Champions lontana? Sapevamo che era difficile. Noi lavoriamo con quell'obiettivo, alla fine vedremo dove siamo".

INTER - "Il cambio in panchina? Direi che è un problema loro. Se hanno cambiato evidentemente c'era qualcosa che non andava bene e adesso vedremo che succede. A loro toglierei Kovacic: ha un bel futuro se così giovane gioca già con questa personalità".

MOMENTO - "Fisicamente stiamo bene e anche l'umore, grazie alla prestazione di Genova, è tornato alto. Se giochiamo come a Marassi abbiamo buona possibilità di farcela. Abbiamo ritrovato il Milan di inizio stagione".

DERBY - "Vincere ci darebbe una straordinaria iniezione di fiducia. Sarebbe un modo per avere ancor più compatto l'appoggio dei tifosi e allontanare l'Inter. Il giocatore decisivo? Nessuno, sarà decisivo Inzaghi. Non ne faccio una malattia se segno oppure no, ma un gol nel derby mi permetterebbe di fare la prima dedica al mio secondo figlio nato martedì. A Roma vivevo le vigilie con più calore. Alla fine, comunque, è una sfida che vale sempre tre punti in classifica".

ROMA - "Sono cresciuto molto anche come uomo rispetto ai tempi di Roma. Ora sono tranquillo e tutta questa serenità riesci a portarla in campo. Ecco perché oggi sono un giocatore completamente diverso".

NAZIONALE - "In questo periodo la guardo da casa... Ho sempre una gran voglia di andare e sono convinto che se faccio bene con il Milan mi richiameranno. Ma devo ammettere che il gruppo sta andando bene così, quindi non sarebbe giusto cambiare qualche pedina".

 




Commenta con Facebook